Da Mehmeti a Djurdjevic:
I 10 flop dell'era Zamparini

Da Mehmeti, il nuovo Ibra, a Djurdjevic. I 10 flop di Zamparini



Che durante l’era di Zamparini a Palermo abbiano vestito la maglia rosanero fior di campioni, nessuno lo mette in dubbio, ma quanti giocatori hanno inciso poco o per nulla nei 15 anni della gestione del presidente Friulano?

 

Di seguito i 10 maggiori flop dal 2002 ad oggi in maglia rosanero.

 

RADOSLAW MATUSIAK: acquistato dal Palermo nel gennaio 2007 dal Belchatow, il giocatore polacco arriverà ad ottenere appena 3 presenze con la maglia rosanero in campionato siglando un gol nella sconfitta contro l’Ascolti per 2 a 1. In una stagione in cui venne impiegato poco, non giocò le ultime partite della stagione per un infortunio. Acquistato per 1.8 milioni di euro, sarà venduto per 3 milioni all’Heerenveen nell’agosto del 2007.

 

TULLIO DE MELO: ricordato soprattutto per il ‘’caso della doppia firma’’, il giocatore brasiliano dopo una burrascosa trattativa che lo vedeva conteso tra Parma e Palermo (il giocatore in scadenza con il Le Mans firmò per entrambe le squadre), approdò in Sicilia dopo che gli emiliani diedero il via libera. Preparazione, esordio in Coppa Italia nel Palermo di Colantuono e cessione al Lille per ‘’un difficile adattamento del giocatore’’. Arrivato a parametro zero nell’estate del 2008 e ceduto per 4 milioni di euro al club francese.

 

CRISTIAN MELINTE: il 18 agosto del 2009 viene ufficializzato il suo passaggio al Palermo dopo aver battuto la concorrenza dello Shakthar Donetsk. Esordio in campionato amaro per il rumeno contro l’Inter, dove oltre a procurare un rigore alla squadra avversaria, viene anche sostituito all’intervallo. Anche nella sua seconda ed ultima partita in Serie A  con la maglia rosanero, procurerà un rigore agli avversari (nella sfida contro il Bari). Ceduto l’ultimo giorno del calciomercato invernale in prestito al Piacenza, rientrerà a Palermo dove resterà ai margini dei progetti di Delio Rossi nella stagione 2010-2011. Dopo le cessioni a diversi club d’Europa, dove il giocatore continuerà ad essere legato al Palermo da contratto, chiude definitivamente i rapporti con il club rosanero solo nel 2013 quando passa al Concordia Chiajna.

 

MAURO CETTO: giunto a Palermo a parametro zero dopo la stagione da record al Tolosa, il calciatore argentino dovrà guarire da un infortunio prima di esordire in maglia rosanero e in campionato nella sfida persa contro la Roma per 1 a 0. Sono 8 le presenze totali nel Palermo tra Coppa Italia e campionato. La sua scarsa incisività lo porterà ad essere ceduto in prestito al Lille, dalla quale tornerà per collezionare 3 presenze nella stagione 2012-2013.

 

AREVALO RIOS: il nazionale uruguaiano è stato acquistato dal Palermo per 3 milioni di euro dal Club Tijuana. Esordio in Serie A  e con la maglia rosanero nella prima partita di campionato della stagione 2012-2013 subentrando a Massimo Donati. Due gol per l’uruguaiano (contro Cagliari e Lazio) nelle sue 27 presenze nel massimo campionato italiano. La mancata convocazione per il ritiro estivo in vista della stagione 2013-2014, dopo l’accordo con il prestito che sarebbe durato fino al 31 dicembre , il centrocampista verrà ceduto al Club Tijuana per 2 milioni di euro.

 

AGON MEHMETI: annunciato dal presidente Zamparini come il nuovo Ibra, il giocatore svedese collezionerà con il Palermo appena 3 presenze, due delle quali avverranno entrambe contro il Napoli in campionato. Andando in prestito al Novara nell’agosto del 2012, siglerà una tripletta alla sua prima da titolare contro il Cesena. Tornato a Palermo dal prestito, rescinderà il contratto con la società rosanero per approdare in prestito al club portoghese del Olhanense.

 

MAURO FORMICA: altro acquisto della gestione Lo Monaco che come Fabbrini, non fornirà nessuna particolare rilevanza al campionato rosanero se non un gol nella prima da titolare contro il Chievo (partita poi conclusa 1-1). Solo 8 presenze per il giocatore argentino in Serie A, che dopo essere andato in prestito al Blackburn, venne ceduto a titolo definitivo al Cruz Azul.

 

SOULEYMANE BAMBA: si trasferisce a Palermo nell'estate del 2014, primo ivoriano a firmare un contratto con la società siciliana. In maglia rosanero realizza di fatto la sua unica presenza il 24 settembre contro il Napoli da titolare prima di trasferirsi in Inghilterra al Leeds.

 

SIMON MAKIENOK : acquistato nella stessa sessione di mercato dell’ivoriano per quasi 3 milioni dal Brondby, l’enorme attaccante danese di oltre 2 metri ha collezionato solamente quattro presenze con il Palermo, nessun gol per lui. Ancora di proprietà del club di Viale del Fante, il giocatore è attualmente in prestito al Preston North End.

 

UROS DJURJEVIC:  attaccante serbo acquistato durante la sessione estiva del 2015 dal Vitesse. Ben 14 per lui le presenze, siglando addirittura due gol, uno di questi alla sua prima in A subentrando al posto di Gilardino nella sfida casalinga pareggiata contro il Carpi per 2-2. L’attaccante ora veste la maglia del Partizan.






3 commenti

  1. Angelo 28/02/2017

    Fra i non capiti metterei anche Zahavi che credo sia un ottimo giocatore e perchè no anche Raggi che a tutt'ora fa la champions con il Monacò

  2. rosanero 28/02/2017

    Perché le altre squadre non hanno mai sbagliato acquisti? Invece di mettere i '' flop'' mettete tutti i giocatori scoperti che sono diventati importanti, anzi fate una top 11, a me piace questa: Fontana-Kjaer-Barzagli-Grosso-Pastore-Ilicic-Vazquez-Dybala-Cavani-Miccoli-Toni, in panchina Balzaretti, Zaccardo, Darmian, Liverani, Simplicio, Corini, Amauri.

  3. Jei 28/02/2017

    Sicuramente quelli elencati sono stati dei flop,aggiungerei,di contro,giocatori che a Palermo erano considerati bidoni e che,invece,si sono dimostrati buoni calciatori,due su tutti: Darmian,finito in nazionale,ed Emerson titolare nella Roma di Spalletti...Per non parlare di Vasquez tenuto ai margini della prima squadra fino a quando Iachini non ne ha capito le potenzialità .

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *