SVILUPPI

Fallimento Palermo, la Procura:
situazione ancora critica

Fallimento Palermo: per la Procura situazione ancora critica

Sono arrivate le controdeduzioni della Procura inerente alla situazione fallimentare del Palermo. Per la Procura, secondo quanto riportato dal Giornale di Sicilia, la situazione sarebbe ancora  critica riguardo i conti della società rosanero. Diversi i punti discordanti: in primis la valutazione dei giocatori, valutata 58 milioni dalla Procura (16 in più rispetto alla società Wallabies che lavora per conto del club). Altro punto riguarda il caso Mepal: per i periti la prima parte di soldi versata da Alyssa (di Zamparini) e la fidejussione di GESDA scongiurerebbero lo stato di insolvenza. La Procura, però, ritiene Alyssa non in grado di saldare l'ultima parte di debito (28 milioni), pagamento previsto tra il 2018 e il 2019. Entro il 20 marzo il Palermo dovrà cercare si rispondere alla Procura, integrando ai documenti le proprie controdeduzioni, prima della decisione del Tribunale.






9 commenti

  1. Marcello 193 giorni fa

    E' un "espediente", a cui hanno fatto ricorso tutti. Marchio e titolo sportivo valgono comunque qualcosa, se i valori di Roma e Lazio superano i cento milioni ciascuna e quelli della Juventus il mezzo miliardo. Di meno, molto di meno, d'accordo, ma è pur sempre lo stesso fottu.to campo da gioco e stiamo parlando dell'unica squadra di calcio della quinta città d'Italia. Comunque il lodo Petrucci ormai è abrogato, in caso di fallimento si riparte dai dilettanti, altro che serie b. A meno che non si intraprendano, subito, altre soluzioni, tipo il fallimento pilotato (come accadde per il Bari).

  2. rosario 193 giorni fa

    E' chiaro che una mancata promozione sarebbe per zamparini la fine certo che andare avanti così sarà possibile ancora per qualche anno. Qualcuno si stupisce del debito e delle perplessita della procura ma scusate è palese che la vendita del titolo è stata un operazione per truccare il bilancio il problema è lui rimetterà i 40 milioni nelle casse del Palermo calcio? Quest'uomo ormai è indifendibile è inutile che spende piccioli tra avvocati e commercialisti la gallina dalle uova d'oro non cova più!!!!!

  3. CiuridduScaiNius24® 193 giorni fa

    Quindi Alyssa dovrebbe in ogni caso pagare 28 milioni tra il 2018/19 ma la procura ritiene che non sarà possibile e forse avrà le sue ragioni, ma la domanda è sti 28 milioni cu i niesci zamparini o dai circa 45 milioni che verrebbero con i diritti tv della A? Non cè bisogno di risposta ovviamente, e se tanto mi da tanto significa che la promozione per lui è vitale, pagherebbe i debiti di alyssa e dei suoi soci occulti e in A metterebbe quattro scanfazzi che farebbero piangere spendendo zero . No grazie meglio la B e lui che va via per sempre, indegno approfittatore, sono disgustato.

  4. Marcello 194 giorni fa

    //"Tutti i soggetti sentiti hanno dichiarato che il Palermo è una società che vive di espedienti – si legge nel documento della Procura – che non riesce a soddisfare regolarmente le proprie obbligazioni e che senza immissioni di capitale da parte di terzi sarebbe certamente fallita"//. Ma è quello che ripete Zamparini da dieci anni a questa parte. E "terzi" non è altri che il sig. Maurizio Zamparini. Mentre il più famoso tra i "soggetti sentiti" è Baccaglini (talè cu c'è), uno che certamente di immissioni di capitale (degli altri) se ne intende. Baccaglini, l'asso nella manica della Procura.

  5. J. Sommerville 194 giorni fa

    Ahahahahahahahahahah.............. La Procura ritiene che la seconda rata non sarà pagata.................... E cu ci 'u disse il Mago Atanus? Anche io non sono sicuro che saremo vivi su questo pianeta tra 50 anni................ Un asteroide o una cometa pazza possono sepre passare dalle nostre parti..................... Qui la Procura "legge" le carte........... Ma quali "carte" ? I "Tarocchi", forse? Hanno nominato dei periti? Loro devono basare il loro giudizio sulle perizie, non devono giocarsi una "bolletta" puntando su di un risultato che non è detto che si realizzi. Ma buffoniano?

  6. Claudio P. 194 giorni fa

    C è i muoriri. Vive di espedienti ... come tutti in questo mondo folle.

  7. Marcello 194 giorni fa

    "Il Palermo vive di espedienti", titola il GdS. Certo, esattamente come (anzi, forse meglio) tutte le altre società italiane di calcio di serie A e serie B. Lo dimostra il "buco" complessivo, abisso incolmabile. La serie C invece è composta da cadaveri imbellettati in fretta e furia ad inizio campionato e poi dimenticati (v. fideiussioni presentate per l'iscrizione). Il più fulgido esempio della situazione viene proprio dalla Capitale economica, Milano, con Inter e Milan. Ma troppo grandi per fallire.

  8. Marcello 194 giorni fa

    Tutti a riempirsi la bocca con il CTU, la perizia terza, come riferivano i più quotati ragionieri in Palermo. Ora non va bene neanche il CTU. La valutazione dei giocatori più attendibile, secondo la Procura, è quella di Transfermarkt. Mah! Quanto tempo perso e quanti piccioli spesi a muzzo. Transfermarkt, basta un clic! E ti accorgi comunque che la rosa del Palermo è quella che vale di gran lunga di più, in tutta la serie B. E che Milinkovic-Savic, caso dell'anno, Mister 200milioni, ne vale appena 55. Chi glielo dice adesso, a Lotito? Ps Che c'entra poi Alyssa, se ormai è garante la Gasda?

  9. Claudio P. 194 giorni fa

    Cioè, sto fallimento, tra ripianamenti debiti in corsa e crediti ritenuti fortemente aleatori, alla fine troverebbe il suo ago della bilancia nel valore attribuito ai calciatori. Quindi poniamo il caso Neymar: il suo valore 250.000.000 circa, prima della vendita forse 100.000.000. Come lo valuterebbero i periti se fosse al Palermo? Su cosa si basano, su trasfertmarket, su football manager? Chiedono aiuto a Di Marzio? ... sarebbe più opportuno prendere atto che voci di bilancio di questo tipo non possono essere usate....

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *