PROGRAMMAZIONE

Finito il campionato, si
lavora per la prossima stagione

Finito il campionato, si lavora per la prossima stagione



Adesso si può dire, questa stagione è veramente finita. La vittoria d'orgoglio di ieri sera del Palermo, guidato da Bortoluzzi, contro l'Empoli ha chiuso il capitolo rosanero con la Serie A. Una stagione piena di cambi, stravolgimenti e ribaltoni che poco sono serviti a smuovere le cose e a migliorarle. La fine di un ciclo, quella di Zamparini, che si è concretizzata - ma non del tutto - con le sue dimissioni da Presidente del Palermo e il conseguente arrivo di Paul Baccaglini. Il campo ha parlato, i rosanero retrocedono e vanno in Serie B, si chiude un brutto capitolo della storia del Palermo, ma adesso è già il momento per voltare pagina.

 

Da oggi in poi ci sarà spazio per concentrare tutte le energie per programmare la prossima stagione in Serie B. Si dovrà ripartire quasi da zero perché è in atto un passaggio di proprietà e ci sarà da riformare l'organigramma della società. Che avvenga il closing o meno, la priorità è quella di trovare un direttore sportivo che abbia pieni poteri di natura tecnica e che sia capace di scegliere gli uomini giusti per una pronta risalita in Serie A, come detto da Baccaglini più volte, e un allenatore con una certa esperienza nella categoria. Il mese di giugno sarà fondamentale per vederci chiaro, si aspetta il closing per capire realmente chi sarà alla guida del timone. Se sarà vero cambiamento, si confermerà dalla scelta della dirigenza, dello staff tecnico e dal mercato. In questi giorni sono circolati diversi nomi sia di direttori sportivi che di allenatori. Foschi, Laneri e De Vito sono alcuni candidati per la dirigenza, mentre l'allenatore potrebbe essere Edy Reja, ma attenzione anche a Bortoluzzi, che bene ha fatto in queste ultime giornate. 

 

Le parole di ieri di DiamantiSe qui si fanno le cose per bene io rimango») fanno riflettere, forse in riferimento a una gestione precedente o su un modo di fare attuale ancora poco chiaro. Molto dipenderà da cosa risucirà a trasmettere la nuova dirigenza e se sarà in grado di fornire gli elementi per un nuovo progetto ambizioso e, soprattutto, serio. Ci sono giocatori che meritano la conferma, come lo stesso fantasista, il bomber Nestorovski, il quale ha già detto di voler restare e capitan Rispoli. Qualche giovane promettente potrebbe essere confermato per rilanciarsi definitivamente. Per il resto, il mercato dovrà portare giocatori d'esperienza, di categoria e di qualità sufficiente per puntare subito alla promozione. Non sarà facile ricostruire dopo una stagione piena di record negativi, ma nel finale di campionato ci sono state delle risposte importanti dal quale bisogna ripartire. I tifosi sperano in un cambiamento il più presto possibile, ma ci vogliono vedere chiaro, perché di promesse ce ne sono state fin troppe, e se fino a ieri lo stadio era vuoto è stato anche per questo. 

 






14 commenti

  1. MarcelloLn 29/05/2017

    Ultima considerazione. Secondo il giornalista Massimo Norrito, il patrimonio personale di Zamparini è, ancora, stimabile intorno al miliardo di Euro. Immaginarlo in giro per il mondo ad imbastire truffe (milionarie?) ai danni del Palermo, mi risulta difficile. Per quanto riguarda il resto, Banche&Fisco, non mi sembra che sia stato finora colpito da avvisi di garanzia, di comparizione o simili. Probabilmente ci saranno delle cause civili, non è detto che le perderà o che le perderà tutte. Infine, il cinismo. La Marsa, Palermo, 21 marzo, ospite d'onore: Luciano(ne) Moggi.

  2. MarcelloLn 29/05/2017

    Comprensibile? Semmai ipotizzabile. Con le ipotesi puoi fare qualsiasi cosa, ma sempre ipotesi rimangono. Anche il "malloppo" è soltanto una tua ipotesi, ipotesi le tue "magagne", invece le manette, di cui parlavi prima, hanno tintinnato davvero, ripeto; non a Palermo, bensì a Messina, Catania e Trapani. In ordine di esecuzione. Per disposizione di alcuni Giudici Italiani, non del club di Sky Sport. Ps Nei 15 anni dell'era Zamparini nel calcio italiano è successo di tutto, da Calciopoli a Scommessopoli. Con le Big in prima linea. Scandali clamorosi, mai sfiorato il Palermo.

  3. Blackmamba 29/05/2017

    Per ciò che concerne il tintinnio di manette....verissimo che a catania messina trapani ecc hanno le loro magagne, ma io credo che tutti loro messi insieme e moltiplicati per dieci possano raggiungere il cinismo e l'opportunismo dimostrato in tante occasioni da Maurizio Zamparini, le sue allegre frequentazioni slave, i suoi disinvolti import/export di valuta in giro per il mondo, le sue farse fatte con finti arabi ecc... insomma che al caldo ci sia il "malloppo" non ho dubbi e prima o poi la verità salterà fuori. Mai creduto in errori di gestione ma solo a CINICA PIANIFICAZIONE.

  4. Blackmamba 29/05/2017

    MarcelloLn Non cè motivo di scaldarsi si dialoga serenamente almeno io... il fatturato del palermo è facilmente comprensibile in quanto tra diritti tv sponsor pubblicità abbonamenti ecc ecc le cifre se non sono quelle ci si avvicina e ovviamente escludo le plusvalenze. Queste cifre le ha fatte solo zamparini perché cè solo lui da quando ci sono i diritti televisivi ma li avrebbe fatti qualsiasi altro presidente di medio spessore e intelletto, e città come Chievo verona, bergamo, cagliari firenze ecc ecc ecc lo dimostrano.

  5. MarcelloLn 29/05/2017

    Ancora con questa storia dei 70 Milioni, che bisogna gestire in modo onesto e pulito. 70 Milioni, o anche 100, il Palermo li ha fatturati SOLTANTO con ( grazie a ) Zamparini, in quale modo non so, ma SOLTANTO con Zamparini. E per quanto riguarda "strani e loschi movimenti", se tanto vi piace il tintinnio delle manette, intanto indirizzate le antenne altrove, in Sicilia: Messina, Catania, Trapani. Il suono non è ancora cessato, i nomi però li trovate nella cronaca giudiziaria, non più in quella sportiva. Sono gli imprenditori "locali", che portavate ad esempio.

  6. Blackmamba 29/05/2017

    Riguardo "la fila per prendere il Palermo" cè da fare una precisazione, ormai i flussi di denaro sono indirizzati in tutta europa verso una quindicina di squadre e da qui il progetto di una campionato europeo per Club, e che Il Palermo sia stato spremuto e utilizzato per scopi personali non cè dubbio, nel tempo ho capito che MAI e poi MAI cè stata la reale intenzione di vendere da parte di Zamparini, oggi è possibile che l'azienda Palermo serva da parafulmine per altri strani e loschi movimenti e mi aspetto da un giorno all'altro che il vaso di pandora si scoperchi con un tintinnio di manette.

  7. Blackmamba 29/05/2017

    MarcelloLn Non entro nel merito dei grandi numeri ma se ci sono due miliardi di debiti lo si deve a una lega corrotta e a dei presidenti scriteriati che pur di stare li in alto accondiscendono a richieste di procuratori e giocatori con ingaggi di 4/5/6/ milioni come se fossero pop corn. Se Milano e Roma hanno mollato e tra poco anche Firenze, un motivo ci sarà e in ogni caso il Palermo con i suoi "miseri" circa 70 milioni di fatturato se gestito in modo ONESTO E MODERNO avrebbe tutte le carte per stare agevolmente in serie A senza ombra di dubbio.

  8. MarcelloLn 29/05/2017

    @Blackmamba. "Palermo calcio come azienda vale un fatturato in A abbastanza appetibile". Fosse così, ci sarebbe la fila per rilevare il Palermo, invece c'è solo Baccaglini, che di tutto parla, tranne che di calcio e di calciatori. Dalle analisi fatte sugli ultimi bilanci dei club di Serie A viene fuori un indebitamento complessivo pari a circa 1,9 miliardi (profondo rosso-sangue). Indebitamento che cresce ogni anno, costantemente, al ritmo di 150 milioni l'anno. Nonostante l'aumento degli introiti derivanti dai diritti televisivi.

  9. Castaldo 29/05/2017

    La domanda è: "Riusciranno i due pretendenti alla presidenza del Palermo ad iscriverlo al prossimo campionato di serie B?" Diamanti vuole rimanere non è una buona notizia!

  10. Yanez 29/05/2017

    Nestorovvski ha fatto 11 gol come Dybala. Per dire, va.

  11. Siracusarosanero 29/05/2017

    nonostante tutto i crotonesi hanno meritato, onore quindi al merito (loro), che dire! per il resto posso dire che almeno personalmente spero di essermi liberato di quel f o t t u t o vegliardo friuladro che non l'ho mai digerito neanche se mi avesse fatto vincere lo scudetto perchè io (nonostante mi sia caricato di critiche) alla lunga ho avuto ragione, è una piccola soddisfazione sapere che a Palermo non ci sia più chi ne parla bene di quel c e s s o!

  12. stefano 29/05/2017

    cerco..di leggere tra le righe...... Ieri il palermo ha vinto perché non è più di Zamparini.. diversamente, l'ordine di scuderia srebbe stato...."perdere la partita" credo che il friulano difficilmente avrebbe rinunciato alla possibilità di incassare ulteriori 15 milioni di euro....visto che, nelle sue ultime gestioni, di sportivo e di attaccamento al Palermo nn c'è stato più niente

  13. Blackmamba 29/05/2017

    Riguardo il palermo mi sento svuotato e distaccato, troppe incognite e troppe chiacchiere e a tutt'oggi zero fatti. Mi aggrappo e convinco a due sole "certezze" primo che il Palermo calcio come azienda vale un fatturato in A abbastanza appetibile e quindi spero che non si arrivi mai a tragiche conseguenze leggasi fallimento, secondo che VADA COME VADA il sig. Zamparini non potrà più mettere piede a palermo se dovesse saltare il falso o presunto closing. Non credo ne avrà il coraggio tutto ha un limite.

  14. Blackmamba 29/05/2017

    Buongiorno a tutti, finalmente questo supplizio è finito. Da settimane tifavo crotone che è stata la squadra più seria e meritevole, a parte il pescara sono scese le due più antisportive società di questo 2017, entrambe hanno falsato il campionato ai limiti della TRUFFA. Un empoli che se fatto due conti e ha preferito andare in b dimezzando ingaggi e costi e che tra paracadute, vendite, e risparmi ci avrà guadagnato, e dove in B allestendo una squadrehftta magari risalirà subito.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *