DARIO MIRRI: «DISPONIBILE A RISOLVERE IL CONTRATTO DAMIR» - Forza Palermo Calcio Giornale
IL COMUNICATO

DARIO MIRRI: «DISPONIBILE A
RISOLVERE IL CONTRATTO DAMIR»

DARIO MIRRI: «DISPONIBILE A RISOLVERE IL CONTRATTO DAMIR»



L'imprenditore palermitano Dario Mirri, proprietario di Damir, ha rilasciato un comunicato ufficiale alla stampa dopo le dichiarazioni di questo pomeriggio di Salvatore Tuttolomondo in conferenza stampa: 

 

"Palermo, 30 maggio 2019 - Apprendo quanto comunicato dal sig. Tuttolomondo, riferito al contratto pubblicitario sottoscritto dalla Damir e dal Palermo lo scorso 17 febbraio. A quanto riportato dagli organi di informazione presenti alla conferenza stampa di oggi, la società, per bocca del sig. Tuttolomondo, “ha dato incarico ad un legale di valutare la posizione e proporre iniziative per tutelare il Palermo”. 

 

Preciso subito che già lo scorso 6 maggio, quando ancora eravamo in piena corsa promozione, nel corso di un incontro avuto con il fresco di nomina Vice Presidente Vincenzo Macaione, avevo già dato la mia disponibilità a risolvere il nostro contratto se questo fosse stato considerato d’ostacolo alle politiche o al piano industriale della nuova società. Era ed è sufficiente che l’attuale proprietà restituisca alla Damir i 2.800.000 + iva che abbiamo immediatamente versato anche per scongiurare la possibile penalizzazione ai danni del Palermo, in piena corsa per la Serie A. 

 

La mia volontà era, ed è rimasta, quella di dare una mano, per l’amore e la passione nutriti per la nostra squadra del cuore, assumendomi il rischio - poi rivelatosi molto alto - di perdere completamente il mio investimento. 

 

Adesso, quindi, con la stessa vicinanza ai colori della squadra, sono disponibile a sollevare in partenza l’attuale proprietà da ulteriori spese legali, questa volta relative al nostro contratto, che può essere risolto subito, se subito mi verrà corrisposta la stessa cifra messa a suo tempo a disposizione del Palermo, in un momento in cui nessuno si mostrava disponibile. 

 

Forza Palermo, sempre.

 

Dario Mirri






6 commenti

  1. CurvaSud 78 giorni fa

    Mirri non poteva sapere che il rischio che correva era così alto, ma bisogna riconoscere che è stato l'unico palermitano che negli ultimi 40 anni che si è esposto concretamente per il Palermo.

  2. AntiZampariniForEver 78 giorni fa

    Io dico di rimanere vigili e manterrò il mio nick fin quando non ci sarà la condanna definitiva all'indagato ed epurazione TOTALE di gente legata al passato dicasi DeAngelis e Foschi ..RIPARTIRE DA ZERO SENZA ALCUN LEGAME CON QUESTA GENTE SCHIAVA DEL PROFITTO ED INCURANTE DEL RISPETTO PER UN POPOLO CHE HA GIà TANTI SUOI PROBLEMI QUOTIDIANI! W DALLE PXLLX!

  3. Rubini 78 giorni fa

    'Tutelare il Palermo e valutare la posizione'. Certo, è giusto! Siamo diventati pazzi? Che uno si sveglia una mattina e va a versare 2 o 3 milioni sul conto del Palermo? A Palermo, piazza su piazza, 'nghia sfrontatezza, sfacciataggine! Come dice, Dottore Mirri, 2milioni e 800mila? Come? Ah! Più Iva? ahahahah Ps 'Marchese Stucchi! Perché non ha preparato le buste degli stipendi?' 'Chiedo scusa, Commendatore, ma in cassa non c'erano neanche gli spiccioli per le buste' ahahahahah Tranquilli, tifosi rosanero, è proprio vero, di Zamparini non c'è più traccia! Ahahahah

  4. arpia di vergiate 78 giorni fa

    figurati se paghiamo i debiti...povero Mirri...si é fidato di noi

  5. Torakiki 78 giorni fa

    Mirri un signore, questi sembrano peggio di quello che li ha portati.. d'altronde con foschi e rossi devono discutere (in pratica lo stanno mettendo alla porta) le de Angelis non si tocca però, é la cocca del domiciliato

  6. Yes 78 giorni fa

    Forse qualcuno gli ha parlato male di mirri. Se no è I spiegabile questo atteggiamento. Mirri merita rispetto adeguato al rischio che ha corso, quanto meno.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *