INDAGINI

GDS - Tuttolomondo: De Angeli e
Anzellotti intercettati

GDS - Tuttolomondo: De Angeli e Anzellotti intercettati



«L'imbroglio in diretta». Così Il Giornale di Sicilia ripercorre la vicenda che ha portato alla fine del vecchio Palermo Calcio. Sono proprio delle intercettazioni - racconta il quotidiano nostrano - che mostrano la natura dei personaggi che sono stati protagonisti in quel periodo buio per la storia del club.

 

Così il quotidiano spiega come i fratelli Tuttolomondo arrivati in Sicilia senza un soldo, per pagare le tasse si inventarono questo artificio suggerito dal loro tributarista Fabio Anzellotti. Il tutto registrato dalle intercettazioni: "il 24 giugno 2019 - riporta il quotidiano - il professionista è al telefono con Daniela De Angeli, storica fiduciaria di Maurizio Zamparini, che stava seguendo le operazioni per il passaggio della proprietà. I Tuttolomondo, secondo la ricostruzione della procura che ha coordinato le indagini, stavano tentando di utilizzare la compensazione di un credito fiscale, in realtà inesistente, ricevuto con l’acquisizione di un ramo d’azienda della «Group Itec»".

 

Il puzzle del giudice Jannelli parte da una telefonata fra la De Angeli e Anzellotti in cui la segretaria di fiducia di Zamparini esprime alcune perplessità. Di seguito il testo della conversazione intercettata fra Anzellotti e la De Angeli: "Il codice tributo si può cambiare in corsa come se uno avesse fatto un errore … Però siccome bisognava passarlo subito… ci sono delle problematiche con l’Agenzia delle entrate che non ti sto a spiegare adesso per telefono… E andava fatto per forza in quel modo..”. 


 

NEWS DI GIORNATA

 

«DERBY? CHE GIOIA IL GOL DI ILICIC». PAROLA A SORRENTINO

 

GDS - TUTTOLOMONDO: DE ANGELI E ANZELLOTTI INTERCETTATI

 

LA REPUBBLICA - DOPO SETTE ANNI TORNA IL DERBY

 

GIRONE C, GIORNATA 9: SPICCA IL DERBY PALERMO - CATANIA

 

«QUEL GOL CONTRO IL CATANIA E IL BOATO DEL BARBERA». MANIERO A FP.IT

 

LEGA PRO: JUVE STABIA - PALERMO, CAMBIA ORARIO. IL COMUNICATO

 

CATANIA, PUNTI DI PENALIZZAZIONE DIMEZZATI IN APPELLO





9 commenti

  1. Pissi Pissi Bau Bau 16 giorni fa

    Non fermiamoci ai soli Tuttolomondo, per cortesia ... Non fermiamoci al povero tributarista (Anzellotti) che gli ordini da qualcuno li avrà pure presi ... De Angeli, Lucchesi, Albanese, Macaione (per citare alcuni che nell'organigramma societario di allora contavano qualcosa), questi tutti caduti come folgorati dal pero? Nessuna indagine? Nessuna intercettazione su di loro (anche per, eventualmente, scagionarli da ogni sospetto?) ... Mistero ... Proprio sicuri sul nome del mandante? Sempre il solito maggiordomo? Non, alle volte - chissà - il principe di Galles?

  2. Tony 16 giorni fa

    Di foschi non ho mai capito perché non li ha spuxxanati subito anziché dichiarare gli inglesi gente seria o che era contento della nuova proprietà arkus

  3. Fabio 16 giorni fa

    Giovanni rosanero gente che amministra società che non si accorge di chi ha di fronte e fa passare tutto senza sospetto non è credibile, tipo il grande imprenditore friulano che non aveva capito che gli inglesi non avevano un euro, lui stesso che li aveva spacciati per americani quotati in borsa con tanto di garanzie viste da lui . Roba da anello al naso

  4. Mau49 16 giorni fa

    Venezia e Palermo unite da un unico e triste epilogo. Attore protagonista e regista sempre lo stesso (novello Attila ). Procura docet .

  5. Zorro 16 giorni fa

    Mi viene ancora rabbia pensare a tutto ciò che è accaduto. Mi vede preoccupato? Era il suo slogan e chissà se lo è anche adesso (ma ora credo che di preoccupazione dovrebbe averla) Erano venuti a Palermo per cercare di raschiare il fondo del barile, speravano di andare in A solo per incassare i soldi della lega e dei diritti TV. Forse Rino Foschi aveva capito tutto e rappresentando un pericolo cercavano di emarginarlo, l'unico che in quel periodo ha cercato di salvare il Palermo.Spero che giustizia sia fatta. C'è solo una parola per definirli :AVVOLTOI.

  6. giovanni rosanero 17 giorni fa

    Ma scusate le intercettazioni le leggete o no, a me pare di no.Il tributarista dei Tuttolomondo ha inserito in un F24 un codice tributo volutamente errato perché se avessero inserito quello esatto non sarebbe mai passato, dato che mancavano i fondi necessari. La De angeli chiama questo collaboratore dei Tuttolomondo chiedendogli come mai il codice tributo fosse diverso da quello che normalmente s'inserisce, gli risponde che è tutto a posto. La De Angeli quindi si beve questa spiegazione, risultato il tributarista truffardo risulta indagato, Danielina no. Questi sono i fatti(fonte GDF) !!!!

  7. Aristarco Battistini 17 giorni fa

    Lo so non ci esprime così nei confronti di una donna...ma cge faccia di ME.... A. Perchè sono ancora a piede libero sia lei che il friulano?

  8. Fabio 17 giorni fa

    Sempre pensato che non potessero non sapere a quali loschi personaggi stavano dando il Palermo. Spero la giustizia faccia il suo corso, la signora altro non era che il braccio operativo del processato dubito di testa sua abbia deciso di vendere a quelli lì.

  9. Tifoso 17 giorni fa

    La de Angeli mostra perplessità. Gds esprimi un'opinione come quotidiano nostrano unico: de Angeli complice o vittima? Fateci capire . Tutti già intercettati: come mai ? Tutti sapevano tutto e intanto il Palermo moriva e tutti consapevoli che alla fine solo i tifosi avrebbero pagato il conto. Schifo solo questo mi viene di dire. A questo punto i miei dubbi svaniscono definitivamente. Il Palermo doveva morire lo volevano tutti tranne i tifosi veri. Dei TUTTOLOMONDO vi avevo già detto prima , guardatevi report se non avete ancora capito.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *