PRE-PARTITA

Corini: «A Bari per giocarci
una partita importante»

Corini: «A Bari per giocarci una partita importante»



 

Eugenio Corini, allenatore del Palermo, ha parlato in conferenza stampa in vista del match di dopodomani contro il Bari (ore 20.45) al "San Nicola". Queste le sue dichiarazioni:

 

"L’idea è quella di alzare il livello della rosa con 5-6 acquisti, parlerò dei nuovi quando verranno ufficializzati. Fra due giorni siamo in campo, una partita importante contro una squadra che l’anno scorso ha vinto il suo girone con grande merito. È partito bene vincendo con il Verona in Coppa Italia e facendo una grande partita con il Parma, tra le favorite per la promozione in A. Mignani ha fatto un grande lavoro, hanno grande entusiasmo e sappiamo delle difficoltà che affronteremo. Metteremo in campo le nostre cose, sfruttando l’entusiasmo della scorsa partita per provare a ripeterci”.

 

DAMIANI
“Damiani ha fatto una bellissima partita, con personalità e continuità. È in crescita e lo teniamo in grande considerazione. Aumentare il livello della squadra va fatto non solo numericamente ma anche qualitativamente. Damiani in un campionato lungo avrà il suo spazio, la volontà è quella di avere due giocatori per posizione”.  

 

LUPERINI
“La società mi ha avvisato di una trattativa molto avanzata ma non ancora ufficializzata per la cessione di Luperini. È stata un’arma tattica di straordinaria importanza nella scorsa stagione ma è stato per me giusto che il ragazzo ottenesse di andare via e di continuare la carriera in un’altra società. Ho seguito il ragazzo per un solo allenamento ma gli auguro il meglio perché è un bravissimo ragazzo ed è stato importante nella scorsa stagione”.

 

VICE BRUNORI
“In attacco al momento i giocatori non ci mancano, siamo concentrati su determinati ruoli e vedremo se avremo la possibilità di lavorare anche su questo”. 

 

I NUOVI A BARI
“Vedo complicato portare qualcuno dei nuovi che possono arrivare in questi giorni, i tempi sono molto stretti e non credo in questo momento che potrei portarli a Bari”.

 

ATTEGGIAMENTO
“Ci sono varie fasi nel gioco, con il Perugia abbiamo avuto un controllo della partita importante e in altre fasi ti prepari per poter contrattaccare. Anche quando difendiamo il pensiero è di prendere palla e andare a gare gol. Bisogna partire in maniera rapida perché trovi le squadre scoperte, lavoriamo su questo. Il Bari ha qualità, ha giocatori importanti e sappiamo che hanno un lavoro importante alle spalle da più di un anno”.

 

MODULO
“A livello di sistema c’è un’idea di base, poi il calcio è dinamico e in campo si ruota e ci si muove, nel complesso la base sarà quella vista contro il Perugia”.

 

ULTIMO SCONTRO
“La precedente partita contro il Bari dell’anno scorso era un clima particolare perché loro festeggiavano la promozione. Abbiamo visto quella partita per prendere qualche spunto insieme ai miei collaboratori”.

 

 

INDISPONIBILI E SALA
“Gli indisponibili sono Sala, Devetak e Accardi. Sala ha preso una botta ma lo ringrazio perché è rimasto in campo. Il ginocchio era molto gonfio ma siamo tranquilli, vediamo se riusciamo a recuperarlo per la prossima partita. Per il ruolo c’è Crivello ma sto valutando anche profili più conservativi, ci stiamo lavorando”.

 

ELIA
“Della scorsa partita mi è piaciuto il coraggio e la voglia di giocare, di provare le cose nelle quali abbiamo lavorato e per un allenatore è una cosa importante. Elia è un giocatore importante, ha fatto sia la C che la B e l’anno scorso si è ritagliato uno spazio rilevante a Benevento. Può migliorare tanto soprattutto per fare gol e assist, cerchiamo di alzare il suo livello tecnico provando a metterlo proprio nella posizione di crescere su questi fondamentali”.

 

 

GIOCO DAL BASSO E SINGOLI
“La ricerca è quella di costruire il gioco anche dal basso, ci abbiamo lavorato e i ragazzi stanno lavorando bene. Pigliacelli ha doti importanti con i piedi e sa bene quando e come sfruttarle. Valente può giocare sia a destra che a sinistra, è un giocatore abile e lo tengo in considerazione per entrambe le fasce. Ha gamba, è un giocatore interessante. Floriano è un giocatore qualitativo, legge bene gli spazi e fornisce filtranti e per questo l’ho inserito sotto punta, contro il Perugia ha fatto bene e ha dato una grossa mano a livello qualitativo”.

 





3 commenti

  1. Bugia 47 giorni fa

    ....oggi tutti questi soggetti, 'veri tifosi', godono del lavoro di Baldini e Castagnini ( e Sagramola). Ma, fossi in loro, m'affrunterei come un verme a scrivere ancora sui vari siti... GRAZIE SILVIO UNO DI NOI!

  2. Bugia 47 giorni fa

    Proclami e promesse e giochi d'artificio. Già...peccato che quelle 'promesse' sono state mantenute, grazie al PROFESSIONALE lavoro di Baldini e Castagnini. Lavoro che si è visto ancora con il Perugia. Grazie sempre, e scusate per quelli che a Palermo vi hanno continuamente, INDEGNAMENTE, sbeffeggiato, tacciandovi di 'incompetenza', o trattandovi da 'santoni'...per poi magari darvi una pacca sulle spalle quando vi incontravano....

  3. Blackmamba 49 giorni fa

    La prima parola di Soriano a Palermo fu UMILTA' che molti non compresero. Questi sono agli antipodi dal modo di lavorare a cui siamo stati abituati negli ultimi 20 anni. Niente proclami, promesse, giochi di artificio, ma solo professionale lavoro sottotraccia per raggiungere obbiettivi in silenzio. In poco tempo stanno prendendo una serie di giocatori importanti e non si fermeranno, il futuro è roseo e la permanenza in B certa.... siamo in buone mani e inizio a capire del perchè delle dimissioni di Baldini, due mondi diversi che non potevano convivere.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *