BABY

Del Sole e i suoi fratelli
il tesoretto del Pescara

Del Sole e i suoi fratelli, il tesoretto del Pescara



 

Il prossimo avversario del Palermo è una squadra che di giocatori di qualità ne ha parecchi e alcuni sono anche molto giovani. Nell'ultima partita contro il Lecce uno in particolare si è messo in mostra: si chiama Ferdinando Del Sole, di proprietà della Juventus (non a caso) che ha siglato una doppietta segnando ai minuti 89 e 96 dopo che era entrato in campo al minuto 84, un impatto niente male alla gara. 

 

Il Corriere dello Sport ha dedicato un articolo proprio al tesoretto di giovani talenti del Pescara che stanno avendo un ruolo importante nella cavalcata fin qui trionfante degli abruzzesi al momento in testa alla classifica. Alla fine della gara contro il Lecce De Sole dichiarava: «Sono felicissimo. Era un momento delicato della partita ed è stata una grande gioia per me aver contribuito alla vittoria che la squadra meritava». Questa doppietta lo proietta come protagonista anche nello scontro diretto contro il Palermo: «Io sono a disposizione del mister e voglio aiutare la squadra. È normale che mi piacerebbe avere qualche possibilità in più, ma so che l'unico modo per conquistare il mister è lavorando sodo». 


LEGGI

Qualità, solidità e corsa Arriva il Pescara


 

Che sia un buon prospetto se n'è accorta anche la Juve che lo ha ingaggiato un anno fa facendogli fare il ritiro in estate. Del Sole si è potuto allenare con un certo CR7 prima di essere ripreso dal Pescara in prestito. Il presidente Sebastiani ha fissato con la Juve per lui una percentuale importante (50%) di diritto di recompra, come fatto in precedenza con la Sampdoria per Torreira incassando una quota elevata per il suo trasferimento all'Arsenal. Il Pescara si prepara a ripetere l'operazione anche con altri talenti del suo organico: Gravillon, Machin ed Elizalde rappresentano il futuro, ma anche il presente visto le prestazioni che stanno fornendo in questo campionato. 

 

Il Palermo e Brignoli sono avvisati, tra la qualità di queste giovani promesse e, in particolare, il sinistro di Del Sole i rosanero devono trattare questi giocatori come dei veterani perché quando un giocatore è forte, lo è anche se ha qualche anno in meno.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *