SERIE C

«Palermo caso particolare
Abbiamo gestito l'emergenza»

Ghirelli: «Palermo caso particolare. Abbiamo gestito l'emergenza»



La Lega Pro ha incontrato i medici sociali delle squadre. Alla base dell'incontro, il ruolo decisivo svolto dai medici per garantire che il campionato si svolga regolarmente. Il Presidente Ghirelli ha anche parlato della situazione in casa Palermo

La nota:

La Lega Pro ha riunito in video conferenza i medici sociali dei club con Francesco Braconaro, membro della commissione medico scientifica federale e rappresentante dei medici sportivi della Lega Pro e Gennaro Lamberti, presidente Federlab Italia. Un incontro incentrato sul lavoro e sul ruolo decisivo dei medici per garantire che il campionato si svolga in piena sicurezza.

Il presidente della Serie C è intervenuto anche a proposito del caso del Palermo di cui ha rimarcato la gestione. “Richiederemo al ministro Speranza una direttiva per coordinare l’intervento delle ASL con l’obiettivo di armonizzarlo con il rispetto del protocollo e che venga data priorità ai club delle isole per programmare tutto al meglio, tenendo conto delle conseguenze degli spostamenti in attesa dell’esito dei tamponi. Vorrei ringraziare l’Asp di Palermo perché ha evitato il rischio, segnalando il pericolo. Ci siamo trovati di fronte ad un caso particolare, e abbiamo gestito l’emergenza”

Lega Pro sta anche lavorando per migliorare la tempistica di refertazione degli esiti dei tamponi, introducendo un processo che consenta, in caso di presunta positività, di ripetere il tampone e di averne il risultato in maniera ancor più tempestiva.


NEWS DI GIORNATA

 

«CHIESTI TAMPONI RAPIDI». PARLA GHIRELLI

 

TACOPINA-CATANIA: TUTTO IN DIECI GIORNI

 

LA REPUBBLICA - PALERMO, RINVIATA LA VITERBESE. REBUS CALENDARIO

 

GAZZETTA - BOSCAGLIA SA COME SI FA. PALERMO COME L'ENTELLA

 

ROSSI A FP: «PALERMO BISOGNA ASPETTARE. PALERMITANI NEL MIO CUORE»





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *