IL POST

Curva Nord 12: «Perché si ferma
la scuola e non il calcio?»

Curva Nord 12: «Perché si ferma la scuola e non il calcio?»



La Curva Nord 12 - attraverso un messaggio sulla propria pagina Facebook - ha espresso il proprio disappunto nei confronti delle scelte che il Governo sta adottando nei confronti dello Sport per la vicenda legata al Coronavirus. Di seguito il pensiero della Curva.

 

Non capiamo con che coscienza uno Stato possa chiudere le scuole ma non abbia il coraggio di fermare un campionato.

Noi non troviamo differenze fra un covid sportivo (vedi caso Genoa) e un covid nella vita quotidiana che comporta la continua perdita di posti di lavoro e il fallimento di aziende.

Altri settori sono stati fermati senza nessuna pietà in nome della salute pubblica. Non ultimo quello del turismo, linfa vitale per gran parte del Paese.

Perché per noi non conta “QUANTI”?

Perché il quanti lo abbiamo deciso fin dal primo giorno… Il “QUANTI” per noi è da sempre “TUTTI”!!!

A differenza di chi del nostro sport, calcio o basket che sia, si è elevato a padrone, il nostro non è un conto economico basato su numeri di presenze che diventano denaro.

Per noi il TUTTI è uno stile di vita che non lascia indietro nessuno.

Per questo motivo ora più che mai conta il “COME”, il come che già abbiamo proposto con l’incontro di Napoli. Un come che prevede di tornare a essere noi stessi.

Tutti noi, uniti nelle idee, siamo pronti a sacrificare la nostra passione sino a quando sarà necessario per poter tornare su quei gradoni nel modo che solo noi sappiamo fare.

Senza mascherine a chiuderci la bocca…

Con i nostri colori al cielo…

Con i nostri tamburi a dare il ritmo che ci viene dal cuore!!!

Con poche parole e il fuoco che arde dentro di noi.

Di tutti noi!!!

Questo è quello che siamo.

Questo è quello che abbiamo da dire!!!

Questo è quello che vogliamo tornare ad essere!!!


 

NEWS DI GIORNATA

 

PALERMO, CENTROCAMPO «CORTO»: PALAZZI E ODJER GIÀ INTOCCABILI

 

CRIVELLO: «A TERAMO ABBIAMO CAPITO COSA È LA SERIE C»

 

RUOLO, OBIETTIVI E IL PRESIDENTE MIRRI: PARLA CRIVELLO

 

FOGGIA E BISCEGLIE IN C: ECCO IL NUOVO CALENDARIO DEL PALERMO

 

MICHELE CONTRO PAPÀ MARIO. A PALERMO LA SFIDA È SOMMA

 

TERNANA-PALERMO: CAMBIA L'ORARIO

 

 

TEMPO, FATICA E FORTUNA: VINCERE IL GIRONE C È DURA

 

CALCIOMERCATO PALERMO: LUPERINI SI PUÒ...BATTERE LA CONCORRENZA

 

 

PALERMO-POTENZA, LA DESIGNAZIONE ARBITRALE

 

 

ALTRI ARTICOLI

 





8 commenti

  1. Tifoso 19 giorni fa

    Vero Palermo domina, avevo letto anch'io il testo .letto e riletto e non riuscivo a capire se i commentatori precedenti ne avessero capito il senso Praticamente non hanno capito nulla. In compenso hanno sputato il solito veleno. È veramente incredibile come in questi siti si possano sparare cazzate a raffica senza alcun limite.

  2. Palermo domina 19 giorni fa

    chi ha commentato non ha capito nulla del comunicato della Curva Nord 12. Non hanno capito che la Curva Nord 12 è contraria alla richiesta delle società di aprire al 30% gli stadi. Non hanno capito che la Curva nord 12 ribadisce che la scuola è più importante del calcio. Molti non riescono a comprendere nemmeno l'analisi logica dei testi.

  3. Forza Dea 20 giorni fa

    Ma basta dare visibilità a questi 4 sfaticati ,che andassero a lavura' terun

  4. Il tifoso sportivo 20 giorni fa

    Si fermino loro.

  5. Rosanero amareggiato 20 giorni fa

    Ma che articolo è? Boh

  6. Rubini 20 giorni fa

    Viri che paragoni che fanno...l'istruzione con il calcio: mmmmaahh!!

  7. Aggregazione galattica lame rotanti 20 giorni fa

    E comunque grazie Daniela!

  8. Marco Palermo 20 giorni fa

    forse perchè andare a scuola è molto più importante di andare allo stadio!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *