«Dimostreremo che le accuse mosse al Palermo sono infondate» - Forza Palermo Calcio Giornale
PARLA DI CIOMMO

«Dimostreremo che le accuse
mosse al Palermo sono infondate»

«Dimostreremo che le accuse mosse al Palermo sono infondate»



L'avvocato del Palermo Francesco Di Ciommo, ai microfoni di TRM Zona Vostra, ha parlato dell'udienza del 29 maggio e di cosa aspettarsi dalla sentenza della Corte Federale d'Appello: 

 

«Fra gli agomenti che noi porteremo a difesa del Palermo ce ne sono tanti, perché anche nel merito il Palermo non merita questa sanzione. Quando andremo a discutere nel merito spiegheremo come le accuse mosse al Palermo sono infondate. La sentenza recente della Cassazione penale sul credito Alyssa dimostra che quel credito nessuno può sostenere che sia inesistente o non più realizzabile. Cade un pilastro dell'accusa nei confronti del Palermo per andare nel merito».

 

«Cosa aspettarsi? Bisogna esigere una sentenza finalmente equlibrata nei confronti di una vicenda sì complessa, ma che trova dei precedenti molto noti nella giurisprudenza federale come il caso Chievo di un anno fa, che è emblematico.  Essendo stato dichiarato inammissibile il deferimento neli confronti del presidente del Chievo fu dichiarato inammissibile anche il deferimento nei confronti della società, esattamente quello che doveva avvenire in questo caso. Inoltre la Procura contestava al Chievo e al Cesena di aver posto in essere operazioni finalizzate a falsificare i bilanci per ottenere l'iscrizione a tre campionati. La procura in quel cado chiedeva 15 punti di penalizzazione, allo stesso modo siccome al Palermo viene constestata esattamente la stessa cosa perché stavolta si chiede la retrocessione all'ultimo posto in classifica? Noi ci auspichiamo che la sentenza di primo grado venga totalmente annullata, ma in caso questo non dovesse avvenire uno scenario possibile è proprio questo, ovvero che la Corte d'Appello Federale dica che la sanzione congrua per il Palermo è la penalizzazione dei 15 punti e non la retrocessione in C. Commissariamento? Il cambio di proprietà e quindi degli assetti del Palermo dovrebbe superare i presupposti che hanno portato alla richiesta di commissariamento». 






1 commento

  1. Cittadino 82 giorni fa

    Le richieste della difesa del Palermo seguono un loro filo logico, il problema sta nel come verrà amministrata la giustizia sportiva ... ci ritroveremo dinnanzi a una sentenza o a un arbitrio?

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *