BUONE NOTIZIE

Da Palermo-Frosinone
tre punti e tante indicazioni

Da Palermo-Frosinone tre punti e tante indicazioni



Il Palermo vince e convince contro la prima concorrente alla promozione diretta, si porta a tre punti dalla vetta occupata dai ciociari, con il vantaggio di un match da recuperare (a Parma il 2 aprile) e, soprattutto, ritrova se stesso dopo lo smarrimento che nel mese di febbraio aveva visto la squadra di Bruno Tedino perdere colpi e punti.

 

Ma le buone notizie non arrivano soltanto dalle statistiche e dal calendario che sorride (adesso Novara e Carpi per dare continuità ai risultati). Perché i tre punti contro il Frosinone fanno registrare diverse indicazioni positive, tra conferme e piacevoli sorprese.

 

A partire da San Pomini (così è stato simpaticamente ribattezzato sui social nell’immediato post partita): l’esperto estremo difensore ha dato ancora una volta prova di grande sicurezza, per la porta da lui difesa e per la retroguardia rosa, che con l’ex Sassuolo tra i pali riesce ad esprimersi con maggiore convinzione e qualche preoccupazione in meno. Senza alcuna polemica che riguardi Josip Posavec, il quale forse adesso avrà il tempo per resettare il proprio percorso di crescita e, chissà, ritornare a difendere la rete rosanero con diversa consapevolezza.

 

CAPITOLO DIFESA - Il reparto che più degli altri ha sofferto il periodo nero di febbraio è quello difensivo: dopo i 7 gol subiti nei tre k.o. consecutivi contro Empoli, Foggia e Perugia, Bellusci e compagni hanno ripreso il cammino che aveva consegnato loro lo scettro di miglior retroguardia del campionato. Un solo gol subito nelle ultime tre uscite. Dato interessante: verso la porta difesa da Pomini, sono stati concessi appena tre tiri dalla Pro Vercelli, altrettanti dall’Ascoli e quattro dal Frosinone. Il muro è tornato più alto e solido di prima.

 

MOTORE A METÀ’ CAMPO - Mato Jajalo non sembra lui. La crescita del centrocampista bosniaco è esponenziale: ineccepibile nel lavoro sporco da medianaccio tutto calci e polmoni, adesso Mato dà l’impressione di essere cresciuto anche a livello tattico. La fiducia di Tedino è ampiamente ripagata da prestazioni costantemente sopra la media. Con Gnahoré al fianco, poi, la coppia nel cerchio di centrocampo fa paura: quantità e qualità per il francese, che non sa proprio fare gol che non siano pesanti e decisivi. La gestione della mezzala ex Perugia e Crotone è stata oculata, forse troppo. Ma i frutti cominciano a vedersi.

Su Rispoli c’è poco da dire: se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. Mentre di Rolando si può e si deve parlare: partita sontuosa, di sofferenza e di spinta. Aleesami manca, ma così l’assenza del norvegese pesa di meno.

 

TASTO DOLENTE - Se un aspetto negativo c’è stato, nella bellissima serata del “Barbera”, riguarda l’attacco rosanero: capitan Nestorovski non riesce proprio a ritrovare la via del gol su azione. Ed anche quando sembra ad un passo dalla realizzazione, sbatte sul palo. Quando ritornerà decisivo anche sotto porta, allora il Palermo potrà davvero cambiare marcia. Nino La Gumina si divora un’occasione a cui starà ancora pensando: se riprovasse il tiro dalla stessa posizione cento volte, con tutta probabilità quel pallone sfonderebbe la rete nel 99% dei tentativi. Per il resto, solita partita di sacrificio, sostanza e tanta tanta corsa. La coppia d’attacco rosanero si sta ancora studiando: quando l’intesa sarà registrata, potrebbe fare realmente la differenza.

 






15 commenti

  1. Aldo Ferrara 194 giorni fa

    Nn c'è dubbio che sei la stessa persona di mer da sei un catanese b******o il Palermo si ama a prescindere da Zamparini Adesso fammi il favore avvisa quando muore un tuo familiare

  2. Natalino Otto/biglietto ridotto 194 giorni fa

    Arrivò pure Aldo Cardo, il re degli ignoranti. Talè che uomo di lettere : "siete solo delle povere prostitute le cui famìglie sono all'oscuro dei vostri segreti". AhAhAhAh Non è mai troppo Cardo AhAhAhAhAh

  3. Aldo Ferrara 194 giorni fa

    Cardone o come caxxo ti chiami ti avevo detto di farti vivo solo quando c'era un lutto in famiglia un pezzo di m***a dei tuoi familiari chiudeva gli occhi x sempre Adesso mettiti la minkia in bocca fino a quando nn muore un tuo familiare a te caro Sempre forza Palermo

  4. aldo cardo 194 giorni fa

    Natalino vuoi fatto il servizio pure tu? È vero che vi piace l'u*****o, tu aldo ferrara e sommerville siete gay e andate al barbera per stare in mezzo ai maschi, e vi piace nelle file quando ve l'appizzano dietro, altro che palermo. Zampa vi ha fatto uscire le emorroidi, siete solo delle povere prostitute le cui famìglie sono all'oscuro dei vostri segreti.

  5. Natalino Otto/biglietto ridotto 195 giorni fa

    L'infinita ignoranza dei detrattori di Zamparini. Eccone un altro, Fabio, nick fasullo, tifoso fasullo. Impossibile essere allo stesso tempo "guardaspalle" e "sodomizzati". Elementare legge fisica. Niente di niente, ignoranza becera, luaicchi, fissa, eppure parlano, parlano e parlano.

  6. J. Sommerville 195 giorni fa

    Che bello, Fabio, vedere il tuo fegato spappolarsi per la bile. E' il destino di quelli come te: palermitani solo da tastiera.

  7. J. Sommerville 195 giorni fa

    Che bello vedere il tuo fegato spappolarsi per la bile. E' il destino di quelli come te: palermitani solo da tastiera.

  8. Aldo Ferrara 195 giorni fa

    Fabio rosanero è arrivato il lutto in famiglia?? Facci sapere un abbraccio

  9. J. Sommerville 195 giorni fa

    Macché, Fabio Rosanero è uno juventino complessato. Con il Palermo in A non sa come giustificare la sua fede bianconera............... Fabio, Torino è la tua città, non Palermo. Nascisti cca ppi sbagghiu............

  10. rosAnero 195 giorni fa

    Forza Palermooooooooooooooooooo

  11. Paolo 195 giorni fa

    @Fabio Rosanero, un consiglio vai a tifare pu catania

  12. fabio rosanero 195 giorni fa

    Adesso bisogna perdere assolutamente con il parma e poi anche altre partite, l'importante è non arrivare tra le prime due e fare i play off dove faremo ca gare, non andando in A non ci saranno i diritti tv e qualcosa cambierà, molto probabilmente il maledetto non vedendo denari mollerà. Sempre forza palermo, via le sporche mani friulane dai nostro colori.

  13. Paolo 195 giorni fa

    Secondo me il nuovo responsabile dei preparatori atleticc cioè Claudio Bordon ha già migliorato le cose, la squadra ha corso tanto fino all'ultimo. Se il Palermo gioca sempre cosi le possiamo pure vincere tutte.

  14. Palermo domina 195 giorni fa

    Tutti gli ultras e i tifosi semplici hanno onorato il minuto di silenzio con un silenzio mai visto e poi applausi scroscianti per Astori. Invece tutti sono curiosi di sapere chi ha urlato quando mancavano pochissimi secondi alla fine, forse perchè pensava che fosse finito e voleva fare il tocone. Ovviamente non voleva mancare di rispetto ad Astori, ma lo stesso ha dato fastidio al resto dello stadio. DI certo è una grandissima testimininkia indegno di essere palermitano

  15. Palermo domina 195 giorni fa

    Non c'entra con la partita, ma vorrei sapere chi è quell'imbecille che ha urlato qualcosa quando ancora mancavano pochi secondi alla fine del minuto di silenzio rispettato da tutto il resto dello stadio. Questo imbecille ha dimostrato tutta la sua imbecillità. Poi non si è capito in quale settore si trovasse. Si sa solo che era una emerita testiminkia!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *