GIACOMO TEDESCO

«Caserta e Pecchia possono
riportare in alto il Palermo»

«Caserta e Pecchia possono riportare in alto il Palermo»



Parola a Giacomo Tedesco.

L'ex giocatore palermitano, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, si è soffermato prevalentemente su Fabio Caserta e Fabio Pecchia ovvero quelli che al momento sembrano i candidati più papabili per la panchina rosanero. Tedesco ha infatti giocato con entrambi, con Caserta a Catania nel 2007 e con Pecchia a Napoli nel 2000/01:

 

«Sono due allenatori molto validi e penso che possano fare al caso del Palermo. Per chi faccio il tifo? Per entrambi, farei un torto a uno dei due se mi schierassi. Spero solo che il prossimo allenatore rosanero sia uno di loro. Sono convinto che entrambi abbiano le carte in regola per riportare in alto il Palermo. La squadra è stata costruita per la D, ma con tanti elementi di categoria superiore. Tutte le formazioni che vincono hanno una buona base di partenza. Credo che con pochi innesti di qualità il Palermo possa compiere il doppio salto di categoria». 

 

COMPAGNI DI REPARTO

«Due compagni di reparto disponibili e intelligenti. Al Catania, all’inizio di quella stagione, ho fatto coppia in mezzo al campo con Caserta. Poi lui sitrasferì a Palermo. Con Pecchia, invece, eravamo addirittura compagni di stanza e passavamo molte ore assieme. Solo che durante i ritiri che precedevano le partite, lui sgobbava sui libri per diventare avvocato, mentre io giocavo alla play station. Approfittava dei ritiri perché durante la settimana,tra allenamenti e famiglia, aveva poco tempo a disposizione. È diventato un bravo allenatore, così come Caserta che negli ultimi tempi si è imposto all’attenzione nazionale».







Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *