NUOVA ISTANZA

GdS- Palermo, la Procura valuta
nuove situazioni di insolvenza

GdS- Palermo, la Procura valuta nuove situazioni di insolvenza



E mentre la Covisoc fa visita agli uffici del “Renzo Barbera” per fare chiarezza sul passaggio di proprietà, «la Procura valuta nuove situazioni di insolvenza».

 

Dopo la conferma delle misure cautelari nei confronti di Maurizio Zamparini di qualche giorno fa, la Procura continua la sua indagine e valuta la riproposizione dell'istanza di fallimento per la società rosanero.

 

Stando a quanto riportato da Riccardo Arena sul Giornale di Sicilia di oggi, il nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza sta «esaminando le condizioni di insolvenza apparente, i creditori che cominciano a rumoreggiare, la ricerca affannosa di soldi per pagare gli stipendi». Una situazione molto più evidente rispetto alla prima istanza del novembre 2017.

 

Prima però, bisogna chiudere l'indagine per riciclaggio, per i falsi in bilancio e nelle comunicazioni della Covisoc. Nei prossimi giorni ci sarà inoltre l'interrogatorio di garanzia nei confronti di Maurizio Zamparini, che dovrà tenersi nei 10 giorni successivi alla notifica dell'ordinanza degli arresti domiciliari; a condurlo potrebbe essere il Gip di Udine, ma non si esclude che l'ex patron possa essere ascoltato a Palermo o ad Aiello del Friuli dal giudice Giocchino Scaduto.

 

La Cassazione, continua il quotidiano, ha inoltre cristallizzato indizi ed esigenze cautelari per la parte relativa ai falsi nei bilanci dal 2014 al 2016, per l'affare Mepal-Alyssa.

 

Ci sono però sequestri che la Cassazione non ha accolto e gli altri, da discutere ancora alla suprema Corte il 14 marzo.

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

ALTRI ARTICOLI

 

 ESCLUSIVA - LE PAROLE DEL PRESIDENTE DEL PALERMO CALCIO CLIVE RICHARDSON

 

• PALERMO E LA SUA ITACA: LA MAGA CIRCE, ORLANDO E DE ANDRE'

 

• ESCLUSIVA: ANTONIO PONTE E' A PALERMO. ECCO PERCHE'

 

• ESCLUSIVA, RICHARDSON ANNUNCIA: «GUNNARSSON È DEL PALERMO»

 






4 commenti

  1. Rubini 82 giorni fa

    CRAC QUIZ: 'Un caso particolarissimo'. 'Così il Presidente del Consiglio, sulla decisione di rateizzare il debito con il fisco (140 milioni di Euro da pagare in 23 anni). Il premier ha sottolineato che il fallimento del club avrebbe potuto avere effetti disastrosi...'. 'll fallimento di una squadra con un numero enorme di sostenitori avrebbe potuto avere conseguenze di ordine pubblico' CRAC QUIZ 2 : Il salvataggio ha però inevitabilmente scatenato le proteste di altri tifosi (di una squadra fallita)// PdC: 'Mi interessai al salvataggio, ma furono i GIUDICI a far precipitare i tempi'.

  2. Rubini 82 giorni fa

    @Isata. Si, è lui. E non bisogna andare lontano, per verificare: ///https://www.forzapalermo.it/news/zamparini-e-un-debito-insanabile-la-possibilita-della-bancarotta.html/// vorrei RICORDARE che la richiesta di fallimento della PROCURA è stata rigettata nell'aprile del 2017 (praticamente ieri) e che la stessa Procura NON ha presentato RICORSO, in assenza dei presupposti. SENTENZA DEFINITIVA !!! Quanto poi successo nelle stanze della GIUSTIZIA riguarda, al momento, solo la stessa GIUSTIZIA.

  3. Auguri 82 giorni fa

    Isa, con questo ho finito i commenti interlocutori. Poi torno a fare il commento finale. È una situazione che si poteva evitare nel tempo. Il Palermo di Zamparini soffre da più di 5 anni. Oggi la vita di questa società vale un anno di stipendio di icardi. rennig withe franc Clive ecc. hanno fatto una bella macchina senza mettere neanche un litro di benzina per raggiungere il primo distributore. Che si faccia presto! forse si possono aprire nuovi scenari. D'altronde Palermo ha solo prodotto una colletta da 1 milione di euro, non molto di più di sto signori Forse è logico che finisca cosi

  4. Isatacuracaticachi 82 giorni fa

    Filtrate per favore...se volete il bene del Palermo filtrate le notizie...Arena...se non ricordo male è quello dei 120 milioni di buco!!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *