TMW

Io, Zamparini e Arkus:
Palermo, senti Foschi

Io, Zamparini e Arkus: Palermo, senti Foschi



Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK


 

Una carriera a Palermo che la lasciato il segno fra colpi, aneddoti e cocenti delusioni. Rino Foschi, ai microfoni di TuttoMercatoWeb, si racconta ripercorrendo le tappe del suo passato da direttore sportivo rosanero, dalle sfuriate con Zamparini all'ultimo grande dolore per la fine del club rosanero nelle mani della Arkus dei Tuttolomondo:

 

«Dove dovrebbe andare Cavani? Se dipendesse da me... in Italia. E potrei anche prestarmi per convincere l’uomo. Quando è stato venduto al Napoli sono andato da Zamparini a dirgli: ‘lei è un pazzo’. Poteva andare al Manchester City da Mancini. Il direttore sportivo del Palermo quell’anno era Sabatini, non avevo un bel rapporto perché ero geloso, aveva preso il mio posto. Quando è andato al Palermo a mia insaputa, io ero al Wolfsburg per vendere Barzagli. L’anno scorso non gli ho dato La Gumina per fare il bene del Palermo e l’ho mandato all’Empoli che offriva di più. Poi ci siamo chiariti e ho riscoperto un Walter Sabatini eccezionale: se può aiutare un amico si presta subito».

 

SFURIATE

«Di quali sfuriate mi pento? Di tutte. Però se non avessi fatto determinate sfuriate non sarei andato al traguardo. L’ultima con Ferrero per La Gumina che poi ho ceduto all’Empoli. Ma poi quando voleva prendere il Palermo mi ha chiamato dicendomi ‘vado a comprare il Palermo, vieni con me?’. Gli ho risposto: ‘Ma che dici? Non eravamo litigati?’. Quella chiamata mi ha fatto piacere. Però di una sfuriata mi vergogno e ho fatto vergognare la mia famiglia: a Genova contro la Sampdoria ci hanno tolto la Champions per un calcio di rigore. Purtroppo al Ferraris quando devi uscire sei costretto ad attraversare il campo, sono andato via e mi è scappata una bestemmia. In più avevo dichiarato che l’arbitro aveva fatto più danni di quelli che avevano lanciato lo scooter a San Siro. Per tutta la settimana seguente a quella partita le tv hanno mandato in onda le immagini di me che bestemmiavo. Mi ha scritto un Monsignore accusandomi di non essere un esempio per i più giovani. Gli ho risposto: ‘ha ragione, ma sono più bestemmiatore io o quelli delle tv che ancora mandano in onda le immagini?'». 

 

ZAMPARINI
«Un giorno giocavamo a Napoli, ero in hotel con la squadra e arrivò il Presidente con la copia di TuttoSport secondo cui Amauri sarebbe andato alla Juventus. Mi tirò il giornale addosso, dicendomi che non avrei mai venduto Amauri ai bianconeri. Sono andato a fare la valigia... poi mi ha richiamato. Ho telefonato a Secco davanti a lui e li ho messi in contatto. Stavo dicendo la verità. Poi siamo andati avanti, io avevo voglia di chiudere. Qualcuno anche all’interno del Palermo sghignazzava e non ci credeva. Poi un giorno non ho detto niente a nessuno e con il solo segretario Felicori sono andato a Torino per andare a chiudere. In sede alla Juve c’erano i procuratori di Nocerino e Lanzafame che erano stati individuati come contropartite per chiudere l’operazione. Andando avanti nei discorsi si parlò dei contratti di Nocerino e Lanzafame e a quest’ultimo non volevo pagare l’ingaggio di 500.000 euro. I dirigenti della Juve erano tanti, io con me avevo soltanto il segretario. Dissi che non avrei pagato quell’ingaggio a Lanzafame. Tutti cercarono di controbattere, io andai via tra lo stupore dei presenti. Poi passata la rabbia sono tornato e ci siamo messi d’accordo e a Lanzafame diedi circa 300.000 euro. Blanc e Cobolli Gigli in quella circostanza dissero che ero stato bravo, ma che nelle trattative non ho lo stile Juve».

 

LE TAPPE DELLA CARRIERA

«A Verona e Palermo le tappe migliori della mia carriera? Direi di sì. Ma Palermo è un’altra cosa, a livello affettivo mi ha dato tantissimo. La Serie A, l’Europa, la rabbia per essere andato via, poi il ritorno e l’addio dopo venti giorni. E poi sono tornato l’anno scorso in tempi più difficili. Quando penso al mio lavoro penso in rosanero. Anzi, se un giorno dovessi vincere al Super Enalotto la prima cosa che farei sarebbe comprare il Palermo (sorride, ndr)».

 

ARKUS

«Non meritavo di vivere ciò che ho subito. Ho ancora le ossa rotte. Di quella gente non parlo. Se avessi avuto le spalle più larghe non avrebbero retrocesso il Palermo dopo un campionato giocato regolarmente e gli stipendi pagati. Sono rimasto deluso dal Palazzo. Perché la mia squadra in campionato ha gareggiato regolarmente. Sono persino diventato presidente e ho cacciato gli inglesi che avevano fatto solo dei danni. Siamo arrivati terzi e ci hanno mandati in Serie C. Non avevo le spalle larghe».

 

TUTTOLOMONDO

«Mi hanno licenziato perché non li volevo. Cercavo una nuova proprietà più solida perché li consideravo un bluff e poi i fatti mi hanno dato ragione perché il Palermo non si è iscritto al campionato. Lucchesi aveva dichiarato che mi muovevo come un elefante tra i cristalli, sapete perché? Semplicemente perché chiedevo spiegazioni sui soldi che non arrivavano mai. Ho dovuto svuotare il mio ufficio di notte perché dovevano presentare l’allenatore senza coinvolgermi. Un’umiliazione incredibile, a Palermo. Nella mia Palermo. Assurdo. Se tornerei a Palermo anche in categorie inferiori in caso di chiamata? La risposta è scontata».







20 commenti

  1. Mimmo la barbera 67 giorni fa

    Se zamparini avesse avuto un po' d'amore un po' di coraggio, avrebbe in tanto pagato tutti i fornitori invece di lasciarli senza un euro........ ha rovinato un sacco di persone, tanto lui e miliardario tanto in galera non ci va nessuno, tutti a dire amo Palermo ma poi.......... tanto ricordate Tuttolomondo e Zamparini prima o poi tutti dobbiamo finire sottoterra e i vostri soldi ve li spenderanno a sbafo i vostri eredi, ma nella storia rimarrete dei poveri schifosi b******i. Chi ama Palermo muore per palermo non scappa

  2. chi non salta è zamparini 82 giorni fa

    Ma di che blatera? Ma chi lo conosce? Pussa via ubriacone

  3. Rubini 82 giorni fa

    'Un rozzo'. Ballclose! Via via! Peggio di Scimitaz, peggio!! Via, Ballclose, zona Cannolo, via via!

  4. chi non salta è zamparini 82 giorni fa

    Lei è un fanfarone. Un ignorante a dispetto delle sue citazioni.Come si permette lei! Scommetto che se ha un diploma l'avrà conseguito in un istituto parificato studiando di sera e fuori tempo massimo. Un rozzo come lei non può essere colto come vorrebbe fa credere. Lei è solo un gran maleducato. Un mistificatore. Se un ragazzino di dieci anni vedesse ciò che scrive lei si traumatizzerebbe.

  5. Rubini 82 giorni fa

    Etilometro? Che vuol dire, come si permette, a chi si rivolge? Ignorante, insolente, ribadisco, ma è evidente. Lo capisce subito anche un ragazzino di dieci anni.

  6. Chi non salta è zamparini 82 giorni fa

    Questo non c’è proprio. Andato. Forse la redazione dovrebbe munirsi di etilometro o di un app per controllare il tasso alcolemico. Ci sarà una diavoleria per scoprirlo. Questo personaggio che da dell’ignorante agli altri e scomoda Catullo e Fellini per difendere zamparini o per insolentire gli altri con le sue castronerie entra a pieno diritto nella galleria dei ‘nuovi mostri’. Lei non sa nulla. L’ignorante è lei con quell’altro. Sopratutto è un gran maleducato un incivile, rozzo.

  7. Rubini 83 giorni fa

    E lei che quota, scimitaz, lei ha quotato! non quoti più, ha capito? Distanza! Lei è Ballclose, si informi! Lei ha solo Zamparini in testa! Cioè più che appecoronato! Cialtroneria? cialtrone, rincitrullito, come the abbottated , il suo amico Compagno. Via!

  8. chi non salta è zamparini 83 giorni fa

    @Rubini. Se lei ha un canale preferenziale col suo fedele compagno di servitù, scrivetevi privatamente. Questa è una chat pubblica. Le vostre corbellerie sono così insultanti che non si possono ignorare. Chiacchere insulti e adulazione non siete altro che questo e date dell'ignorante agli altri. Se non le piacciono i miei commenti li salti come dice di fare e non fa. Io sono libero di commentare ogni sua cialtroneria.Si deve rassegnare. Lei non sa nulla. Può incantare solo il suo socio. Scrivete solo scempiaggini

  9. Rubini 83 giorni fa

    Ma cosa quota, questo, @Rubini? Via via, distanza, ho fatto male a leggere, ma anche Rubini può sbagliare, ogni tanto e può distrarsi. Scimitaz e Ballclose, interessano e come. Al @Maestro ad esempio. Anche se il suo preferito è Paletta&Secchiello. ‘Non interessa nessuno’ pensa un po’, è arrivato ‘u principale’ e sentenzia. Via via, Ballclose!

  10. chi non salta è zamparini 83 giorni fa

    @Rubini, Il suo circo non interessa nessuno. Sono sollevato di non aver capito il significato di ballclose. I suoi deliri non mi interessano. Mi interessa il Palermo, cito la storia vera, quella delle cronache incancellabili, oltre i risultati sportivi, quella che lei contesta a suon di insulti, con le sue versioni deliranti. Ignori pure i miei commenti. Tanto la verità è sotto gli occhi di tutti. Lei è un mistificatore. Dica quello che vuole, così faranno gli altri, io. Si rassegni.Nel frattempo non insulti nessuno. P.S. Nell'ultimo periodo MZ ha imbrogliato, altro che se non l'ha fatto.

  11. Rubini 83 giorni fa

    'Imbroglione'. Solo gli imbroglioni vedono imbrogli ovunque. Meglio saltare sempre, cosa mi viene in mente, di leggere certe schifezze! Via Via! Ballclose! Peggio di Scimitaz!!! Ps Diceva di aver capito il significato di Ballclose, ma quando mai, quando mai! Solo il @Maestro può capirmi. 'Ex amici' si, cu cappilluzzu i paglia e i bermuda jeans, 6 tasche ahahahahah Quanto alla maggior parte, IO non sto mai con la MAGGIOR PARTE! Mi trovo a mio agio, sempre, con le minoranze.

  12. chi non salta è zamparini 83 giorni fa

    Dal 2004 al 2011 MZ è stato quasi buono. C’erano però i presupposti, (data la sua arroganza e la sua tendenza a sperperare il suo patrimonio), per prevedere ciò che avrebbe fatto nei successivi 8 anni: uno scempio, dove, tranne pochi l******i, la maggior parte delle persone si è giustamente allontanata. Non so di chi parla questo soggetto. Per me Guidolin, lui si un Maestro, è stato il miglior allenatore che mai il Palermo abbia avuto, meglio di Rossi. Quando si dimise il 30 maggio 2005, alla fine del primo torneo, nel 3-3 con la Lazio salutato da una ovazione, capii chi era lui e chi era MZ.

  13. chi non salta è zamparini 83 giorni fa

    Il poeta “De Peti” ovviamente è libero di pensarla come vuole. Uno dei suoi innumerevoli insulti consiste però nell’attribuire a muzzo atteggiamenti che probabilmente appartengono ai suoi ex amici di Ballclose (si dice così?) o di chissà chi altri. Ciò che non capisce questo soggetto insultante è che la maggior parte dei tifosi rosanero (incluso me) sono rimasti sconcertati dall’aridità progettuale e umana di un imbroglione che poteva fare molto di più se non fosse stato frenato dalla sua avidità e che non è stato ancora del tutto smascherato dalla magistratura.

  14. Rubini 83 giorni fa

    Zamparini affidò a Guidolin, per la Serie B, una squadra da primi posti in Serie A. Non contento, nella sessione invernale, gliene affiancò un'altra (vedi Grosso, vedi i fratelli Filippini). Dell'avventura palermitana di Guidolin rimangono nella memoria i nomignoli a lui affibbiati da certi 'tifosi' (v.ballclose) 'scantulin' 'u monaco' 'guidolines' e altre stupidaggini simili. Sono gli stessi tifosi che nella fase dorata agognavano Zamparini Sindaco della Città, ma che dopo la prima retrocessione pretendevano che gli venisse tolta la Cittadinanza. Monumenti alla 'facciolaggine' strisciata.

  15. Paolo 83 giorni fa

    Rino Foschi è appassionato dei colori Rosanero, purtroppo aveva un presidente che non lo lasciava libero di scegliere. La coppia Guidolin e Foschi senza le rotture di scatole di Zamparini avrebbero fatto grandi cose.

  16. Rubini 83 giorni fa

    Ecco, il calcio a Palermo, @Maestro. Mi piacerebbe in questo periodo, dove peraltro il calcio è solo ricordi, rivedere, per intero, una partita del Palermo. Una partita a caso, una partita dimenticata. Di quel Palermo (Foschi è nel mio cuore dalla sera di Genova, che però rammento ancora bene). Anche uno 0 a 0, oppure una sconfitta, anche lo 0-7, per capirlo meglio. Mi piacerebbe poi rivedere Genoa Palermo 3 a 4, nel campionato funesto (l'unico funesto). A proposito, Sky fa uno sconto agli abbonati a Calcio e Sport. Però bisogna richiederlo ed io non l'ho fatto.

  17. chi non salta è zamparini 83 giorni fa

    il Maestro di adulazione continua a deliziarci con le sue boutades, un maestro appunto, di provocazione, di inscienza, di qualsiasi cosa non abbia a che fare con il rispetto.

  18. Aggregazione galattica lame rotanti 83 giorni fa

    Un grande DS! Sarebbe più che auspicabile che Foschi e Zamparini (o i suoi eredi) riportassero il calcio a Palermo.

  19. Rubini 83 giorni fa

    'Non avrebbero retrocesso il Palermo'. In realtà il Palermo fu retrocesso, in C, soltanto in prima istanza. In appello la pena commutata in una pesante penalizzazione, quanto necessario per negarle la disputa dei play off. Diritto acquisito sul campo da una squadra che aveva il monte ingaggi più alto di tutta la Serie B (18 milioni circa). Penalizzazione pesantissima che comunque sanava, per la 'giustizia sportiva', TUTTI i cosiddetti precedenti 'tracchiggi' della Società e dei suoi vertici. Manca poi l'ultima puntata, cioè il concordato fallimentare e i motivi del successivo annullamento.

  20. chi non salta è zamparini 83 giorni fa

    Questo qui si comporta come certi collaboratori di giustizia che 'giocano'. Dice, non dice, attacca zamparini, poi no.... insomma le cose più importanti non le dice. Dei rapporti pregressi di Zamparini prima con gli inglesi e poi con Arkus, del famoso prestito di 2,8 mln fatto ad arkus da una società riconducibile alla famiglia zamparini (Mave srl) prima della cessione con scadenza 31.12.19. Insomma il Palermo è fallito col Sultano a bordo. Ma andasse a quel paese pure lui (Foschi). Questa gente a Palermo non deve tornare. Fatta salva la sua competenza calcistica, un altro quaquaraqua.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *