PRE-MATCH

Corini: «Mi aspetto progressi
ogni settimana»

Corini: «Mi aspetto progressi ogni settimana»



Intervenuto in sede di conferenza per presentare il match di domani contro il Genoa, queste sono state le parole di mister Eugenio Corini:
 
"Il lavoro quotidiano aiuta, è lo stimolo che sto dando ai ragazzi. Non è un ritiro, andiamo a giocare sempre partite ufficiali, verifiche che contano punti. Le sconfitte sono pesanti da assorbire dunque ogni allenamento ci può far crescere, e ci fa costruire la nostra storia. Dobbiamo sfruttare al meglio il tempo a nostra disposizione, voglio vedere miglioramenti per ogni partita, che siano di ris/
    /tati o di prestazione."
 
GIOCATORI FUORI DAL PROGETTO
"La chiarezza è quella di dire che la difficoltà numerica di far parte di una rosa numerica in cui ci sono alcuni giovani in più. Ogni giocatore sceglie il proprio percorso professionale, io allenerò tutti allo stesso modo, poi il calcio è particolare, tutto può cambiare. E' normale che quando faccio dei 10vs10 durante la settimana è difficile dare spazio a tutti".
 
IL GENOA
"Vorrei che ogni partita venisse preparata al meglio. E' ovvio che il Genoa insieme a Cagliari e Parma è una delle più forti. Anche se fosse stata un'altra squadra l'avremmo preparata per avere una grande reazione. Il controllo emotivo dobbiamo averlo sempre, se lo perdi la fase tattica vale poco. Le mie riunioni video sono state fatte per far riconoscere bene determinate situazioni, che nel calcio a volte fanno la differenza. Il percorso sarà medio-lungo, ho bisogno di fissare qualche concetto e poi lavorare s/
    /le sfumature, ma nel frattempo dobbiamo portare a casa i punti".
 
DOPO REGGIO
"nove giocatori da mettere insieme sono tanti, dal punto di vista della condizione tutti hanno situazioni differenti. Dobbiamo anche sfruttare la sosta dopo Frosinone per consolidare una conoscenza reciproca, sia umana ma anche tecnico-tattica. Dentro la partita di Reggio brucerei i primi 20 minuti, non per il gol ma per quello fatto successivamente. La squadra si è predisposta a continui contropiedi, e siamo stati fortunati. Nella seconda parte del primo tempo abbiamo fatto meglio, le loro ripartenze erano in controllo, e se poi prendi il secondo gol da un fallo laterale loro difenda difficile."
 
LA PARTITA DI DOMANI
"Voglio vedere una squadra capace di soffrire assieme. Non dobbiamo concedere spazi, loro creano tanta densità al centro, quindi dobbiamo pressare bene e coprire bene l'ampiezza. Possiamo trovare degli spazi, l'abbiamo preparata anche dal punto di vista caratteriale. Bisogna saper reggere il momento, saper star dentro alle difficoltà".
 
ASSETTO DIFENSIVO
"C'è un lavoro quotidiano per migliorare le situazioni di campo. Anche fare una pressione iniziale un po' più bassa, lavorare s/
    /l'attenzione delle palle ferme, su azione abbiamo preso pochissimi gol. Quando io vedo che abbiamo un uomo di riferimento bisogna stare attenti, poi si può sbagliare ma dobbiamo migliorare. Qualche modifica l'abbiamo fatta e speriamo porti un vantaggio."
 
COME HAI VISTO I RAGAZZI
"Se vuoi consolidare un atteggiamento devi continuare ad allenarlo, stiamo lavorando sia s/
    / possesso che nel non possesso, voglio vedere i miglioramenti durante le partite.
 
GOMES
"Ha grande c/
    /tura calcistica, è cresciuto nel PSG e poi il City, è un ragazzo molto intelligente. Ha valore e ci darà una mano nel percorso della stagione.
 
BALLOTTAGGI E I TIFOSI
"Abbiamo la consapevolezza che siamo in un percorso di rinnovamento. Il tifoso io lo comprendo, ma bisogna avere una lettura lucida delle cose. Attraverso voi cerco di spiegare il punto di partenza e il percorso che dobbiamo fare, ci sono e ci saranno altre difficoltà. Non è tutto buono ma nemmeno tutto brutto, coprendo la delusione ma non dobbiamo dimenticare il punto di partenza. Stiamo lavorando e comunque voglio sempre presentare una squadra che da tutto. Ho già comunicato la formazione stamattina, ho fatto una serie di riflessioni, non voglio cambiare tanto. Giocherà Marconi visto che Bettella è squalificato.
 
IL CENTROCAMPO E LA FASE OFFENSIVA
"Sicuramente dobbiamo migliorare nell'equilibrio, se vuoi fare un calcio offensivo ti puoi predisporre a qualche contrattacco, nella seconda parte di Reggio ci siamo messi meglio, quando siamo andati ad attaccare provavamo a riempire l'area con 3-4 giocatori, ed è importante per liberare spazio a Brunori. Mi aspetto gol dai centrocampisti, dalle punte esterne.
 
TEMA ESPULSIONI E PIGLIACELLI
"Sono tre, quella di Marconi è stata "spesa bene". Le altre due fanno parte del controllo emotivo, sia Valente che Bettella da ammoniti dovevano avere più controllo, specialmente con l'Ascoli in casa che avevamo 10 minuti per cercare il pareggio. Io so di avere due portieri importanti, perchè Massolo l'anno scorso ha fatto un percorso straordinario. Mirko ha fatto molto bene all'estero e ha un'attitudine alla costruzione del gioco. Io li considero entrambi titolari, ma bisogna dare tranquillità a chi sta parando per ora. Abbiamo anche Grotta che sta crescendo bene.
 
PALERMO SQUADRA PIU' CITATA D'AGOSTO E STRANIERI IN ROSA
"Il concetto legato all'audience era chiaro, ne avevo la piena consapevolezza. E' una squadra importante. Lo stadio pieno affascina, quando andiamo in altri campi la gente viene anche per il Palermo. Sono felice di questo ma lo sapevo già. Il discorso degli stranieri è complesso, il mondo è diventato globale, siamo stati noi i primi a essere immigrati, bisogna essere competitivi, accettare chi viene e alzare il livello dei settori giovanili. Per consolidare le nazionali ci sarebbe da fare un lavoro attento, possiamo fare meglio di certo.
 
CODA VS BRUNORI
"Massimo ho avuto la fortuna di allenarlo a Lecce, è un calciatore fortissimo. Matteo a prescindere da tutto ha davanti a sè un percorso chiaro. Si allena sempre bene, intensamente, col suo atteggiamento si tira dietro tutta la squadra. E' anche capitano adesso, mi aspetto, accompagnandolo, un percorso di crescita. Lui per me ha tutte le attitudini per sopportare le responsabilità.
 
CAMBIO MODULO?
"Noi giochiamo con tre punte, a volte ne avviciniamo una. A volte può diventare un "2-3-1", li lavoreremo s/
    /le caratteristiche".





1 commento

  1. Filippo di maggio 27 giorni fa

    Tutte frasi inutili. Devi trasferire grinta e rabbia. Devono pressare. A reggio erano fermi

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *