INTERVISTA

Furia Cellino: «La stagione
è finita qui, ho paura»

Furia Cellino: «La stagione è finita qui, ho paura»



 

C'è chi in questo periodo di crisi ed emergenza per il coronavirus pensa ad un ritorno in campo anche per allenarsi e chi pensa che questa stagione ormai sia andata, come Cellino, presidente vulcanico del Brescia. Al Corriere dello Sport ha rilasciato un'intervista molto diretta in cui racconta le proprie paure e non pensa proprio di tornare a giocare:

 

«E mi volete parlare di campionato, di scudetto? Non me ne frega un cazzo… Ho paura ad uscire di casa, mi sta venendo la depressione…Non bisogna pensare a quando si ricomincia, ma se si sopravvive. E se parliamo di calcio, tutto deve essere spostato alla prossima stagione. Realismo, signori. Questa è la peste. E poi avete letto o no il comunicato dei tifosi della Lombardia? Non vogliono che si riparta. Lo vietano loro, non la federazione. Prima la vita. La vita, cazzo. Ci sono ultrà che portano l’ossigeno agli ospedali, altri che piangono i loro morti, altri ancora intubati. Non si può più giocare quest’anno. Si pensi al prossimo. Qualcuno non si rende ancora conto di quello che sta accadendo, e quel qualcuno è peggio del virus. Io non credo ai miracoli, ho smesso di farlo tanto tempo fa. Resettiamo. Quante partite si sono giocate? È un terzo del campionato. La stagione è andata».

 

SCUDETTO

«Lotito lo vuole, se lo prenda. È convinto di avere una squadra imbattibile, lasciamogli questa idea. La stagione è andata, se qualcuno vuole questo scudetto maledetto se lo prenda pure. E non parlo perché siamo ultimi in classifica, siamo ultimi perché ce lo meritiamo. Chiuso. FInito».

 

STIPENDI

«Semplice: bruciato un terzo del campionato, taglino un terzo degli stipendi. Il modo più facile per aggiustare le cose. Il calcio occupa tante persone ma è anche in grado di superare la crisi».


ALTRI ARTICOLI

 

FUTURA

 

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO IN ITALIA DI SABATO 21 MARZO

 

CORONAVIRUS, CONTE: CHIUDIAMO TUTTO CIO' CHE NON E' NECESSARIO

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *