IL RITORNO

Felici è una scommessa da
vincere di nuovo

Felici è una scommessa da vincere di nuovo



di Manfredi Maria Tuttoilmondo

 

Mattia Felici è prossimo al ritorno con la maglia del Palermo, una notizia che non dovrebbe lasciare spazio ad equivoci. Per il giovane 2001 si tratterebbe di una seconda esperienza in rosanero, dopo l’avventura in Serie D.

 

Felici si presenta nel 2019 in punta di piedi, come rincalzo ad un attacco che tra i dilettanti conta pure il nome di Santana. Poi qualcosa cambia nelle gerarchie di Pergolizzi: nell’amichevole contro Lascari, Felici stupisce per giocate e fa doppietta. Il pubblico rosanero, colpito al cuore dal fallimento di quell’estate, ha bisogno di credere in una piccola stella: gli dà fiducia e presto lo ribattezza “Fel…Ilicic” per le movenze che ricorderebbero lo sloveno.

 

In Serie D c’è anche la regola che obbliga a far giocare un 2001 per tutta la partita, così Felici diventa titolare inamovibile. Se lo merita pure, perché è forte nel dribbling, crea superiorità e serve discreti assist. La squadra si appoggia a lui, nonostante la giovane età e la mancanza di una certa continuità.

 

A gennaio è poi tempo di un altro fantasista, si chiama Andrea Silipo, che è romano, 18enne e di belle speranze esattamente come lui. Ricorderete che i due sono nati pure nello stesso giorno, il 17 marzo, e sembra uno scherzo del destino. Alla fine della stagione, che si chiude prima del previsto per via del Covid, la piazza è decisa: li vuole entrambi. Il mercato prende poi una piega diversa, visto che Silipo resta, ma Felici torna dal prestito a Lecce per provare a farsi riconoscere anche in Serie B. Qualcosa però va storto, perché il giovane si fa male più volte e finisce ai margini del club giallorosso, perfino nella squadra Primavera.

 

Quasi due anni dopo, tra vari tentativi di ritorno andati in fumo, Felici sembra potere riallacciare il nastro dei ricordi. Nella sua storia Instagram, il 2001 posta una foto di quando veniva raccolto dal calore dei tifosi rosanero, prova del fatto che la voglia di tornare non manca. La piazza palermitana però è più fredda stavolta. Di tempo ne è passato in fondo, Felici ha giocato poco e niente e il Palermo ha invece bisogno di certezze.

 

Tutte ragioni valide diremmo, ma proviamo a guardare oltre. In un mercato dove il Palermo dovrà rinforzarsi anche e soprattutto in altri reparti, un giovane 2001 con gran voglia di rilanciarsi è una scommessa da provare a vincere, al di là di tutto. Spetta adesso a Felici presentarsi e conquistarsi la fiducia, l’ha fatto già una volta.





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *