LA DECISIONE

FIGC, il Consiglio vara norma
anti-Super League

FIGC, il Consiglio vara norma anti-Super League



A seguito del caos scatenato dalla creazione della Super League, le Federazioni corrono ai ripari per evitare che ciò accada.

 

Il Presidente della FIGC ha fatto sapere che durante il Consiglio federale è stato votato l’inserimento di una norma anti-Super League:

 

“Ai fini della iscrizione al campionato - si legge nel testo che sarà inserito attraverso una modifica dell'articolo 16 delle Noif - la società si impegna a non partecipare a competizioni organizzate da associazioni private non riconosciute dalla Fifa, dalla Uefa e dalla Figc". La partecipazione a campionati di natura privatistica "comporta la decadenza dell'affiliazione", prosegue il testo nella parte sanzionatoria.

 

Servirà l’ok da parte della FIGC anche per le gare amichevoli

 

"Quanto alla norma anti-Superlega, chi ritiene di voler partecipare a una competizione non prevista e non autorizzata da Figc, Uefa e Fifa, perderà l'affiliazione", ha annunciato il presidente della Figc Gabriele Gravina al termine del consiglio federale. "Chi ha interpretato la Superlega come un atto di semplice debolezza da parte di alcune società che vivono difficoltà economiche, sbaglia", spiega Gravina, sottolineando tuttavia che "al momento non abbiamo notizia di chi è rimasto e chi è uscito. Questa norma verrà inserita nelle licenze nazionali e poi sarà incardinata nel codice di giustizia sportiva. Se, entro la scadenza delle domande ai campionati nazionali, qualcuno aderisce ad altri campionati di natura privatistica, è fuori".


NEWS DI GIORNATA

MULTIPROPRIETA' E APERTURA STADI: LE ULTIME DAL CONSIGLIO DI SERIE C

PALERMO, FOGGIA E TERAMO: TUTTE LE COMBINAZIONI PER IL 7° POSTO

 

VALENTE BRILLA, LA DIFESA NON CONVINCE. LE PAGELLE

 

CORSPORT - IL PALERMO FATICA MA VINCE. CAVESE IN D

 





1 commento

  1. Palermoforever? 11 giorni fa

    La norma introdotta è analoga a quanto da me richiesto.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *