PARLA STIRPE

«Vicenda Palermo ha condizionato
il nostro campionato»

«Vicenda Palermo ha condizionato il nostro campionato»



Dopo il pessimo inizio di campionato in Serie A il Frosinone ha deciso di sollevare Moreno Longo dall'incarico di allenatore della prima squadra: al suo posto è stato chiamato Marco Baroni. Il presidente dei ciociari Maurizio Stirpe è intervenuto in conferenza stampa straordinaria per motivare la scelta del cambio tecnico e le ragioni del deludente torneo dei gialloblù tirando in ballo anche il Palermo

 

CASO PALERMO

«Voglio ricordare che l’inizio della stagione è stato condizionato anche dalla vicenda Palermo che ci ha tenuto impegnati fino al secondo grado di giudizio. Abbiamo finito la stagione il 16 giugno e un altro mese lo abbiamo perso per attendere le sentenze che coinvolgevano noi e il Palermo. Il Frosinone ha iniziato a giochicchiare in ritardo di un mese a causa di tutte queste situazioni. Adesso, rinforzeremo, senza dubbio la squadra».

 

ESONERO LONGO

«La decisione di esonerare Longo è stata presa perché esiste un’incompatibilità ambientale tra la sua presenza e i tifosi: non possiamo non tenere in considerazione alcuni fattori».

 

MERCATO

«Lasciatemelo dire, Frosinone non è una piazza dove tutti i giocatori vogliono venire. Ed è giusto che sia così: abbiamo fatto un anno di Serie A, poi siamo retrocessi e abbiamo riconquistato la promozione lo scorso anno».

 

BARONI

«La scelta di Baroni è stata ponderata sulla nostra mentalità. Non possiamo pensare che venga Mourinho, con tutto il rispetto per il Frosinone: sappiamo da dove siamo partiti e dove vogliamo arrivare. Dobbiamo lavorare con chi pensa che questo sia il vero Manchester United».







3 commenti

  1. Ciaparàt 32 giorni fa

    Bella Gioia, proprio non ti vuole entrare in quello pseudo-cervellino che possiedi, che tu in A non dovevi proprio starci e che ciò che percepisci dai diritti tv scippati al Palermo non dovresti proprio usarli ... In Paesi più civili del nostro adesso ti lascio solo immaginare dove ti ritroveresti ... Bye Bye viddanazzu ...

  2. PinkBlack 32 giorni fa

    Questo impunito omette di ricordare che la Sentenza del CONI ha detto che le sanzioni a carico della sua squadretta erano insufficienti mentre quelle congrue ai gravi comportamenti antisportivi dei suoi tesserati erano inapplicabili perchè tardive. Altro che perdere tempo! Lui in A non doveva proprio metterci piede. Omette di dire che a parti invertite con 60 milioni che ti cadono dalla tasca, avrebbe fatto lo stesso, anzi di più. Una cosa giusta l'ha detta in conferenza stampa. Che l'ambiente frusinate è cafonesco. D'accordo. Frusinati cafoni (e burini) lui, il capo dei cafoni!!

  3. Max 32 giorni fa

    Siete dove siete perchè siete quel che siete. Gli altri c'entrano zero.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *