EDITORIALE

Eugenio Corini: una garanzia
per la serie B

Eugenio Corini: una garanzia per la serie B



Articolo di Peppe Musso
 
Il ritorno di Eugenio Corini s/ />
  • /la panchina rosanero consegna al Palermo un tecnico ben diverso dal quasi esordiente che si era gettato nelle torbide acque della stagione 2016-17.
  • />
     
    Da quel momento in poi, l'ex capitano rosanero di strada ne ha fatta eccome. Dopo metà anno di transizione a Novara, Corini è stato chiamato dal Brescia di Cellino, e con una cavalcata trionfale a suon di gol e buon gioco ha riportato le rondinelle in serie A (proprio a scapito del Palermo, nella stagione 19-20). Successivamente il v/ />
  • /canico presidente del Brescia non gli ha permesso di completare l'opera nella massima serie, esonerandolo e richiamandolo a più riprese.
  • />
     
    Nella stagione successiva Corini ha sfiorato ancora la serie A, questa volta con il Lecce. Dopo un girone d'andata in chiaroscuro i salentini sono riusciti a vincere 6 gare consecutive, riagganciando la zona promozione salvo poi crollare fisicamente s/ />
  • / finale, e uscire ai playoff per mano del Venezia. L'anno scorso, invece, ancora una parentesi al Brescia: chiamato a metà anno per sostituire Inzaghi ha assestato i biancoazzurri al quinto posto, ha superato un turno di playoff ma poi si è visto sbarrare la strada dal fortissimo Monza di Berlusconi.
  • />
     
    Il ritorno di Corini a Palermo coincide anche col ritorno del centrocampo a tre: il tecnico bresciano infatti predilige il 4-3-1-2, ma anche la soluzione del doppio trequartista non è disdegnata. A questo punto bisognerà capire se sarà la squadra ad adattarsi alle caratteristiche del suo mister o viceversa: si dovrà trovare la giusta collocazione per gente come Valente o Elia, e inoltre si dovrà senza dubbio rinforzare un centrocampo già deficitario che probabilmente perderà anche De Rose e Luperini.
     
    Il lavoro da fare, come si evince, è tanto, ma le carte in regola per fare bene ci sono tutte: date a Eugenio Corini una squadra solida, perchè lui è già una garanzia per la serie B.





    1 commento

    1. Blackmamba 59 giorni fa

      A me il Palermo è piaciuto non dimenticando che avevamo di fronte una squadra di A con dei giganti che correvano come gazzelle li davanti. La squadra è da completare e migliorare, e con Corini potremo dire la nostra sempre che il City decida di volerci provare o rimandare la promozione. Molto perplesso invece per Pigliacelli che a parte la troppa faciloneria con cui usa i piedi creando cardiopalma, è stato LENTISSIMO nei gol presi. Speriamo non si ripeta o saranno guai.

    Lascia un commento

    I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *