SERIE D

Palermo attende: primi sul campo
o d'ufficio? Sibilia tentenna

Palermo attende: primi sul campo o d'ufficio? Sibilia tentenna



IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

Non è ancora tempo di tornare al campo d’allenamento.

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato che dal 4 maggio sarà consentita l’attività sportiva per gli atleti professionisti ma in forma esclusivamente individuale.

Per gli atleti che praticano sport di squadra, tutto rimandato al prossimo 18 maggio.

 

Resta in attesa, dunque, anche il Palermo di mister Rosario Pergolizzi, che non calca il terreno del Renzo Barbera dal lontano 1 marzo, quando i rosanero schiacciarono il malcapitato Nola, caduto sotto i colpi di Floriano e Felici.

Perché si possa tornare a vedere una partita di Serie D dovranno incastrarsi come tessere di un puzzle diverse circostanze.


LEGGI ANCHE

 

• ESCLUSIVO - PALERMO, A TUTTO SAGRAMOLA: L'INTERVISTA VIDEO

 

• ZENGA SENZA FRENI: "PASTORE SEMPRE IN CAMPO, ZAMPARINI SA"

 

• TOTTI E DEL PIERO LIVE: "A PALERMO MICCOLI E AMAURI..." VIDEO


 

Tutto, al momento, lascia però pensare che in campo non si tornerà se non per allenarsi.

Il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Cosimo Sibilia, ci spera ancora: “Nel momento in cui ci diranno che non ci sono le condizioni per finire la stagione, chiuderemo i campionati”, ha detto, rassicurando tutte le società dilettantistiche: “Stiano sicure che non faremo passare nessun principio che non sia di rispetto dei ruoli e del risultato ottenuto”.

 

Mano tesa anche dalla Lega Pro. Dopo il polverone alzato in seguito alle proposte filtrate dal Consiglio direttivo, il presidente della Serie C Ghirelli ha scritto una lettera a Sibilia: “Ti assicuro che l'ultima cosa che mi passa per l'anticamera del cervello, è quella di togliere le promozioni alla Serie D”.

 

Il mondo del calcio minore, dunque, aspetta una parola chiara dal ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, che proprio nelle scorse ore ha subito l’attacco dell’ex presidente del Consiglio Matteo Renzi: "Il suo protagonismo non è più tollerabile - ha detto - Oggi ci sono tutte le condizioni per ricominciare fidandosi della comunità scientifica”.







8 commenti

  1. Tube di Falloppio 75 giorni fa

    @Rubini smettila di fare disinformazione!! Vergognati!! leggi e impara! ''Canone RAI: nessuna eccezione per disoccupati e disabili. La normativa non fa eccezioni ne per disoccupati ne per disabili e neanche per chi come il nostro lettore ha un Isee basso e non raggiunge gli 8.000 euro richiesti. L’Agenzia delle Entrate precisa che oltre all’Isee con un reddito annuo non superiore a 8.000 euro bisogna aver compiuto 75 anni di età. Quindi, la risposta al nostro lettore è negativa, non può fare domanda di esenzione anche rientrando nel limite di reddito richiesto.

  2. Rubini 79 giorni fa

    8mila Euro e un'utenza, ovviamente. I disoccupati, che vuol dire reddito zero, esentati. Ci sono pure dei pensionati con una discreta pensione (per fortuna, specie a Palermo). La villa? Niente di trascendentale, 150 metri nel Centro di Firenze valgono molto di più, o 100 al centro di Roma. Zamparini possedeva una villa, monumentale, al Centro di Firenze. Quella si, che era una villa! La diede via, durante l'affaire Toni. Chissà se si è pentito (della cessione della villa, intendo).

  3. Blackmamba 79 giorni fa

    Possono chiedere l'esenzione del canone rai gli ultra 75enni con reddito non superiore ai settemila euro, cioè una platea ridicola. Il resto, disoccupati compresi devono pagare un canone che ognuno si assumeva la responsabilità di pagare o meno. Questo per foraggiare agenzie, star, starlette, e gli stipendi ultra milionari di conduttori disgustosi. Una tassa ''ESTORTA'', ma del resto il due di coppe toscano era notorio per essere il Robin Hood della finanza, toglieva ai poveri per dare ai ricchi, e proprio con il canone è iniziata la sua scomparsa..PER FORTUNA.

  4. Rubini 79 giorni fa

    Anziani, famiglie a basso reddito etc. sono esentati dal pagamento del Canone Rai (storicamente la tassa più evasa). La richiesta per l'esenzione e in caso di accertamento, è molto semplice, ma non obbligatoria, si può anche pagare. Così come la Cassa Integrazione (che grava sullo Stato, cioè noi) in questo periodo prevista pure con un solo dipendente. Anche in questo caso la richiesta non è obbligatoria. Soprattutto per quelle Società che si vantano di essere solidissime e quindi meritevoli di particolari privilegi, per sostenere il sistema.

  5. Blackmamba 79 giorni fa

    Poi cè il DUE DI COPPE alias Matteo da Rignano con villa milionaria, che con il suo misero 2% continua a fare il duro, sarebbe ora che qualcuno gli dicesse di smetterla di mettere il naso ovunque e di finirla di rompere le palle. Bello parlare di coronavirus con villa e parco annesso, con 20 mila euro di stipendio mensile, e di pensare a tutto tranne che alla povera gente e in questo caso al calcio che per lui deve essere riaperto in toto per fare ripartire la macchina mangia soldi. Del resto lui è quello che ha ''ESTORTO'' il canone rai in bolletta anche a disoccupati e pensionati al minimo.

  6. Blackmamba 79 giorni fa

    Adesso stanno un pò rompendo le palle con queste incertezze. Siccome sappiamo tutti che il Palermo è MERITATAMENTE PRIMO IN CLASSIFICA, quindi al 100% in lega pro, si ufficializzi la cosa, in modo da potere dare alla società il tempo per trovare un nuovo allenatore e migliorare la rosa, che in lega pro dovrà essere di ottimo livello oppure si andrà incontro a delle delusioni. Sagramola, Mirri, Di Piazza, hanno mantenuto le loro promesse e sono certo anche in lega pro ci faranno essere protagonIsiti. FORZA PALERMO E VAFFANC....AL COVID19.

  7. Rubini 79 giorni fa

    I primi. Anzi, primi! 'Primi!', come nel finale di 'La vita è bella'. Ma il piccolo Giosuè ancora non sa del sacrificio del padre (Guido, Orefice -'orefice'chi fabbrica o gestisce metalli preziosi-), per una vita almeno migliore. Il calcio fa la fine che merita, è già finito, sulle odierne parole di Lotito dovrebbero scorrere i titoli di coda. Questi che vediamo sono gli scatti meccanici e virulenti, che precedono il rigor mortis. Spetta ora a Sky(fo o simili) provare a farlo credere ancora in vita e pimpante. Proprio come in 'Weekend con il morto' (1989).

  8. Hahahahahaha 79 giorni fa

    Io penso a quelli del Savoia che ci aspettavano col sangue agli occhi. Come si dice in napoletano “nt’e cannaruozzi”?

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *