Corini: "Zamparini mi ha scelto perché si è informato, a gennaio dobbiamo rinforzarci" - Forza Palermo Calcio Giornale

Corini: "Zamparini mi ha scelto perché si è informato, a gennaio dobbiamo rinforzarci"




Eugenio Corini è intervenuto nella trasmissione di Italia uno, Tiki Taka per parlare del Palermo e non solo. "Questo lunedì ci porta nuove speranze che erano sopite ma ieri si sono risvegliate e sono fondamentali per noi per raggiungere il nostra grande traguardo che sarebbe la salvezza". Successivamente interviene Gene Gnocchi con un paio di battute per il tecnico rosanero: "So che allenare il Palermo è considerato come lavoro usurante. Poi volevo chiederti se sei pagato in voucher come gli allenatori, che sono tutti in un gruppo whatsapp". Lo stesso Gene Gnocchi ha poi chiesto a Corini cosa ne pensava della frase di Zamparini "Ho scelto Corini perché non c'era nessuno": "L'importante è essere scelti. Sicuramente si sarà informato e avrà visto che mi sono salvato col Chievo due volte e avrà pensato che fossi la persona giusta. Com'è allenare il Palermo? E' gratificante per me, sento la piazza in particolar modo. Anche se sono arrivato in un momento non facile sono orgoglioso di allenare qui. Cosa serve per la salvezza? Ho cercato di spingere sulle qualità che abbiamo, dobbiamo fare qualcosa a gennaio per rinforzarci, poi dobbiamo tenere lo spirito che abbiamo avuto ieri, così facendo potremo vincere il questo nostro mini-campionato, dove purtroppo tre squadre di queste quattro retrocederanno". Poi risponde alle continue provocazioni del comico emiliano: "Queste battute sono scontate". Corini pensa anche al mercato: "Intanto vorrei che si pensasse alla partita di giovedì contro il Pescara, poi andremo a pensare insieme alla società dove intervenire. I giovani della primavera? Ci sono parecchi giovani interessanti dove si sta facendo un lavoro importante come Bentivegna, Lo Faso e Bonfiglio, ma adesso non c'è la situazione adatta per farli giocare". Corini è stato coinvolto anche in altri argomenti della Serie A: "Higuain? E' un attaccante determinante perché risolve partite equilibrate con giocate personali, quindi i suoi gol sono pesantissimi. Poi la Juve è una squadra rodata e che naviga sempre in alti livelli, anche in Europa. Il Napoli? E' una squadra allenata benissimo da un allenatore straordinario. E' uno dei progetti più intriganti in Italia e credo che fra 3-5 anni potrà vincere qualcosa di importante".






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *