L'OPINIONE DI MILA

Da Pescara: «Pillon
potrebbe fare il colpaccio»

Da Pescara: «Pillon potrebbe fare il colpaccio»



Dopo la dura batosta rimediata a Parma, il Palermo affronterà in casa il Pescara del neo tecnico Bepi Pillon, chiamato a risollevare le sorti del club abruzzese dopo l’esonero di Massimo Epifani.
Dei temi di questa gara, davvero delicatissima per entrambe le compagini, ne abbiamo discusso con Mila Cantagallo, giornalista dell’emittente televisiva abruzzese Rete 8 e del quotidiano nazionale “Il Messaggero”.

 

«Un battesimo di “fuoco” per Pillon” - conferma la giornalista -  una partita che sulla carta si preannuncia difficile per il Pescara, ma che potrebbe avere anche dei risvolti inaspettati. Dipende molto dalle motivazioni che il nuovo allenatore saprà trasferire ai giocatori, che fin qui hanno collezionato solo un punto nelle ultime 5 giornate. Di contro il Palermo vorrà riscattarsi dopo la pesante sconfitta di Parma, per cui mi aspetto un macth dall’esito assolutamente incerto».

 

Retrocesso insieme a Palermo ed Empoli, il Pescara ha deluso le aspettative della piazza; fermo a quota 37 punti e vicinissimo alla zona calda della classifica, la squadra ha visto nel giro di un mese ben due avvicendamenti tecnici in panchina:

 

«Probabilmente il feeling fra Zeman e i giocatori si era già interrotto da un po’ e i giocatori non lo seguivano più, sembra essere passato tanto tempo da quando Zeman lanciava nel calcio talenti come Immobile, Insigne e Verratti.  
Epifani invece è stato sfortunato e probabilmente ha pagato per l’inesperienza e per il salto repentino dalla Primavera alla prima squadra. Pillon si è presentato molto bene, è un buon conoscitore della serie B e sembra essere sicuro di poter fare ritrovare entusiasmo e convinzione ai giocatori. C’è stata molta delusione da parte della tifoseria, ci si aspettava che in questa stagione il Pescara lottasse almeno per i play off, il presidente Sebastiani è molto contestato ed il clima si è appesantito, anche se è pur vero che la società non dispone di risorse economiche da grande club e la sua storia calcistica non conosce lunghi anni di permanenza in serie A».

 

Sabato pomeriggio torneranno ad incrociarsi i destini dei due tecnici, Bruno Tedino e Bepi Pillon, protagonisti lo scorso anno, con Pordenone ed Alessandria, del Final Four di Lega Pro:

 

«E’ anche un derby del tutto veneto, i due allenatori infatti sono nati a Treviso e si conoscono da una vita, ma entrambi saranno certamente determinati a fare risultato pieno. Secondo me sarà una partita difficile per tutte e due le squadre, il Palermo è un’ottima compagine ed è superiore tecnicamente al Pescara, ma Pillon è convinto che i suoi ragazzi hanno le capacità tecniche in grado di mettere in difficoltà chiunque. Inoltre sta puntando molto sulla rabbia agonistica dei suoi, ha già detto che vuole vedere in campo una squadra cattiva, devono essere come cani che non mollano l’osso. Anche un pari sarebbe un ottimo risultato, un segnale di ripresa contro un’avversaria di tutto rispetto, non escludo che si possa anche fare un colpaccio. All’andata finì 2 a 2 e quella fu sicuramente una delle più belle gare disputate dalla squadra abruzzese».

 

Ritorno da ex per tre giocatori del Pescara: Bovo, che con il Palermo ha vissuto i momenti migliori della sua carriera, Brugman e il palermitano Antonio Mazzotta che in maglia rosanero vinse il Campionato Primavera nella stagione 2008-2009:

 

« Certamente il più emozionato sarà Mazzotta, lui è molto legato alla sua città e sentirà particolarmente la partita. Brugman vorrà togliersi qualche sassolino dalla scarpa, ultimamente non è stato molto utilizzato ed anche lui, che è il capitano, ha un po’ risentito dell’andamento piuttosto altalenante della squadra, anche se è sempre stato il più costante rispetto ai suoi compagni.


Ma al di là del risultato della partita, penso che il Palermo rimanga favorito per la promozione diretta, dovrà giocarsela fino alla fine con il Frosinone, vedo molto bene anche il Perugia che con nove risultati utili consecutivi sembra essere la squadra più in forma del campionato cadetto».

mila

mila

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo

Mila Cantagallo






2 commenti

  1. ERIC 166 giorni fa

    complimenti lei e bravissima e bonissima.... ma domani vincera il palermo 3 0

  2. CiuridduScaiNius24® 168 giorni fa

    Rimango stupito e abbagliato da cotanta avvenenza e competenza della giornalista Mila Cantagallo. Pienamente d'accordo con tutto quello che dice e prospetta, dopo giorni di in cui è apparsa la foto di "colui che non deve essere nominato" (citazione Harry Potter) alias "mi passa u pitittu sulu a taliallu" ecco una brava giornalista che ritempra l'anima e lo spirito. Serie A del palermo o cena che codesto bocciolo? Prenoto subito!!!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *