CONFERENZA STAMPA

Filippi: «Non ci siamo arresi,
lotteremo fino alla fine»

Filippi: «Non ci siamo arresi, lotteremo fino alla fine »




Intervenuto in conferenza alla vigilia della trasferta di Latina, queste sono state le parole del mister Giacomo Filippi:


"Contro il Bari dovevamo vendicare il derby ed è stato fatto, ora non dobbiamo rifarci. Per domani abbiamo qualche assenza fisica, Valente non ha recuperato e anche Marconi ha un affaticamento, Doda non sarà convocato, più Marong che è ancora infortunato. Giron invece è recuperato. Siamo pronti per andare a fare un'ottima prestazione".


STANCHEZZA E SCARSA VENA REALIZZATIVA
"Sicuramente, è anche fisiologico che qualche giocatore abbia un calo, però dobbiamo tirare fuori il meglio prima di rifiatare e ripartire giorno nove".


OBIETTIVO E CLASSIFICA CORTA
"Abbiamo steccato a Catania, ma col Bari ho visto una squadra che ha lottato alla pari con la capolista. Noi dalla partita col Bari siamo usciti consapevoli di poter contrastare tutti, noi non abbiamo perso con nessuna delle big. Io penso solo a domani, una partita importante che dobbiamo vincere a tutti i costi per rimanere agganciati anche al Bari e continuare il nostro percorso che è quello di arrivare più in alto possibile".


ARIA DI RESA
"Assolutamente no, sia da parte mia che anche della società e della squadra. E' vero che sono passate 19 gare e la classifica è delineata, ma siamo qui per migliorarla e insidiare il primo posto".


PRIMI BILANCI
"Ho già risposto dopo il Bari, se c'è una classifica col Bari a 8 punti in più rispetto a noi evidentemente lo merita, ma noi siamo qui a cercare di correggere e migliorarci, per migliorare la classifica".


LETTURA DELLE SITUAZIONI
"Noi prepariamo le partite in una certa maniera e i ragazzi lo fanno bene, spesso andiamo in ri-aggressione con più uomini per riconquistare la palla. Voglio sottolineare una cosa: oggi stiamo parlando troppo del Bari e poco del fatto che domani andiamo a giocare a Latina che ha fatto 20 punti in casa, sarà durissima".


CRITICHE INGENEROSE
"Il tifoso vorrebbe vedere sempre la propria squadra al vertice, è normale. Poi andare ad analizzare tante dinamiche non è semplice per loro, anche perchè non le sanno. Io dico solo che questa squadra sta facendo il massimo, ha dei valori e lotterà fino alla fine per arrivare più in alto possibile".


RAPPORTO SOLERI-BRUNORI
"Secondo me possono convivere, sono complementari. Poi ci sta che un compagno possa inveire contro l'altro ma capita, non è un problema. Stiamo parlando di due giocatori che fuori dal campo hanno un rapporto eccellente. Poi ci sono partite ed avversari in cui può sembrare che non vadano bene, ma non è così".


RUOLINO INTERNO DEL LATINA E TATTICA DA USARE
"Sicuramente è una partita molto delicata, dove la farà da padrone l'ardore agonistico e i duelli a metà campo. Decideremo tra oggi e domani se giocare col trequartista o meno, avendo il centrocampo tutto a disposizione possiamo scegliere con serenità".





 





7 commenti

  1. Francesco 233 giorni fa

    Filippi a casa, non sei degno di allenare il Palermo, rimani lì seduto alla panchina solo x un fattore economico x la società con pochi soldi, tutto lì!

  2. obiettivo 234 giorni fa

    Mica puo' dire il contrario.

  3. ale9357 234 giorni fa

    Visto il divario tra le rose, stare 8 punti dietro e averli pure costretti al pareggio a reti bianche (comunque in casa) è grasso che cola. Filippi,che l'anno scorso era il salvatore della patria,piano piano sta diventando,agli occhi dell'esigente (nonchè abituato al grande calcio) pubblico palermitano,il male supremo; quello che era l'anno scorso il povero Boscaglia al quale si chiedeva di vincere la Serie C con Saranity Jane e Nonno Santana in attacco e lo stesso gruppo di (onesti) giocatori dalla D. Ma saran mica tutti scemi sti allenatori del Palermo?

  4. Giovanni B. 234 giorni fa

    Signor Filippi, Lei tramuta la realtà in fantasia nel dire: che abbiamo giocato (11 contro 10) alla pari con i pugliesi. In altro commento avevo scritto che anche se arrivasse gente come: Chiesa, Immobile, Donnarumma o Dybala, nulla potrebbe cambiare lo stato delle cose, con il Palermo dietro e il Bari (e non solo) davanti. Piuttosto Le avevo scritto, umilmente, di fare lavorare alacremente, chi di competenza, per portarLe a gennaio 3 o 4 elementi duttili per rinforzare veramente questo Palermo. Mi creda, solo così i rosa potrebbero ambire a un buon piazzamento per i play-off. E poi…chi lo sa!

  5. Agg egazione galattica lame otanti 234 giorni fa

    Manca il g ido di battaglia di Boscaglia, nevve o Poeta? #cisiamo

  6. Blackmamba 234 giorni fa

    Le dichiarazioni di Filippi fanno tenerezza... ''Contro il Bari dovevamo vendicare il derby ed è stato fatto''. Io per la verità ho visto il solito Palermo che fa 10 passaggi in 10 metri a centrocampo dando la possibilità agli avversari di chiudere tutti gli spazi. I difetti e le lacune tecniche sono palesi soprattutto con la mancanza di un vero leader a centrocampo. Questa squadra non ha personalità e vive alla giornata, infatti non spero e non sono deluso quasi mai. Mirri ha già dato, è il momento se esiste, che ceda il passo a una nuova facoltosa proprietà con una nuova dirigenza.

  7. Luca 234 giorni fa

    Con questa squadra lui dice è dura alla vigilia poi quando pareggia o peggio perde fa i complimenti agli avversari film già visto disco rotto... però noi che veniamo da 2 sconfitte di fila in trasferta abbiamo fatto la prestazione della vita sono gli altri che hanno fatto meglio di noi come pararsi il c**o così è facile caro Filippi gioco orizzontale x andare sulle fasce o forse una sola x crossare dalla trequarti e non sul fondo ovviamente disconoscere la verticalità della manovra sulla trequarti mha...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *