CAOS

Firmato «La presidenza»,
anzi no, «la proprietà»

Firmato «La presidenza», anzi no, «la proprietà»



Il comunicato con cui nella giornata di ieri Maurizio Zamparini ha provato a fare chiarezza sul closing ha in realtà alimentato ulteriormente l'insicurezza della piazza rosanero.

Le parole dell'ex presidente rappresentano un vero e proprio ultimatum a Paul Baccaglini: nessuna variazione rispetto all'offerta pattuita a febbraio, dunque o si chiude domani o l'affare salta.

 

A Palermo regna il caos.

Il sito ufficiale non era mai stato così impegnato. Non uno, ma due presidenti: il primo, al momento unico proprietario - che a volte si firma La Società, altre volte La Proprietà - nell'ultimo periodo ha usato il canale ufficiale per lanciare messaggi al secondo, nominato frettolosamente presidente, e adesso a rischio detronizzazione.

Un ufficio stampa e una dirigenza divisi a metà: da una parte il passato che, almeno a parole, vorrebbe farsi da parte, dall'altra il futuro che adesso rischia di non concretizzarsi, che lottano a colpi di comunicati.


Dal quel primo annuncio - le dimissioni di Zamparini e l'imminente cessione ad una cordata angloamericana - ad oggi, una battaglia a mezzo stampa tra il vecchio ed il nuovo presidente, un mix di messaggi indiretti, ultimatum, ottimismo e preoccupazione. Un botta e risposta degno di una battaglia tra correnti di partito affidato ad un ufficio stampa, che è uno, ma da tre mesi si divide tra Proprietà e Presidenza, facendosi portavoce della lotta viscerale tra i due contendenti: un paradosso unico nel panorama calcistico italiano.

Domani potrebbe arrivare l'ultimo dei comunicati double face: anche l'ufficio stampa del Palermo potrà tornare alla normalità, con il nuovo o con il vecchio.

 

E se il presente rosanero avrà ancora le sembianze di Maurizio Zamparini, risulta difficile immaginare da quale destino sia atteso il Palermo. Di certo, non si parlerà più di investimenti faraonici per le infrastrutture (stadio e centro sportivo), aumenta la probabilità che il progetto di risalita in A sia più lento e, ad oggi, appare come una certezza la conferma della squadra di consiglieri e consulenti che ha fin qui coadiuvato il patron. Se non altro, per mancanza di tempo. 

 

E così, quando tutto sembrava fatto, a pochi giorni dalla scadenza per l'iscrizione al prossimo campionato di serie B, senza un allenatore (Bortoluzzi saluterà a fine mese) e un direttore sportivo (al netto dello stesso Zamparini), il Palermo Calcio è un cavallo a briglie sciolte, con una meta da raggiungere, privo di un punto di riferimento.






16 commenti

  1. Curiosità detto Gigi-o 6 giorni fa

    È ora ri finilla vieru, viva europalle!

  2. Curiosità 6 giorni fa

    Signor Mannino, DIrettore, Capo redattore, e tutto il personale di forzapalermo.it, vi vorrebbe chiedere un'infommazione: ma chi ci trasinu tutti questi commenti che ci parlano di altri siti e cristiani con l'articolo? Siate seri, chi è stu curtigghiu! :-D

  3. keyserSoze 7 giorni fa

    Dovrebbe essere Europalle Rosanero, passi che delirano, ma che offendono chi la pensa diversamente è patetico, come le offese a quel ragazzo belga, ruspante non colto ma sincero e tifoso. Mentre i tuttologi augurano il fallimento del palermo essendo la maggior parte strisciati. Per ciò che concerne il palermo o cè questo closing o saranno guai seri.

  4. GO YANKEE 7 giorni fa

    Quale sito, scusa?

  5. rosapersempre 7 giorni fa

    Meno male che c'è il sito "pensiero unico" dove abbiondano le "Teste" (pensanti, che avevate capito). Dal guru del sito, so tutto io anche perché ho una bancarella all'uscita del porto, allo ineffabile maxmara, al parigino dell'accademIa da cuccia (a crusca finiu) di via dietro la parrocchia che ogni tanto ci intrattiene sui massimi sistemi e per giunta aggratis.Andate e fatevi quattro risate.

  6. Pietro da Trapani 7 giorni fa

    Continuano a babbiare. E babbi pure noi che ci andiamo ancora d'appresso.

  7. Matteo 7 giorni fa

    @MM... Saputo, Cascio, Baccaglini ... sei sicuro che il friulano voglia vendere? o gioca a farsi ringraziare a vita come salvatore DITTATORE della patria dai tifosi di una squadra di calcio che tanto gli da organizzando queste FARSE?

  8. wert 7 giorni fa

    Per me resta una buffonata...per quale motivo ha nominato presidente il fighetto americano senza percepire un euro? per quale motivo ha voluto fortemente la B se poi doveva vendere? (poteva salvare la serie A Vendendo meglio. Perchè non ha dato credibilità a Cascio? (l'unico intenzionato) dopo i cinesi,arabi,messicani,ecc.

  9. paolo 7 giorni fa

    Repubblica prima scrive che è Baccaglini che ha posto un ultimatum dopo aver presentato un'offerta da 70mln, mentre Zamparini fa intendere che l'unica offerta è scritta nel preliminare firmato a Febbraio. O qualcuno mente oppure è solo il gioco delle parti tra venditore e acquirente. A me suona come "non accetto offerte a ribasso e se fallisce il closing è solo colpa di Baccaglini". Le storie sul bene del Palermo e la stagione da programmare sono solo fumo per gli occhi per accreditarsi come il salvatore della patria. Ovviamente l'utilizzo del comunicato appare come un colpo basso

  10. Claudio P. 7 giorni fa

    Si certo, ci ha perso pure tempo.

  11. MM 7 giorni fa

    @Matteo, sì, e lo ribadisco. In mezzo a tanta instabilità, è una fortuna che qualcuno si stia occupando del Palermo.

  12. wert 7 giorni fa

    La mia curiosità è quella di sapere:...non quando ci sarà la chiusura (closing),.......ma quando la finiranno di fare i buffoni.....

  13. Matteo 7 giorni fa

    Ma....."per fortuna che c'è zamparini" titolava qualche giorno fa lo stesso autore di questo post. Prosit

  14. Siracusarosanero 7 giorni fa

    @claudio hai ragione purtroppo però molte m e r d e si rifaranno con le strisciate vergogna

  15. Kam 7 giorni fa

    Tanto caos! E con il presidente Baccaglini a rischio esonero! Credo che ci siano tutti i presupposti per farci un film tragicomico!

  16. Claudio P. 7 giorni fa

    Il calcio con C normale a palermo è finito, polverizzato, annientato, nell anima , nel gioco, nella logica, nelle aspirazioni, nell orgoglio, in una piazza ormai disabituata a navigare a vista.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *