De Zerbi: "Ci vuole più coraggio, il pareggio subìto contro la Samp ci ha condizionato".

Oltre al cammino di Coppa Italia, i tifosi del Palermo temono per la retrocessione. Roberto De Zerbi, dopo la conferma sulla panchina da parte del presidente Zamparini, ha spiegato, in conferenza, le possibilità della salvezza dei rosanero. "Empoli, Crotone e Pescara hanno le nostre stesse difficoltà. E’ impressionante come quegli ultimi minuti del match contro la Sampdoria abbiano condizionato il nostro percorso. Era un match chiave della nostra stagione. Peccato. Io non chiedo di fare Real Madrid o Barcellona. Chiedo solo un po’ più di coraggio, un po’ di convinzione. I giocatori non devono farlo per me. Prima di tutto per se stessi. Ci si salva tutti assieme, non per salvare l’allenatore. Quello che chiedo io è ciò che serve per fare qualcosa di importante nello sport e nella vita in generale. Guardate il Pescara. Ha perso contro la Roma, ma ha provato a giocarsi la partita. Come abbiamo fatto noi contro Udinese e Milan". I giovani costituiscono una parte importante di questa squadra, De Zerbi pretende molto da loro: "Entusiasmo, soprattutto. Lo Faso e gli altri giovanissimi ci stanno dando questa linfa. Si deve andare in campo per divertirsi. E’ questa la ricetta giusta per il successo".






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *