PENSIERI 2.0

Giù le mani dal Palermo

Giù le mani dal Palermo



Che il Palermo stia attraversando un momento poco felice è cosa alquanto palese.

Le dieci vittorie consecutive di inizio stagione appaiono come una stella sbiadita nella penombra di un crepuscolo.

Eppure nonostante il malcontento dilagante sia fisiologico e naturale conseguenza della mestizia palesatasi nelle ultime settimane, ci sono alcuni passaggi che personalmente non riesco a decifrare.

 

Partendo da un postulato imprescindibile secondo cui qualsiasi analisi debba essere coadiuvata da un principio di equilibrio, mi chiedo la ragione di alcune critiche, anzi j'accuse nei confronti di tutto e tutti. 

Facciamo un po' di ordine. 

Senza perderci in meandri filosofici e/o semantici diciamo chiaramente che Rosario Pergolizzi non è mai andato giù alla stragrande parte del popolo rosanero.

Era così quando il Palermo danzava a più 13828494 punti dalla seconda, figuriamoci ora. Pacifico. 

 

Le "accuse" al tecnico rosanero sono fondate e condivisibili. Inutile nascondersi: ha sbagliato, lo ha continuato a fare e così sarà, punto. Per quanto la colpa tecnico-tattica sia accettabile, lo stesso non si può dire per scivoloni comunicativi - appesantiti dalla condotta della recidiva - che per tempistica e gravità meriterebbero la massima pena dell'esonero. 

Ciò detto, in determinate situazioni soprattutto in una piazza passionale qual è quella rosanero l'enfasi può condurre a perdere di vista il fine ultimo, ossia il Palermo

 

Per quanto chi scrive ami per natura la vis polemica, ci si chiede il perché di determinate contestazioni, parse pretestuose nonché ad orologeria.

Senza proferire troppe filastrocche: perché accusare la società di non fare il proprio dovere? Quando è lapalissiano l'operato ineccepibile sia della proprietà che della dirigenza.

Nella fattispecie. 

Il Palermo ha allestito una rosa qualitativamente superiore, per distacco, rispetto alle avversarie di categoria? .

Il Palermo ha sempre ottemperato alle richieste del proprio tecnico anche nell'attuale finestra di mercato? .

Il Palermo ha posto le condizioni ambientali, tecniche, strutturali, economiche coerenti con un progetto di rilancio, RI-LA-NCIO, dalla D alla C?

 

Sicuramente - per onestà intellettuale è opportuno precisare - il presidente Mirri, Di Piazza e il direttore Sagramola avranno commesso qualche peccato di percorso sì, non da compromettere il cammino di rinascita né tanto meno per meritare un attacco, anche di certa stampa, assolutamente lecito ma non condivisibile.

La sofferenza patita l'estate scorsa è ancora presente nel cuore di ogni tifoso, così come l'entusiasmo rinato in questi mesi di calcio e di amore per la bandiera rosanero

Questo pensiero non vuole essere motivo di ulteriore polemica, semplicemente un provare a ricercare quell'equilibrio di cui sopra. 

 

Un amore che a volte eccede e rischia di far dimenticare ciò che di bello è stato costruito in queste settimane.

Il primato in classifica, a volte ci si dimentica, lo stadio da record per una partita di D e la passione ritrovata della gente. 

Il futuro si vedrà, a partire dalla prossima sfida contro il Roccella.

Quello tecnico, secondo chi scrive, è soltanto rimandato: certamente è questo il momento in cui criticare sì, ma senza eccedere con il pericolo di vanificare il tutto. 

State certi che la società, tornando a cose più concrete, c'è e monitora costantemente la sua creatura, così come la proprietà pronta a fare qualsiasi cosa per l'obiettivo prefissato, la promozione in Serie C.

 

Quindi Fra? 

Semplice. Le critiche ben vengano se per finalità pedagogiche, per la crescita, ma sarebbe cosa buona e giusta che siano dirette a chi le merita senza quell'animo distruttivo che mira a scalfire ciò che più conta, il Palermo

Insomma, le critiche a Pergolizzi? Meritate, atto dovuto. Le critiche alla proprietà? Pretestuose.

Giù le mani dal Palermo.

Con buona pace di qualche oscuro nostalgico dell'Ancien Régime


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

 

ALTRI ARTICOLI


 

Giovanni Bucaro è stato esonerato

 

 

LIVE - Floriano si presenta in conferenza stampa

 

 

Di Piazza tuona: Stiamo valutando soluzioni






20 commenti

  1. Aggregazione galattica lame rotanti 252 giorni fa

    Al nick friulaneggiante rispondo confermando la mia visione del mondo quale campo di forze teso tra Zamparini e Totuccione. Di più non chiedo. Di più non serve all'umanità! Ci arriverà anche lei, prima o poi. Ma non c'è fretta, si lasci del tempo.

  2. Rubini 253 giorni fa

    Quale lecchinaggio, quali l******i, i 'licchini i zempirino'? ahahahah

  3. marco 253 giorni fa

    lecchinaggio all'ennesima potenza

  4. Rubini 253 giorni fa

    Giusto, Aggregazione. Ma adesso è tutto da 'ru liri'. A cominciare da Eleven, mortificazione di un'intera Città. I record, 'ru liri', il record del Parma battuto, successo da 'ru liri'. Visto che Il Parma, in D, andò subito su Sky, accolto con tanto di tappeto rosso. Chiaro il motivo, il 'seguito'. A Parma l'anno di Manenti, il Tardini si riempì come sempre, con le stesse bandiere di prima, nonostante una squadra già fallita. Al Barbera, con la squadra in lotta per la promozione e la sopravvivenza, fu un susseguirsi di record negativi di presenze, a parte qualche guizzo da 2 Euro (ru liri).

  5. chi non salta è zamparini 253 giorni fa

    Totuccione non mi interessa per nulla. Lei lo sopravvaluta. I suoi modelli di riferimento sono lui e Zamparini. Tanto mi basta per qualificarla. Racconta molto di sè la sua 'produzione' di commenti post 25 luglio. Continui pure. Mi stuzzicano molto la sue granitiche certezze basate su una certa e desolante inconsistenza. Stimolano molto la mia grafomania e la mia vis polemica. La ringrazio.

  6. Aggregazione galattica lame rotanti 254 giorni fa

    Mi fa piacere l'entusiasmo del nick friulaneggiante! Ma le sembrerebbe possibile che parlare di calcio possa valere più 'i ru liri'? È la cosa secondaria più bella del mondo, ma appunto secondaria. Secondaria - secondo - due - ru liri. Totuccione è un genio!

  7. Max rosanero 254 giorni fa

    Be ,'un Po da l*******o questo articolo. .più o meno erano gli stessi articoli che si facevano quando il propetario era zamparini. Un Po l******i quando cerano i tuttolomondo..adesso li fate con mirri..e sta stampa italiana ,è questo giornalismo locale.

  8. chi non salta è zamparini 254 giorni fa

    @ Vedovo R. Non l’aveva mai detto, ne prendo entusiasticamente atto!

  9. A proposito di raziocinio 254 giorni fa

    Bene l'articolo di F.Lupo, perfetto vanno bene anche gli altri commenti OVVIAMENTE tranne i nostalgici, ieri sera riflettevo ed oggi a mente fredda ragionando con pacatezza e se mi è concesso con RAZIOCINIO aggiungo....che il telefono si rompe appena giocheremo fuori casa o meglio in casa del Savoia e dell'Arcireale .....io queste due partite non me ne vogliate le vedo senza speranza ma nn per la Rosa o x i giocatori tatticamente chi vuol far finta lo faccia ci massacreranno

  10. Aggregazione galattica lame rotanti 254 giorni fa

    Al nick friulaneggiante bisogna ripetere i concetti molte volte: ribadisco allora per l'ennesima volta di essere molto onorato di leggere Totuccione, anche e soprattutto se riferito a miei commenti!

  11. chi non salta è zamparini 254 giorni fa

    Ah Ah. tale Totuccione usa il metodo 'a livella' del grande Totò. Vediamo se il vedovo R. stavolta se ne accorge.....

  12. totuccione 254 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  13. Aggregazione galattica lame rotanti 254 giorni fa

    Di Piazza tuona per calmare la Piazza. Mi mancano molto le sportellate di Carrozzieri, per il resto sono d'accordo con il principio di non criticabilità della Società: essa è fondata sui valori di Appartenenza, Cuore e Palermitaneità, eventuali appunti ad essa devono essere extra- o interurbani. Inoltre ii Savoia ha ormai esaurito il ciclo delle 10 vittorie consecutive, come quello precedente della Mirriese. Che la stampa dia una mano, più del metano e dello sciamano!

  14. Rubini 254 giorni fa

    E' questa la rivoluzione? Il 'Rinascimento' guidato dal popolo (nel caso, il 'popolo rosanero'). Guardate che però, storicamente, il popolo non capisce niente. Ponzio Pilato era un vero intellettuale, aveva in mente grandi idee, rivoluzionarie, appunto. E chiamò il popolo, per decidere. Per scegliere, tra un rubagalline e il Redentore. Sapete chi scelse, chi salvò, il popolo? Salvò il rubagalline, un certo Barabba. Ma che ne sa il popolo? Al popolo piacciono le veline, i grandi supermercati, i televisori sempre più grandi. Belen piace al popolo, uomini e donne, anche se per motivi diversi.

  15. Claudio32 254 giorni fa

    Di Piazza scrive messaggi sibillini da un profilo Facebook personale. Ripeto, non si deve esagerare con le critiche ma che tutto sia impeccabile direi proprio di no.

  16. Claudio32 254 giorni fa

    Non bisogna sicuramente esagerare con le critiche ma he la risposta a quelle domande poste sia SI in maniera inequivocabile è tutto da vedere. La rosa è forte ma non superiore di gran lunga al Savoia, la Società ha lavorato molto bene in estate ma poi non ha completato l'opera a dicembre con la presunzione di fare mercato di Serie C (io non ho mai visto una squadra che vince il campionato non avere terzini in panchina). Inoltre in questo momento critico non si capisce bene che prende le decisioni: Mirri non parla, Sagramola è in vacanza, Castagnini è sparito e Di Piazza...

  17. bugia 254 giorni fa

    ...a 'stura Zamparino già l'avia cacciato.... si sentiva allo stadio Domenica scorsa. Ma la dignità, alcuni palermitani, capiranno mai cos'è?

  18. Fabio 254 giorni fa

    Esatto saranno le vedove dell'indagato, che davanti ai suoi disastri magari non parlavano

  19. chi non salta è zamparini 254 giorni fa

    Giusto. L'animo distruttivo è tipico della mentalità palermitana dove una cosa buona può essere o superlativa o appena sufficiente. Ma una cosa meno buona è solo pessima. Nel nostro caso, lo è anche perchè ci sono appunto i nostalgici dell'Ancien Régime. E questa è una novità nel variegato panorama schizofrenico locale. Sarà il fascino della 'grandezza nefasta'. Qualunque cosa sia è ripugnante e mi allontana sempre di più dalla mentalità di questo popolo. Infine eccepisco che se avessimo 13 milioni e oltre di punti in più sulla seconda, avremmo vinto la coppa intercontinentale già 150 volte

  20. Yes 254 giorni fa

    Giusto! Come pretestuoso appare sto richiamo continuo a non avere i soldi. La società ha fatto benissimo nel poco tempo che aveva. E vero che abbiamo troppe individualità, soprattutto in avanti, gente che era abituata ad essere il terminale esclusivo del gioco e che ora fatica ad essere collaboratore di altri... Ecc, ma. Ci sta. E anche vero che tutti sti discorsi li facciamo solo perché c è sto Savoia imprevisto a rompere i marini. Calma e gesso, allenatore e giocatori diano ase stessi una botta di professionalità per chiudere l anno battendo sto avversario, viceversa a fine anno tutti a casa

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *