INTERVISTA

Foschi: Palermo più completo del
Pescara. Sogno lo stadio pieno

Foschi: «Palermo più completo del Pescara. Sogno lo stadio pieno»



 

Questa sera il Palermo affronta il Pescara in una sfida che, se vinta, porterebbe i rosanero primi in classifica. Il direttore dell'area tecnica dei rosanero Rino Foschi ha parlato del match a Tuttomercatoweb.com:

 

«Siamo arrivati all’undicesima di campionato con una media punti incredibile. Ci piacerebbe continuare questa corsa nell’alta classifica. È una partita difficilissima, uno scontro diretto, ma riferito a questo momento. Sarebbe uno scontro diretto vero se fossimo quasi alla fine, in ogni caso vogliamo migliorare la nostra classifica. E quella di stasera è un’occasione per fare un bel risultato.

Il Pescara? Come società sono partiti per fare benissimo, con tanta umiltà. Ma si sono già scoperti e si è già visto che sono competitivi e hanno un grande centrocampo. Noi, forse, siamo più completi in tutti i reparti. In B ci sono tanti giovani che ambiscono alla A. Il Pescara aveva un certo Verratti che lo hanno snobbato un po’ tutti, io lo avevo cercato a Padova. Machin ha qualità, come tanti altri».

 

Foschi ha parlato anche del suo acquisto forse più importante: «Puscas è un veterano della categoria ma lo considero giovane, siamo una squadra navigata. E sono contento che stia facendo bene. Deve continuare così».


LEGGI

SARÀ SORPASSO O FUGA


 

TIFOSI ALLO STADIO

«Me l’aspetto ma penso sia un sogno. Vedo che c’è molta distanza rispetto a quello che vorrei. Stasera giochiamo una partita importantissima, ma non vedo quanto vissuto negli anni passati. C’è una contestazione strana che da direttore del Palermo e palermitano acquisito non condivido. Se penso che ci sono squadre fallite e retrocesse che fanno dodicimila persone allo stadio e noi ci giochiamo il primato con poche persone, davvero, è una cosa che non concepisco. Vorrei tutti i palermitani allo stadio, per trascinare la squadra. Come i vecchi tempi. Per tornare grandi, insieme».

 

RINNOVI

«Si lavora senza fare troppa pubblicità. Non voglio fare ricatti o processi, i contratti fanno parte del calcio. Ci sono tanti campioni a scadenza e non se ne parla così tanto. Qui c’è un gruppo serio, tutti lottano per una maglia da titolare. La volontà di continuare insieme ci deve essere se si trovano gli accordi. Un professionista serio lavora sia a scadenza che con il contratto. Le cose vanno gestite con grande professionalità e io ho a che fare con un gruppo di professionisti».






5 commenti

  1. Aggregazione galattica lame rotanti 33 giorni fa

    Solo i 32.000 gatti della finale play off, tutti a libro paga - anello, naso etc. . Gli altri disertano.

  2. lupo 33 giorni fa

    Caro rino, le due retrocessioni ...programmate I palermitani non le hanno bevute credendo che siano state incident di percorso.Il criminals era convinto di portare avanti Il suo giochino ancora per molto tempo, e ancora per molto tempo lo stadio Sara vuoto finche Lui non leva le ....tende

  3. wert 33 giorni fa

    Da palermitano acquisito dove ti senti di essere,dovresti dovuto imparare a conoscere i palermitani....capisco che il tuo ruolo ti costringe a dire queste cose,ma come dice un vecchio proverbio romano..NON C'E' TRIPPA PER GATTI, fino a quando il traffichino non si allontana dalle antiche terre sicule.......cmq.......se il tifoso rosanero ha deciso la diserzione stadiale..........la percentuale che torni in dietro è vicino allo 0.......

  4. Funk 33 giorni fa

    Un'altro fumiere

  5. Aquilotto 33 giorni fa

    AH AH AH , CARO RINO TU SEI STIPENDIATO DAL TUO PADRONE E FINCHÉ CI SARÀ LUI LO STADIO PIENO A PALERMO LO POTRAI SOLO SOGNARE ,POI QUANDO FINIRÀ QUESTO INCUBO TI INVITEREMO A VEDERE DINUOVO IL BARBERA PIENO

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *