DAZN, 500 mila euro di multa per pubblicità ingannevole - Forza Palermo Calcio Giornale
SANZIONE

DAZN, 500 mila euro di multa
per pubblicità ingannevole

DAZN, 500 mila euro di multa per pubblicità ingannevole



DAZN, la piattaforma streaming di calcio che da quest'anno si è assicurata i diritti per il campionato di Serie B, è stata sanzionata dall'Antitrust con 500.000 di multa per pubblicità e informazioni ingannevoli sul pacchetto Calcio 2018/2019. L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che ha chiuso l'istruttoria avviata nei confronti di Perform Investment Limited e Perform Media Services S.r.l. nel mese di agosto, ha rilevato che le due società hanno utilizzato lo slogan "quando vuoi, dove vuoi" nell'attività promozionale di presentazione del servizio di DAZN senza però fare riferimenti alle possibili limitazioni tecniche che avrebbero potuto complicare o impedire la visione dei programmi allo spettatore, violando così l'art. 21 del Codice del Consumo.

 

Inoltre, sempre in violazione del medesimo articolo, l'Autorità ha accertato che le due società hanno utilizzato una modalità ingannevole di adesione al servizio di DAZN, prospettando allo spettatore la possibilità di poter usufruire di un mese di prova gratutito che non implicava la sottoscrizione di un contratto di abbonamento. Tuttavia la creazione dell'account determinava la conclusione di un contratto al servizio streaming che, in assenza di disdetta, comportava sistematicamente l'inizio dell'addebito dei costi mensili dopo il primo mese. 

 

Questo il commento del presidente dell'associazione dei consumatori Carlo Rienzi dopo la notizia della multa inflitta alla piattaforma streaming di Perform«Un successo totale del Codacons su tutta la linea. Il nostro esposto è stato accolto in pieno e l'Antitrust ha riconosciuto le scorrettezze a danno degli abbonati da noi denunciate. Dopo la multa inflitta a Sky lo scorso febbraio per il pacchetto calcio 2018/2019, registriamo un altro successo a favore di tifosi e appassionati di calcio, che non riuscivano ad assistere alle partite a causa delle limitazioni tecniche del servizio. Ovviamente ora ci attendiamo dalla società rimborsi in favore di tutti gli abbonati che, pur avendo acquistato il servizio, non hanno potuto seguire le partite di calcio a causa degli evidenti problemi tecnici di Dazn, e se l'operatore non accoglierà le nostre richieste, si aprirà la strada dei ricorsi in tribunale a tutela degli utenti».
 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *