CHIARIMENTO

Coronavirus, Viminale: sì
passeggiata genitore-figlio

Coronavirus, Viminale: sì passeggiata genitore-figlio



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

Si potranno fare passeggiate con i propri figli, ma ad alcune condizioni.

 

A precisarlo, lo stesso Viminale che, attraverso una circolare inviata ai prefetti.

«È da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto, purché in prossimità della propria abitazione». Piantedosi chiarisce che «l’attività motoria è generalmente consentita e la passeggiata non va intesa come equivalente all’attività sportiva (jogging)».

 

Nella circolare viene sottolineato anche che il divieto di assembramento non può ritenersi violato dalla presenza in spazi all’aperto di persone ospitate nella medesima struttura di accoglienza (case-famiglia), ma chi arriva dall’esterno «è tenuto al rispetto della distanza e all’uso dei dispositivi di protezione, guanti e mascherine».

 

 

ALTRI ARTICOLI

 

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DEL 31 MARZO IN SICILIA

 

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DEL 31 MARZO IN ITALIA

 

CORONAVIRUS, LA CONFERENZA DELLA PROTEZIONE CIVILE DEL 31 MARZO

 

CORONAVIRUS, PALERMO: VERIFICHE E DENUNCE DELLA POLIZIA MUNICIPALE






1 commento

  1. Francesco 70 60 giorni fa

    Non ritengo giusta questa scelta del Viminale.Se tanti genitori si ritrovano sotto casa con i propri figli,si metterebbe a rischio il lavoro fatto fin qui.E poi dalle nostre parti,questa decisione,potrebbe avere delle interpretazioni soggettive pericolose...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *