ISTRUZIONI

Fase 2, Italia e Sicilia: le
nuove regole da oggi

Fase 2, Italia e Sicilia: le nuove regole da oggi



Parte ufficialmente oggi la cosiddetta Fase 2 varata dal Governo, ossia il passaggio dal totale lockdown alla "convivenza" con il virus.

In tal senso, andiamo a vedere cosa sarà permesso fare in questa nuova fase su cui ancora ci sono diverse incertezze, nonché contraddizioni.

 

Sul punto c'è stata l'ordinanza da parte del presidente della Regione Nello Musumeci che ha ampliato alcune misure poste in essere dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Vediamo quali.

 

Da oggi fino al prossimo 17 maggio in Sicilia sarà consentito alle famiglie di trasferirsi nelle seconde case, a condizione di rimanerci stabilmente per l'intera stagione.

È questa la prima novità importante rispetto al protocollo nazionale che continua a vietare l'accesso alle seconde abitazioni.

 

La Sicilia recepisce e condivide la possibilità per le attività ristorative, bar e pasticcerie, di attuare il servizio di asporto purché non ci sia il consumo all'interno del locale o nelle adiacenze.

 

È stato oggetto di discussione e critiche il divieto di celebrare messe e in attesa del via libera il Governo regionale ha dato il nulla osta per l'accesso ai cimiteri, quindi si potrà far visita ai defunti (su prenotazione online).

 

Persiste il divieto di transito tra diverse Regioni se non per i motivi già citati di lavoro, salute o urgenza.

Mentre il presidente Musumeci continua a mantenere blindata la Sicilia per quanto concerne gli arrivi. Sarà così fino al prossimo 17 maggio.

 

Altra novità importante in arrivo, sul punto si attende la risposta da parte del Governo Conte: Musumeci avrebbe chiesto la possibilità di riaprire l'attività di parrucchieri per uomo e donna.

Apertura che Palazzo Chigi continua a considerare prematura ma che il governatore dell'Isola tenta di anticipare.

 

In conclusione, non vi è alcuno stravolgimento per quanto concerne la quarantena.

Ci si atterrà alle disposizioni provenienti da Roma: sarà possibile incontrare soltanto parenti, congiunti nonché affetti stabili all'interno del quale il Viminale ha precisato che sono compresi i fidanzati.

Per questi motivi sarà possibile anche muoversi da un comune all'altro, purché si rimanga sempre all'interno della propria Regione.

 

L'Italia e la Sicilia provano a ripartire a margine di settimane di totale chiusura, nel tentativo di tornare quanto prima ad una quotidiana normalità. 


 

SCATTA LA FASE 2

 

• FASE 2: SCARICA IL NUOVO MODULO

 

 AL VIA LA FASE 2, LE NUOVE MISURE: COSA CAMBIA

 

• CORONAVIRUS, QUANTI PASSEGGERI IN AUTO? IL GOVERNO RISPONDE

 

• AUTOCERTIFICAZIONE, QUANTI DRAMMI: IL GOVERNO CHIARISCE


 

 

ALTRI ARTICOLI

 

• RAIS A FP.IT: "RIPESCAGGIO POSSIBILE. RISULTATO SAVOIA-PALERMO?"

 

• DA BERGAMO: "PRIMA DENIGRAVO PALERMO, VI CHIEDO SCUSA"

 

• BERGAMASCO SI SVEGLIA DAL COMA A PALERMO: "MI TATUO LA SICILIA"

 

• ESCLUSIVO - PALERMO, A TUTTO SAGRAMOLA: L'INTERVISTA VIDEO

 

• GUIDOLIN A FP.IT: «PALERMO CHE NOSTALGIA, MI MANCA MONDELLO»

 

• ZENGA SENZA FRENI: "PASTORE SEMPRE IN CAMPO, ZAMPARINI SA"

 

• TOTTI E DEL PIERO LIVE: "A PALERMO MICCOLI E AMAURI..." VIDEO

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *