INTERVISTA

Filippi commenta
Palermo-Salernitana

Filippi commenta Palermo-Salernitana



queste le parole rilasciate dal mister Giacomo Filippi dopo l'amichevole tra Palermo e Salernitana conclusasi 2-1 per i campani:

 

BILANCIO RITIRO E PARTITA
Bilancio molto positivo. Abbiamo finito il ritiro con tutti gli effettivi che hanno lavorato bene con intensità. La partita ha dato buoni riscontri, nel primo tempo un po’ meno ma la cosa che mi ha fatto arrabbiare è che noi dobbiamo mettere la stessa determinazione degli avversari. Serve cattiveria ed agonismo, dobbiamo esserlo più degli avversari, come è stato nel secondo tempo.
 
ASSENTI
Almici e Soleri piccolo fastidio muscolare, non ho voluto rischiarli. Nicola ha preso un pestone dieci giorni fa, ha avuto un piccolo ritardo nel recupero per colpa del sintetico.
 
SPUNTI POSITIVI
Alla squadra ho chiesto questo, non dobbiamo fare “i fenomeni” con le squadre inferiori a noi, dobbiamo impostare la partita alla stessa maniera con tutti, senza mai lasciare per strada le nostre idee, e oggi lo abbiamo fatto soprattutto nel secondo tempo.
 
BRUNORI
Sicuramente con gli arrivi di Fella, Brunori e Soleri siamo molto competitivi. Ancora manca tanto per la chiusura del mercato e abbiamo giocatori in uscita. Se saremo bravi e fortunati è normale che interverremo nei ruoli dove serve puntellare.
 
I GIOVANI
Sono dei giocatori che ci stanno in pieno in questa squadra, hanno margini di miglioramento incredibili e noi dobbiamo lavorarci tanto. Ci coordineremo bene col settore giovanile per capire quando tenerli con noi. Sono tre elementi molto in gamba.
 
TROPPO AGONISMO E MANCANZE DELLE PUNTE
E’ giusto che quando si gioca ci sia agonismo, l’importante è che finisce tutto con una pacca s/
    /le spalle. Il calcio è contatto ed è giusto che i giocatori diano tutto per avere la meglio. Non mi piace ris/
      /tare carini, dobbiamo essere anche efficaci. A prescindere dalle mancanze di Soleri e Brunori, Corona ha fatto benissimo, e anche Kanoutè.
 
SENSAZIONI
La squadra è più convinta , perché sta avendo più tempo per lavorare.
 
COSA RIPORTARE A PALERMO
Porto l’aver conosciuto un ottimo posto che ci ha fatto stare benissimo, un gruppo che ha lavorato benissimo che ha messo dentro tanta conoscenza e rapporti umani; ho visto infine la crescita dell’affiatamento, anche voi lo avrete notato. Le basi per fare bene ci sono.
 
DODA E MARONG
Sono già di categoria. Oggi Marong ha commesso qualche errore ma ci può stare. Masimiliano ha giocato ottimamente, deve credere di più nei suoi mezzi fisici e tecnici, perché ha tutto per fare calcio ad alti livelli. E’ un po’ pigro e deve crescere in questo.





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *