REPUBBLICA

Foschi a Milano, ma
non per il mercato

Foschi a Milano, ma non per il mercato



 

Mentre le discussioni sulle vicende societarie continuano Rino Foschi si trova a Milano, ma non per forza per gli ultimi due giorni di calciomercato. Secondo Repubblica, infatti, il direttore dell'area tecnica del Palermo sarebbe ai ferri corti dopo le “provocazioni” della proprietà inglese e starebbe pensando all'ingresso di soci palermitani. A Milano Foschi non sarebbe alla ricerca di giocatori, ma imprenditori che possano salvare il Palermo.

 

«La sua idea è quella di trovare finanziatori secondo un programma a breve e medio termine - si legge -. Nel primo caso addirittura più che breve, immediato. Una sorta di piano B nel caso in cui gli inglesi non facessero fronte alle scadenze del 16 febbraio con il pagamento degli stipendi. Foschi si è rivolto a imprenditori palermitani per risolvere l'emergenza di gestione nell'immediato e pensa poi di allargare questa sorta di cordata anche ad altri finanziatori. La cassaforte comune della rete di società controllate dalla Sport Capital Group Plc è tragicamente vuota e Foschi non vuole rivivere la stessa situazione che ha vissuto un anno fa a Cesena. Anche allora quando tutto però era ormai compromesso, provò a mettere insieme imprenditori per salvare il club, ma non ci riuscì».

 

Foschi sarebbe ancora in conflitto con la nuova proprietà visto che Richardson ha annunciato l'ingaggio dello svincolato Niklas Gunnarsson. Giocatore definito ancora in prova da Foschi e Stellone. Il nodo da sciogliere è proprio quello sul ruolo ricoperto perché, come ha dichiarato sul nostro sito, Richardson ricopre il ruolo sportivo, ovvero lo stesso ruolo di Foschi.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

ALTRI ARTICOLI

 

• COMUNICATO DEL PALERMO CALCIO 

 

• ESCLUSIVA - COMUNICATO DEL PRESIDENTE RICHARDSON

 

• SPORT CAPITAL GROUP PLC: NON C'È NESSUN MISTERO






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *