De Zerbi: "Contro lo Spezia si scende in campo per vincere, Diamanti non ci sarà. Io non legato ai soldi"




Dopo le sette sconfitte consecutive, per il Palermo è arrivata l'occasione per tornare alla vittoria domani in casa contro lo Spezia nel quarto turno della Coppa Italia. Roberto De Zerbi, intervenuto nella consueta conferenza stampa di presentazione alla partita, ha assicurato che si scenderà in campo per vincere: "Valuterò gli impegni ravvicinati e di conseguenza sceglierò gli interpreti. Oggi sono sceso in campo ad allenare come fosse una partita di campionato, l’ho già detto. Non ho preparato la gara diversamente da quella con la Lazio. Bisogna assumersi tutti le responsabilità: è troppo semplice scaricare le colpe sugli altri, su presidente, sull’allenatore di turno o sull’ambiente. Domani si scende in campo e si cercherà di vincere". In questi giorni si è parlato anche di possibili dimissioni da parte del tecnico di Brescia: "Non ho mai pensato di fare un passo indietro. Un passo indietro lo farei per l’aspetto economico. Non ho l’età per mettere davanti i soldi alla carriera. Io volevo firmare per un anno, è Zamparini che ne voleva firmare di più, addirittura tre, poi c'è stato l’accordo a due. Io guardo ad altro, non ai soldi". De Zerbi dovrà tenere conto della lunga lista degli indisponibili: "Embalo non è a disposizione, Trajkovski-Rajkovic uguale, Gonzalez è fuori. Diamanti sarà in panchina perché non sta benissimo, non lo tengo in considerazione per la partita di domani. Vorrei che si tenesse conto anche nel Palermo che ci sono infortunati, non solamente nelle altre squadre. Nestorovski e Posavec è possibile che andranno entrambi in panchina, anche Balogh, ma vorrei averlo a disposizione domenica per il match contro la Fiorentina".






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *