IL COMUNICATO

Assocalciatori: «Scelta del
Governo discriminatoria»

Assocalciatori: «Scelta del Governo discriminatoria»



L'AIC non ci sta. Nella serata di ieri l'Assocalciatori ha pubblicato un duro comunicato, rivolto alle norme riservate alla ripresa dello sport previste nel nuovo DPCM del Governo per l'inizio della "fase 2" dell'emergenza Coronavirus. Il bersaglio è il divieto per i calciatori di poter fare preparazione individuale nei centri sportivi, decisione ritenuta "discriminatoria" e lesiva di quel percorso di riatletizzazione necessario per poter in futuro riprendere a giocare.


LEGGI ANCHE

 

• ESCLUSIVO - PALERMO, A TUTTO SAGRAMOLA: L'INTERVISTA VIDEO

 

• ZENGA SENZA FRENI: "PASTORE SEMPRE IN CAMPO, ZAMPARINI SA"

 

• TOTTI E DEL PIERO LIVE: "A PALERMO MICCOLI E AMAURI..." VIDEO

 

• E LA SERIE C SCRISSE ALLA D: LE 9 PRIME SARANNO PROMOSSE

 

• CORONAVIRUS, QUANTI PASSEGGERI IN AUTO? IL GOVERNO RISPONDE


 

 

Di seguito il comunicato dell'AIC: 

 

"L'Assocalciatori manifesta le proprie perplessità, nonché la sorpresa, in merito alla decisione del Governo sulla modalità di ripartenza dello sport italiano. Si ritiene, infatti, discriminatoria, prima ancora che illogica, l’idea di far riprendere l'attività negli impianti sportivi ai tesserati di discipline sportive individuali e non consentire ai calciatori professionisti – così come ad altri atleti tesserati per discipline di squadra – lo svolgimento di allenamenti in forma individuale nei centri sportivi, come peraltro già consentito nel mese di marzo 2020. La norma, inoltre, rischia di produrre un aggravamento e non il contenimento del rischio. Per il lavoratore sportivo la fase di riatletizzazione dopo questo stop obbligato è un passaggio necessario e utile anche ad evitare infortuni e per essere pronti per iniziare il 18 maggio gli allenamenti di gruppo; non v’è che non veda come sia sicuramente più pericoloso fare attività individuale nelle zone cittadine e su superficie inidonee. Rimane l’auspicio di un pronto intervento del Governo utile ad eliminare le evidenti distorsioni che deriveranno dalla applicazione delle norme contenute nel DPCM del 26 aprile u.s.".


ALTRI ARTICOLI

 

DIETROFRONT CONTE, DAL 10 MAGGIO TORNANO LE MESSE IN CHIESA

 

DA BERGAMO: "PRIMA DENIGRAVO PALERMO, VI CHIEDO SCUSA"

 

BERGAMASCO SI SVEGLIA DAL COMA A PALERMO: "MI TATUO LA SICILIA"

 

CONTE ANNUNCIA LA FASE 2, LE NOVITA' DAL 4 MAGGIO

 

MUSUMECI: "SONO DELUSO, MOLTO DELUSO DA CONTE"

 

FORZAPALERMO.IT LIVE - TALK - CON MARA SAVIANO DI ROSANERO UNNEGGHIE'

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *