DOPO IL COMUNICATO

Da Sperandeo ad Albanese:
le opinioni sul closing

Da Sperandeo ad Albanese: le opinioni sul closing



 

Dopo il comunicato di Financial Innovations Team sulla cessione del Palermo le opinioni dei tifosi sono stati discordanti: c'è chi ci crede e chi nutre ancora dubbi soprattutto sul fatto che ancora l'acquirente non sia uscito allo scoperto.

Sulla Gazzetta dello Sport troviamo le opinioni di alcuni tifosi e personaggi noti del mondo palermitano.

 

Tra i tifosi più illustri c'è Tony Sperandeo, che si definisce scettico sulla questione: «Se non vedo, non ci credo. A Zamparini piace fare sorprese e il fatto che manchino ancora le firme non mi sembra dettaglio da poco. Mi sembra di leggere un giallo di Agatha Christie e spero che il romanzo alla fine diventi rosa… e non nero».


LEGGI

Belli: «Acquirente è una società che si occupa di sport»


 

Nelle righe della Gazzetta si legge anche l'opinione di Sergio D'Antoni, presidente del Coni Sicilia: «Provo due stati d’animo; positivo per la fine di una vicenda che durava da troppo tempo. Ma la seconda sensazione conserva tutte le preoccupazioni del caso. Questo perché ancora non si conoscono il nome e il volto di questo acquirente. Solo una volta che verranno fuori tutte queste cose e si capiranno le ambizioni, i progetti e soprattutto le prospettive di chi avrà in mano il Palermo, si potrà avere un quadro più completo».

 

Tra i nomi accostati alla presidenza del Palermo c'è quello di Albanese, presidente di Confindustria Palermo, che dice: «Se la vendita della società è vera, e stavolta credo proprio che lo sia, adesso attendiamo di vedere chi sia questo acquirente. Però, sono ottimista perché Zamparini ha sempre professato che avrebbe lasciato il Palermo a chi ha la forza di fare meglio di lui».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *