NUOVO CORSO

Arkus a Palermo:
diffidenza o sostegno?

Arkus a Palermo: diffidenza o sostegno?



 

Negli ultimi anni a Palermo si è fatta una certa abitudine alle conferenze stampa di nuovi proprietari, anche per questo la presentazione di Arkus Network nella mattinata di ieri non è stata seguita con molto entusiasmo, anche se la curiosità non è mancata in base ai numeri di letture e visualizzazioni che ci sono stati per questo evento. 

 

In precedenza l'ex patron Zamparini aveva portato un personaggio come Paul Baccaglini, arrivato con tanto stupore e ilarità per via del suo trascorso nello spettacolo, cosa che fu quella conferenza, ma che di contenuti concreti ne ha portati ben pochi. Come nella conferenza dei rappresentanti di Sport Capital: gli inglesi arrivarono anche con un certo entusiasmo dimostrato dai tifosi presenti fuori il "Barbera", che ospitava la presentazione alla stampa, uscita dalla sala con molti più dubbi e paure rispetto alle premesse. 

 

Nonostante avvenga all'inizio dell'insediamento, la conferenza di presentazione è il principale biglietto da visita per una società che si vuole approcciare al mondo del calcio e si può vedere già da quel momento la serietà di un gruppo. Quella di Arkus Network è stata molto diversa rispetto alle due passate, al di là della location (questa volta un hotel cittadino e non lo stadio) i nuovi proprietari si sono presentati con estrema completezza, con tanto di slide per mostrare il funzionamento della Sporting Network (la società veicolo) e le società "d'appoggio" (Arkus, Gepro Investments, F.Imm Group ecc..).

La presentazione è stata talmente esauriente che ai giornalisti sono bastate poche domande per chiarire le tante complicazioni che legano le difficoltà societarie del club rosanero. 

 

Com'è vero che alle parole devono seguire i fatti, è anche vero che una conferenza stampa e dunque il modo di presentarsi può dire tanto. Il Palermo è stato colpito troppe volte da avventurieri, ma non per questo si deve avere diffidenza a prescindere nei confronti di un gruppo che è arrivato da poco per risollevare le sorti del Palermo. Sorti che non devono essere necessariamente da Champions League, nessuno chiede questo, neanche da un fondo come York Capital, molto più "accattivante" di Arkus, ci si sarebbe aspettata una simile ambizione; ma l'esigenza che il tifoso rosanero ha sempre chiesto ad una nuova proprietà è la serietà e un progetto che alla precedente gestione è mancato da ormai diversi anni.

 

Lo stesso Salvatore Tuttolomondo si è detto stimolato dalla pressione dei tifosi in conferenza. Per il momento, dunque, la soluzione migliore sembra essere quella di lasciare lavorare la nuova proprietà per risolvere le pendenze e costruire la nuova stagione indipendentemente dalla categoria di appartenenza, pensando di sostenere la squadra in questo finale di stagione, che sia di una o di più partite. Se poi si tornerà a pensare a ribaltoni societari lo dirà solo il tempo, ma al momento si potrà - finalmente - pensare solamente al campo.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

LIVE - LA NUOVA PROPRIETÀ DEL PALERMO SI PRESENTA

 

LIVE - IN DIRETTA DAI BOTTEGHINI DEL RENZO BARBERA

 

CASO PALERMO, BINDA: ECCO COSA RISCHIA IL CLUB ROSANERO

 

VIDEO - CLOSING PALERMO, LA DIRETTA

 

VIDEO - LA NUOVA PROPRIETÀ SALUTA LA SQUADRA

 

DE ANGELI DOPO IL CLOSING: «UN'ERA CHE SI CHIUDE»

 

IL PALERMO CHE VERRÀ: COS’È ARKUS NETWORK






10 commenti

  1. Harry Varu 46 giorni fa

    Minkia commenti! Torak ...Gae... il top. C’é i futtirisi r’arririri Spero che il Palermo venga cancellato dalla magistratura da tutti i campionati europei non per debiti ma per indegnità dei suoi web “tifosi” . Niente calcio a Palermo. Inutile. Abbattiamo il Barbera. E alle prossime elezioni Zamparini sindaco così che molti commentatori potranno finalmente dire “io l’avevo detto”

  2. deodato 47 giorni fa

    leggete e fatevi un'idea https://www.lagenziadiviaggi.it/arkus-network-nomi-e-tappe-della-scalata-al-travel/

  3. Il Moro 47 giorni fa

    Per le tante prese in giro è normale che la diffidenza non può che essere tanta, il tempo x organizzare non gli è mancato, l'unico che a prioripoteva essere preso sul serio era Follieri, aveva un biglietto da visita che ERA UNA GARANZIA ASSOLUTA,PIGHIATU A PAROLI DALLA COMBRICCOLA FRIULANA,DENIGRATO ALLA GRANDE,NO PICCIOLI(invece arkus li ha)POCO SERIO,DOCUMENTI BANCARI FALSI, ECC,vedremo,che pedalino in salita RIGOROSAMENTE DA SOLI con la de angelis(e il suo consigliere ne avrà uno?) vediamo cosa faranno..

  4. Totuccione 47 giorni fa

    commenti i ru liri.....

  5. Torakiki 47 giorni fa

    Anche io penso che dietro ci siano le zampacce del domiciliato, e la conferma della de diavolis e di Foscolo é il segno, gente di cui possiede l'anima nera ???? Questi si presentano e già parlano di soci e partner per costruire lo stadio, chissà chi sarà mai il partner friulano??é da anni che il domiciliato vuole mettere palermitani dentro la società, l'alibi perfetto. La Arkus in tutto ciò ci guadagna pubblicità, prima del Palermo di questi chi ne parlava??

  6. Gamberale Ennio 47 giorni fa

    Il fratello con i capelli sembra un attore minore di Hollywood in disarmo.

  7. Paolo 47 giorni fa

    Senza Arkus il Palermo falliva.

  8. botulinata di vergiate 47 giorni fa

    l'importante che io ho un triennale per potermi gonfiare di botox fino a diventare Ornella Vanoni

  9. Gaetano 47 giorni fa

    Ma come si fa a credere a tutta sta pagliacciata? Ma davvero esistono persone convinte che una società povera (perchè con quel fatturato non puoi permetterti di gestire un club in serie B, tantomeno in serie A) rilevi una società strapiena di debiti e che aspetta diverse sentenze che potrebbero addirittura cancellarla pure dalla serie B? Ma si capisce lontano mille milioni di miglia che c'è sempre Zamparini dietro, è lapalissiano. Può fregare i comuni tifosi, dubito che riuscirà a fregare la magistratura.

  10. Aggregazione galattica lame rotanti 47 giorni fa

    Essere o non essere? Questo è il rosanero.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *