LA STORIA

Coronavirus, 3 giocatori
bloccati da giorni in aeroporto

Coronavirus, 3 giocatori bloccati da 5 giorni in aeroporto



Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

Il Coronavirus ha fermato il calcio in tutto il mondo, anche in Arabia Saudita. Proprio alla luce di questo, tre giocatori argentini, Leonardo Gil, Sergio Vittor e Cristian Guanca, tutti e tre tesserati in Arabia Saudita, hanno provato a fare ritorno in patria, ma senza riuscirci.


LEGGI ANCHE - ZENGA SENZA FRENI: «PASTORE SEMPRE IN CAMPO. ZAMPARINI SA»


Secondo quanto riportato da Gianlucadimarzio.com, i tre giocatori non hanno ottenuto il permesso per tornare in Sud America, dove per rientrare è necessario un permesso da parte dell'autorità nazionale di volo (ANAC) in consulta con il Governo ed il Ministero della Salute.

Proprio per il mancato via libera, i tre giocatori si trovano da venerdì chiusi nel terminal dell'aeroporto di Francoforte, in Germania.


LEGGI ANCHEDELIO ROSSI: «SE IL PALERMO CHIAMA IN C, IO CI SONO»


"Abbiamo bussato a tutte le porte - spiega Leonardo Gil alla Bild - È un peccato. Non capiamo perché il Governo, come argentini, non ci lasci tornare. Non possiamo lasciare l'aeroporto. L'hotel nell'area di transito ha solo poche camere disponibili. A volte ne prendiamo una, a volte dobbiamo dormire sul pavimento".

 

«Bloccati con Guanca ci sono anche la moglie, due figlie di 6 e 7 anni e la madre di 56 anni. Domani è previsto un altro volo per Buenos Aires da Francoforte, stavolta i tre giocatori e le loro famiglie sperano di poterci salire a bordo».

 

ALTRI ARTICOLI

 

 

UN ANNO FA RACCONTAVAMO L'INIZIO DELLA FINE

 

MEDIAPRO: «STADI PIENI? DIFFICILE PRIMA DEL 2021»

 

 PALERMO, EX IMI TRASFORMATO IN COVID HOSPITAL





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *