COMUNICATO

Vergogna Feltri: interviene
l'Ordine dei Giornalisti

Vergogna Feltri: interviene l'Ordine dei Giornalisti



 

«Il caso che riguarda l’iscritto Vittorio Feltri va molto oltre le competenze che la legge ha demandato ai Consigli di disciplina territoriali. Il presidente dell’Ordine lombardo mi ha rassicurato circa la trasmissione degli atti al giudice deontologico naturale, relativi all’ennesima segnalazione. Ma ritengo che i comportamenti di questo signore rischino di travolgere l’immagine dell’intera categoria dei giornalisti italiani, che è mio dovere tutelare, a tal fine sarà dato mandato a un legale». Ha dichiarato Carlo Verna,  presidente del Consiglio nazionale Ordine dei giornalisti.

 

Con una nota, l’Ordine nazionale ha reso noto la sua posizione dopo le dichiarazioni di Feltri e si è tempestivamente relazionato con Agcom, cui tempo fa ha fornito un contributo significativo sul regolamento relativo al no hate speech, e monitorerà le trasmissioni in cui con maggiore frequenza in questi ultimi giorni sono state ascoltate espressioni ampiamente fuori le righe caratterizzate da linguaggio discriminatorio e starebbe pensando ad un danno di immagine.

 

«Esiste l’obbligo dell’intervistatore televisivo di intervenire se possibile nel corso dell’intervista, quantomeno interloquendo, chiedendo precisazioni, chiarendo, quando il caso, che quello espresso è solo il punto di vista dell’intervistato, se si rende conto che il dichiarante sta eccedendo i limiti della continenza - ha continuato - Se Feltri ha perso prima la lucidità e poi la bussola , forse perché nella sua ossessione inconsciamente subisce l’idea che l’abbia inventata l’amalfitano Flavio Gioia, non saranno tollerate complicità».


ALTRI ARTICOLI

 

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO IN SICILIA DEL 22 APRILE

 

MESSINA, AVERE 100 ANNI E METTERE K.O. IL CORONAVIRUS (VIDEO)

 

LA PROPOSTA SHOCK: FERMARE IL CALCIO FINO AL 2021

 

RIPRESA ALLENAMENTI: LA NOTA DELL'AIC

 

SERIE C, DUE GIRONI E SEMIPROFESSIONISMO

 






1 commento

  1. Umberto 81 giorni fa

    Il FELTRI LO SA' CHE IL CORONAVIRUS HA COLPITO PURE I SUPERIORI? IL NORD LO HA CAPITO CHE SIAMO TUTTI UGUALI DI FRONTE A dio. LA MORTE E' UNA LIVELLA TOTO' PRINCIPE DE CURTIS ,QUELLO SI ERA SUPERIORE (non perche' era del Sud ,ma perche era persona colta e intelliggente) FELTRI TI VANTI DI ESSERE SUPERIORE, MA TI ACCORGERAI VCHE LA VITA E UNA LIVELLA e NELLA MORTE SIAMO TUTTI UGUALI.LO RIESCI A CAPIRE?

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *