PENSIERI NATALIZI

Fiducia sì, ma è tempo di
cambiare rotta. Altrimenti...

Fiducia sì, ma è tempo di cambiare rotta. Altrimenti...



"Dobbiamo uscire da questa Serie D, una serie che non ci appartiene".

Una frase che suona come una promessa del vicepresidente Tony Di Piazza.

Un intervento tempestivo e quanto mai doveroso da parte del plenipotenziario rosanero che dai microfoni di Zona Vostra su Trm ha riannodato il nastro della prima parte di stagione.

Un Palermo che arriva a questo Natale con il fiato corto e se vogliamo più fragile, nella convinzione e nello spirito, rispetto all'inizio di stagione.

Chiuso il mercato dei Dilettanti Sagramola e Castagnini, per ammissione dello stesso Di Piazza, tessono sapientemente la tela per intervenire nel mercato dei professionisti.

 

Azione dovuta e obbligatoria per dare linfa ad una rosa intaccata nei numeri ancor prima che nell'anima.

L'assenza di Santana pesa forse più di quanto si potesse immaginare e sottovalutare alcuni prodromi alquanto evidenti potrebbe essere una colpa fatale: in tal senso, ci si aspetta qualche colpo per riprendere nel migliore dei modi il percorso verso la C.

A proposito della rosa. La gestione di alcuni elementi da parte del tecnico Pergolizzi denota qualche perplessità e fa sorgere alcune domande.

Tra le tante, perché Rizzo Pinna relegato ai margini dell'impero, ipso iure, senza remissione alcuna?

Eppure il giovane rampollo rosanero in allenamento continua a regalare sprazi di alta scuola.

Certamente il tecnico avrà le sue motivazioni, più o meno condivisibili, ma ci chiediamo quale peccato originale abbia potuto perpetrare il ragazzo per finire irrimediabilmente nella periferia della rosa. 

 

L'attacco rosanero ha palesato tutte le proprie fragilità, con Ricciardo perso nei meandri di se stesso, Santana finito nelle disegno urfido di Ananche e Sforzini da poco rientrato.

C'è Felici sì, ma non si può chiedere ad un 2001, per quanto aulico, di portare la croce.

Per questo mi chiedo il perché Rizzo Pinna continui a rimanere in esilio, senza dimenticare il motivo di alcune decisioni bislacche come le tre panchine consecutive a Ricciardo.

Il tutto al netto di una trama di gioco ancora poco chiara o, forse, inesistente. 

Chi scrive ha sempre protetto e "difeso" l'operato di Pergolizzi, al giro di boa la classifica recita Palermo primo in classifica a più tre. 

Il tecnico rimane saldo sulla propria panchina, giusto sia così, ma ci si aspetta qualcosa di più che vada oltre il compitino canonico. 

La Società DEVE fare il suo, perché non può esserci epilogo diverso dalla promozione. 

 

Lo sa bene Dario che nell'afosa angoscia di luglio ha ereditato il "suo" Palermo nel periodo più buio della sua storia. Ne è consapevole il buon Rinaldo, tornato nella "sua" Palermo là dove aveva scritto versi di giubilo. Lo ha promesso Tony tornato in terra natia alla ricerca del suo passato.

Quindi ci si attende risposte contro il Marsala, là dove il 1 settembre lo stesso Pergolizzi iniziò il suo cammino storico, in plancia di comando rosanero, con una vittoria.

Con l'auspicio che proprio da questo possa ripartire, per non costringere la società a tagliarlo il nastro, partendo proprio dall'allenatore rosanero.

Quindi Pergolizzi al suo posto sì, fiducia certo, ma è tempo di invertire la rotta con l'aiuto, che arriverà, dalla Società.

Altrimenti... È Natale, va bene così. 

 

A proposito, Buon Natale amici di ForzaPalermo.it e grazie sempre per il Vostro affetto. 





3 commenti

  1. noitifosidelpalermo.jimdo 300 giorni fa

    Per il calciomercato, io prenderei Antonio Di Gaudio, palermitano, esterno d’attacco esperto, nel Verona non gioca mai, potrebbe accettare di ritornare a Palermo, tra l’altro è un giocatore che puo’ fare bene anche in serie C e B, ha 30 anni, con un contratto di 2/3 anni secondo me accetta.

  2. noitifosidelpalermo.jimdo 300 giorni fa

    Pergolizzi è mediocre, non lo dico io, lo dice la sua carriera, ha collezionato diversi esoneri, ha vinto solo il campionato di Eccellenza con il marsala nel 2014, e un paio di volte si è dimesso.

  3. noitifosidelpalermo.jimdo 300 giorni fa

    Rizzo Pinna, Lucera, Mauri, Ambro questi non li fa giocare mai, eppure potevano essere utili, si possono fare 5 sostituzioni ma pergolizzi ne fa solo 1/2 a partita. Non ce gioco, il problema è l'allenatore. Contro il troina ha fatto solo 2 cambi e Sforzini è entrato solamente al 90 minuto mah

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *