MIXED ZONE

Filippi: «Atteggiamento giusto.
Possiamo giocarcela con tutti»

Filippi: «Atteggiamento giusto. Possiamo giocarcela con tutti»



L’allenatore del Palermo Giacomo Filippi è intervenuto in conferenza stampa al termine della sfida contro la Fidelis Andria per commentare il secondo successo esterno consecutivo dei rosa: 

 

“Abbiamo sempre parlato di continuità di atteggiamento e prestazione, mi riferivo a usato atteggiamento avuto oggi. Dobbiamo solo guardare avanti, a fine girone di andata tireremo le prime somme perché adesso dobbiamo solo lavorare e rimanere con i piedi per terra. Dobbiamo semplificare le cose difficili, oggi abbiamo giocato molto bene contro un’ottima squadra, i ragazzi sono stati bravi nelle letture di alcuni momenti della gara e per questo siamo riusciti a prendere l’intera posta in palio”. 

 

GOL DEL RADDOPPIO
“E’ stata una ripartenza f/

    /minea dove Fella ha lanciato bene Valente e quest’/
      /timo è stato bravo a servire Almici. Noi queste situazioni le proviamo di continuo, l’importante è stato stare sempre alti con centrocampisti e attaccanti, l’atteggiamento è stato quello giusto”. 

       

      COMPETERE
      “Questa squadra è molto competitiva, ha valori e può competere con tutti fino alla fine. Se noi abbiamo questa continuità di prestazione guardando partita dopo partita, alla fine del girone di andata, potremo fare determinate considerazioni che adesso è prematuro fare”.

       

      SLANCIO
      “E’ stata una giornata favorevole sotto tutti i punti di vista, abbiamo sfatato alcuni tabù e la squadra ha giocato bene. La partita l’ho vissuta dentro al campo e la Fidelis era molto ben messa ed era una squadra pericolosa, siamo stati bravi noi a non fargli produrre azioni pericolose. I ragazzi sono stati molto bravi nell’interpretazione del match”.

       

      MODULO
      “La quadra era stata trovata anche prima, i mod/

        /i purtroppo vengono interpretati in maniera errata ma è la posizione in campo a determinare un mod/
          /o piuttosto che un altro. Cambia l’interpretazione del ruolo e del personaggio che cambiano di continuo. Dall’Oglio può diventare trequartista in fase dinamica, Fella è stato bravo a smarcarsi e a crearsi spazio, tutto dipende dall’interpretazione dei ruoli”.





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *