SIAMO AQUILE

Floriano: «Dobbiamo e possiamo
fare molto di più»

Floriano: «Dobbiamo e possiamo fare molto di più»



Protagonista nelle ultime sfide che ha visto protagonista il Palermo, Roberto Floriano è intervenuto in occasione della trasmissione “Siamo Aquile” su TRM.

Di seguito le sue dichiarazioni:

«Avevamo bisogno dei tre punti e di muovere la classifica in maniera positiva. Siamo contenti e bisogna pensare alla prossima sfida. Pagani era un campo in cui si faceva fatica a giocare. Abbiamo fatto una partita di sostanza e dove abbiamo lavorato tutti insieme. Al 95° hanno avuto un’occasione importante e dobbiamo lavorare su questo: cercare di non concedere nulla fino alla fine. Possiamo e dobbiamo migliorare».

NOLA-PAGANI

«Durante tutta l’estate sono rimasto a Palermo e mi sono allenato tutti i giorni, avevo tanta voglia di dimostrare il mio valore. Non è vero che non ho giocato perché dopo il Covid ho fatto 5-6 partite in cui secondo me stavo facendo anche bene. Ho fatto gol contro la Juve Stabia ed ero titolare. Poi a Foggia abbiamo perso con una brutta prestazione e sono stato messo un po’ fuori dai radar. Bisogna sempre lavorare e continuare a crederci. Nelle ultime partite ho avuto un po’ più di spazio e penso di aver abbastanza ricambiato nonostante non sia soddisfatto di me e dei risultati della squadra. Dobbiamo e possiamo fare molto di più. Si devono portare a casa i tre punti, non si possono fare sempre due tre gol, a volte ne basta uno senza subire reti».

 

POCHI MINUTI GIOCATI

«Dopo Foggia ci sono state altre scelte e io sono a disposizione dell’allenatore, a quanto pare non davo garanzie e non giocavo, o almeno giocavo poco. Devi dimostrare in allenamento che ci sei. Forse anche per incapacità mia non ci sono riuscito e il mister ha fatto le sue valutazioni. Un giocatore vuole sempre giocare e bisogna dimostrare il proprio valore e dare una mano alla sua squadra. Alcuni momenti li vivi male».

 

GARANZIE AL NUOVO TECNICO

«Garanzie per Filippi? Io sono sempre stato me stesso. Io sono sempre rimasto a Palermo e mi allenavo ogni giorno allo stadio e volevo dimostrare di essere protagonista con il Palermo in Serie C. Io cerco sempre di dimostrare. Io non chiedo i motivi per cui non mi facciano giocare. Io sfrutto i momenti che mi concedono».


NEWS DI GIORNATA

 

MONOPOLI-PALERMO: RINVIATA

 

FLORIANO: "FUORI DAI RADAR DOPO FOGGIA. A QUANTO PARE NON DAVO GARANZIE"

 

LA REPUBBLICA - PALERMO: OUT DE ROSE. CENTROCAMPO A MARTIN

 

GDS - IL PALERMO RISCOPRE LE FASCE

 

PALERMO: SERVE PARTENZA SPRINT





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *