NOBILE DECADUTA

Corda: «Il Foggia vuole la
C a tutti i costi»

Corda: «Il Foggia vuole la C a tutti i costi»



Lo stop forzato del campionato a causa dell’emergenza Coronavirus, ha costretto un’altra nobile decaduta del nostro calcio alla permanenza fra i Dilettanti. Stiamo parlando del Foggia che nell’istante in cui il pallone ha smesso di rotolare si trovava a un solo punto dalla capolista Bitonto.

In seguito la società neroverde è stata promossa in Serie C, ma nonostante ciò i rossoneri non si arrendono e vogliono la Terza Serie a tutti i costi.

 

In tal senso, per parlare del presente dei satanelli e della convinzione di un possibile ripescaggio in Serie C, il portale TuttoC.com ha intervistato l’allenatore nonché massimo dirigente del Foggia Ninni Corda.

Riportiamo di seguito alcune delle sue parole.

 

Quante sono le possibilità di un ripescaggio in Serie C?

"Abbiamo altissime possibilità: stiamo pensando di subentrare al Bitonto. Visto che abbiamo chiuso a un solo punto, basterebbe una minima penalità per scavalcarli. Basterebbe anche un solo punto per riacciuffarli in classifica: quindi basterebbe la responsabilità oggettiva del Bitonto, senza nemmeno pensare a una responsabilità diretta del club. I nostri avvocati hanno visto le carte delle indagini sulla presunta combine tra i neroverdi e il Picerno: ci hanno detto che le accuse sono molto pesanti. Per questo attendiamo fiduciosi l'esito della giustizia sportiva. Inoltre presenteremo domanda per il ripescaggio. Non lasceremo nulla di intentato perché noi vogliamo la Serie C a tutti i costi".

 

Continua

"Intanto oggi il Foggia è stato iscritto al campionato di Serie D. Mentre io mi sto muovendo per costruire la squadra del prossimo anno. È vero che la categoria non è ancora definita ma sto incontrando diversi club amici di Serie A. C'è voglia di riportare il Foggia ai livelli di Zeman e Pavone e di ridare serenità a una piazza meravigliosa come quella rossonera. A tal proposito - conclude Corda - sono contento che tutti i soci, dopo qualche diatriba, hanno deciso di ripartire insieme e uniti".


 

ALTRI ARTICOLI

 

IL COMUNE POTRÀ ESSERE SPONSOR. LE ULTIME

 

PANCA REBUS. IL PALERMO STUDIA I PROFILI GIUSTI

 

PALERMO, PER IL RUOLO DI ESTERNO PIACE PACILLI

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *