AI NOSTRI MICROFONI

«Che squadra il mio Palermo»
Esclusivo Fontana a FP.IT

«Che squadra il mio Palermo». Esclusivo Fontana a FP.IT



Credo che nella vita le cose nascano anche per caso: sono di Cervia, figlio di bagnino cresciuto a cento metri dal mare. Per me approdare in una città di mare come Palermo è stato qualcosa di incredibile, non può esserci niente di meglio. Sono arrivato in una grande squadra: quel Palermo era composto da calciatori e uomini incredibili. Barzagli, Zaccardo, Corini, Tedesco, Simplicio, Biava per citarne alcuni: avevamo una grande squadra con una società alle spalle competente, un direttore sportivo che sapeva sempre cosa fosse necessario per il bene del gruppo.

 

Continua con i ricordi della sua esperienza a Palermo il racconto dell’ex portiere Jimmy Fontana ai nostri microfoni. Il segreto di quel gruppo vincente, il suo legame con la città e i tifosi, Zamparini come presidente e il saluto alla Sicilia.

 

Quello è stato un Palermo guidato da grandissimi allenatori, come Guidolin e Colantuono. Personalmente credo che mister Guidolin abbia avuto meno di ciò che avrebbe meritato: all’esterno magari uomo di poche parole ma tecnico di immenso carisma e personalità, un vero leader.

È stato un Palermo che per tanti anni è stato in lotta per le prime posizioni della Serie A in un campionato di livello altissimo, qualcosa di veramente importante.

 

Ricordi in rosa e nero

Ho avuto uno dei momenti più belli e importanti della mia carriera: quando entrai in campo nella sfida contro la Fiorentina, tutto il Renzo Barbera si è alzato in piedi per applaudirmi. Che ci fosse un legame particolare con la città te ne rendi conto e anche di come la gente ti apprezza per il fatto che dai tutto per la maglia. Questo è il ricordo più bello, dico grazie per questo alla città. Oltre a tale episodio, quotidianamente ho vissuto bene: se la tua famiglia sta bene e vive bene in un posto è più facile e bello lavorare bene.

 

Maurizio Zamparini

Il presidente era così: con eccessi in positivo e qualche eccesso in negativo. Ha prelevato il Palermo e lo ha portato ai vertici del calcio, poi sicuramente avrebbe potuto concludere e salutare diversamente.

È difficile giudicare dall’esterno anche se certamente posso dire che speravo finisse meglio l’esperienza di Zamparini a Palermo. Ho constatato con mano quanto fosse orgogliosa la città di avere la squadra a quel livello, ho vissuto il grande attaccamento dei tifosi alla squadra. Ricordo Foschi e Sabatini come fossero presi e trascinati da quell’entusiasmo, così come anche il presidente Zamparini.

 

In conclusione il saluto ai tifosi rosanero

Innanzitutto è stato centrato un obiettivo, quindi è giusto goderselo perché nel calcio raggiungere il risultato non è affatto una cosa scontata. Il Palermo tornerà nel calcio che conta perché la città ha un potenziale grandissimo: questo entusiasmo può essere la marcia in più poiché esalta chi decide di indossare la maglia rosanero. Come struttura e ambizione anche la prossima categoria deve essere di passaggio anche se non mancheranno i momenti difficili: lì la gente deve essere brava, mettere da parte i dieci anni di alto livello in Serie A e Uefa per immedesimarsi nel presente e sostenere sia la squadra che la nuova società. Così il Palermo in pochissimi anni potrà tornare ai vertici del calcio italiano come merita.


 

ALTRI ARTICOLI

 

GRAVINA: «AL LAVORO SUL PROTOCOLLO PER LA RIPRESA DEL CAMPIONATO»

 

OGGI STOP ALLA D, VENERDÌ LA SERIE C PER IL PALERMO

 

SPADAFORA: «IL 28 MAGGIO DECIDEREMO LA DATA DI RIPRESA DEL CALCIO»

 

IL CTS APPROVA IL PROTOCOLLO: VIA AGLI ALLENAMENTI DI SQUADRA

 

«NON COSTRINGETEMI A CHIUDERE ALCUNE ZONE». IL MONITO DI ORLANDO

 






10 commenti

  1. bugia 54 giorni fa

    ..cioè, è stato Mirri a fare fallire il Palermo?? ma vedi d'annattene..

  2. Rubini 54 giorni fa

    ‘Mi fate sape’ ’ sto Zampari’ -Ballclose alla romanesca. Vai a dormire GIGINIELLU, crapa pelata e sempre Onore alla Targa Floriano, altro che Fontana, Zauli , Nocerino e Vazquez! Ahahahah Ps per il fallimento, ripetuto mille volte, devi chiedere a Mirri ( ‘’PALERMO, il gioco dell’oca!’’). Vergogna!

  3. bugia 54 giorni fa

    A proposito di Zauli.. mediagol, anno 2015 'Maurizio Zamparini questa settimana è tornato a parlare del futuro di Franco Vazquez. Al termine della stagione corrente, il Mudo lascerà Palermo e il Palermo. L’italo-argentino è stato ufficialmente messo all’asta: il club di viale del Fante, adesso, attende solamente la migliore offerta. “Ho letto le ultime di Zamparini: dopo giugno Franco andrà via, al migliore offerente. Sbagliato – ha dichiarato Lamberto Zauli, intervistato dal ‘Corriere dello Sport -. Così l’attenzione in campo si abbassa'...............un DRAGO 'sto Zamparì...

  4. bugia 54 giorni fa

    ONORE, ONORE...abbiamo capito.. E certo, peccato che qualche eccesso, in negativo, di troppo ci ha condotti al fallimento... Ma cosa volete che sia, quisquilie....Fatta fallire una società, sempre un'altra da comprare ci sarà.....si vedrà.. Andate, se ne avete, il coraggio, su un sito di tifosi veneziani a declamare le virtù ru vs patruni...poi mi fate sapè.

  5. Rubini 55 giorni fa

    @BuGIGIa. GIGInielllu, Topo GIGIo, chi non salta. Nocerino per te, ovvero per GIGIniellu (nieinti e nisciuno anche per il tifoso Adriano), non era altro che un pacco rifilato a Zamparini, nell' 'affaire' Amauri. Silenzio, quindi, FORBIDDEN (bastava un colletta da 5 Euro, per salvarlo, vergogna!! E ancora vergogna, Ballclose!!) Ps Memento! Jimmy Fontana (per sempre nel cuore rosanero ): ''Il Presidente era così: con eccessi in positivo e qualche eccesso in negativo'' ONORE quindi al ''Presidente'', Maurizio Zamparini! Pps Da non perdere l' intervista a Zauli, di ieri!!

  6. Bugia 55 giorni fa

    In ogni caso, direi che è più verosimile il giudizio di uno che ha vissuto a cavallo tra l'era d'oro e l'era dello smantellamento...Vedasi intervista a Nocerino...o, in quel caso trattasi di menzogne?

  7. Bugia 55 giorni fa

    @Ruby, vero, soprattutto quando Fontana afferma che Zamparini avrebbe potuto concludere diversamente. Vedo che finalmente lo hai compreso anche tu.

  8. Bugia 55 giorni fa

    Ancora le stesse banalità... L'UEFA era snobbata da tutti i club italiani, compreso il Palermo..organici ridotti...si schieravano le riserve..si pensava al campionato...e gli stadi dovevano essere pieni? Banalità.

  9. Aggregazione galattica lame rotanti 55 giorni fa

    Interessante come Fontana sottolinei l'importanza fondamentale del sostegno del pubblico. Certo è che sarebbe stato più semplice sostenere la squadra in Coppa UEFA, o persino quando militava ancora ai vertici della serie B...

  10. Rubini 56 giorni fa

    La verità, secca, santa e nuda, raccontata dai protagonisti. Fotografia nitida, da conservare nell'album dei ricordi, delicatamente, perché di un tempo passato, che mai più tornerà. Sfiorisci bel fiore.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *