DANIELA DE ANGELI

«Voglio dare un futuro a Palermo
sempre avuto buone intenzioni»

«Voglio dare un futuro al Palermo, sempre avuto buone intenzioni»



Parola a Daniela De Angeli. La proprietaria delle azioni del Palermo Calcio è intervenuta alla trasmissione "Trm - Zona Vostra" per parlare della situazione del club di viale del Fante: 

 

ZAMPARINI

«Posto che non devo convicere nessuno, ognuno è libero di pensare ciò che vuole, fossi un tifoso anziché pensare o temere che Zamparini c'entri ancora qualcosa me lo augurerei. Zamparini non ha mai esposto la società al rischio penalizzazione per ritardato pagamento degli stipendi, ancor meno a quello di mancata iscrizione al campionato. Se è intervenuto con il pagamento dell'ultima tranche degli stipendi è perché una eventuale penalizzazione avrebbe compromesso il cammino verso la Serie A.»

 

DEBITI E CREDITI

«Non ho mai detto che l'evidenza dei crediti si manifesterebbe solo in caso di due diligence. I debiti del Palermo sono 47 milioni, sono esposti in bilancio come sono esposti i crediti, qualunque persona è in grado di leggere un bilancio può individuare sia debiti che crediti. Come mai siamo ricorsi a Damir per la prima tranche di stipendi? L'intervento di Damir era finalizzato all'acquisto della società, tant'è che abbiamo firmato anche un diritto d'opzione. Se non si fosse palesata questa possibilità probabilmente saremmo ricorsi prima all'ingresso di credito Alyssa piuttosto che di crediti commerciali».

 

FALSO IN BILANCIO

«Apprendo la notizia dai media, alla società ancora non è stato notificato nulla né da parte della Figc né da parte del tribunale, se e quando accadrà cominceremo a preoccuparci. Per il momento penso sia meglio continuare a concentrarci sulla quotidianità e quindi sulla cessione della società piuttosto che su altri ipotetici problemi».

 

DATE 

«Il 15 maggio dovranno essere presentate le liquidazioni iva, per le quietanze di pagamento abbiamo tempo fino al 24 giugno. Entro il 31 maggio produrremo la documentazione relativa all'indice di liquidità e di patrimonializzazione, nel caso di insufficienza di parametri avremo tempo fino al 24 per ripianare l'apparenza finanziatria. Posto che il nostro primo obiettivo è quello della cessione della società e con conseguente immissione di capitali freschi da parte di potenziali acquirenti non c'è al momento l'ipotesi di un'eventuale carenza. 

 

OSTACOLO ALLA VIGILANZA

«Se temo di essere coinvolta nel reato per il quale ci sono già indagati come Zamparini? Nell'eventualità succedesse mi difenderò come si sta difendendo Zamparini, se fossi una persona timorosa non mi sarei addossata la responsabilità del passaggio delle quote. Nuova istanza e processo per ritardato fallimento? Affronteremo un problema per volta. Con la prospettiva di una cessione imminente gli amministratori hanno anche il dovere di tentare il tutto e per tutto per salvare la società, forse anche rischiando qualcosa personalmente».

 

CESSIONE

«Non è ipotizzabile non passare dalla cessione della società, il Palermo deve essere necessaeriamente venduto perché abbiamo l'assoluta necessità di garantire un futuro a questa società. Io e Rino (Foschi, ndr) siamo dei semplici traghettatori, non siamo imprenditori e non abbiamo la capacità economica per far fronte agli impegni. Quanto vale adesso il Palermo? Io ho acquistato la società a 10 euro con l'accollo dei debiti, e così ho intenzione di venderla. L'affare sta nell'acquistare una società che è quasi un Serie A ad un prezzo relativamente basso, per le potenzialità che ha e può dare Palermo città, Palermo squadra e Palermo società. Pocchissimi sono disposti ad assumersi il rischio della Serie B, è comprensibile che i più vogliono avvicinarsi il più possibile alla data della possibile promozione in serie A.Acquirenti credibili? Ci sono un paio di interlocutori molto seri, di più non posso dire perché ho firmato un patto di riservatezza.».

 

BUONE INTENZIONI

«Se mi sono pentita di aver preso le quote? Non mi posso pentire perché sono e sono stata animata da buone intenzioni. Nei mesi scorsi abbiamo fatto una riunione con tutte le persone che lavorano qui, ci siamo raccontati la situazione ed abbiamo espresso la propria opinione sulla gestione della compagine inglese. Un paio di miei colleghi, un operaio e un magazziniere, mi hanno detto di essere rincuorati tutte le mattine dal fatto di vedere la mia macchina parcheggiata nel piazzale, questa cosa li faceva sentire al sicuro. La mia decisione ha a che fare con questo, con il tentativo di garantire alle persone che guadagnano meno ma con il loro stipendio mantengono la loro famiglia, di preservare il loro posto di lavoro».

 

FUTURO

«Dove mi vedo fra sei mesi? Per come sono adesso andrei lontana anni luce da qui, ma solo dopo aver acquisito la certezza di aver venduto la società a mani sicure. Quando? Spero il prima possibile».  






6 commenti

  1. Il Moro 17 giorni fa

    Io invece le credo, tant'è vero che sono sicuro che se chiamate quel Follieri si quello che a gennaio a mercato aperto stava firmando un preliminare e gli inglesi cattivi e poco seri gli hanno tolto sotto la penna l'accordo ormai fatto (ricevettero una telefonata che a largo dell'orizzonte c'era un fondo ca poi tirarunu rittu incidente fu')sono sicuro che per 10 anche 20 euro se lo compra...certo certo sti Follieri non sono un gran ché preziosi ma va beh....a proposito bello il campionato del Genoa mi ricorda i tempi fasti di Aguilera e Skuravy onofri torrente....

  2. professore 17 giorni fa

    occhio....la procura per quelli over 60 non manda ai domiciliari

  3. Robin hood 18 giorni fa

    Questi continuano a prenderci per o fondelli. Vorrei capire in quale parte del mondo esiste uno scemo che compra un debito di 47 milioni di euro è un parco giocatori di sfigati.....La verità é solo quella che sperate di andare in serie A per incassare i diritti Tv,appianare i debiti,consegnate la società a quel fenomeno di sindaco,è solo allora potete dire di avervi lasciato in buone mani... Andate a fare in .....tutti e tre no hé!!

  4. Anarchico 18 giorni fa

    Black forse non è chiaro questi signori hanno tutto l'interesse a togliersi la patata bollente dalle mani, io leggo di alcuni che ipotizzano che Zampa voglia la A per accaparrarsi i diritti tv. È follia pura

  5. Blackmamba 18 giorni fa

    Mi associo a chi scrive che per mandare via questa associazione alla MENZOGNA bisogna restare in B. Andare in A per ricominciare tutto da capo è follia, la misura è colma. Queste dichiarazioni risultano solo offensive a chi ha un minimo di intelletto.

  6. Torakiki 18 giorni fa

    Lei e Foscolo sinceramente fanno ridere. Come non si sapesse che sono solo marionette del domiciliato

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *