EXTRA PALERMO

FIFA, dal 2020 torna
l’albo dei procuratori

FIFA, dal 2020 torna l’albo dei procuratori



Sono in arrivo parecchie novità sul fronte procuratori da parte della FIFA.

 

La Fifa di Gianni Infantino è al lavoro per rimettere ordine in un settore da sempre nel mirino delle critiche a causa di alcuni (o troppi) eccessi sia finanziari che di natura etica.

 

Nei mesi scorsi i vertici del calcio mondiale, insieme ai vertici della categoria degli agenti, hanno stilato una bozza di accorto che sarà ufficiale a partire dalla stagione estiva del 2020. Tra i punti concordati, anche quello che ogni agente per essere tale dovrà sostenere un esame ed ottenere dunque il patentino.

 

I punti cruciali di questo rinnovamento sono i seguenti:

1)Con il ritorno dell’albo Fifa tutti i rappresentanti dei calciatori dovranno sostenere un esame e sottostare alle norme per la categoria e periodicamente frequentare corsi di aggiornamento. Così anche i parenti dovranno adeguarsi a queste regole per poter avere un ruolo.

2)In futuro i compensi per gli agenti diverranno pubblici, indicando le cifre di ogni singola operazione. Al contrario ora i club forniscono solo dei dati aggregati che non permettono di conoscere nello specifico l’entità dei rapporti con ciascun consulente.

3)Gli agenti hanno dato la disponibilità a stabilire un tetto ai loro compensi se questo criterio dovesse essere applicato anche per le altre figure professionali del calcio.


4) Se viene varato il sistema dei tetti ai compensi, anche i procuratori contribuiranno al fondo di solidarietà targato Fifa con cui i club devolvono il 5% delle somme incassate per la vendita dei calciatori alle società che li hanno allevati.


5) La Fifa istituirà una stanza di compensazione (clearing house) che registrerà tutte le operazioni e potrà così vigilare sui rapporti tra club, atleti e agenti. È il presupposto fondamentale per eventuali provvedimenti.


6)I riformatori hanno fotografato anche il fenomeno del pagamento di somme anomale ai familiari di giovani calciatori. A tal proposito si intendono operare controlli per evitare che soggetti con pochi scrupoli «acquistino» le procure in giovane età, mettendo a repentaglio la carriera dei talenti in erba, esponendoli a pressioni eccessive.

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!

 


 

 

ALTRI ARTICOLI

 

• DATE A CÉSAR QUEL CHE È DI CÉSAR

 

• IL PALERMO E IL MERCATO INVERNALE: NEGATIVO L'ULTIMO TRIENNIO

 

• ACCARDI IN ESCLUSIVA A FP: «IL BARBERA VUOTO? C'È UN GRANDE EQUIVOCO»

 

 FOSCHI, IN ESCLUSIVA A FP, NON CI STA: «SHARP? LA METTO ATTORNO AL COLLO»

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *