EDICOLA

Contro il Cagliari una gara da
«Lupo». La rassegna stampa

Contro il Cagliari una gara da «Lupo». La rassegna stampa



«Palermo, Coronado tiene in ansia Tedino»  non giungono buone nuove dall'infermeria, in particolar modo dal trequartista brasiliano che, secondo il Giornale di Sicilia, rischia di saltare la partita di Tim Cup contro il Cagliari. Nel caso in cui Coronado non dovesse recuperare, Bruno Tedino sta già varando le possibili soluzioni alternative con Murawski che già scalda i motori. Più probabile l'impiego del polacco, dunque, che si è già messo in mostra contro il Francavilla andando subito in rete; da escludere l'ipotesi "tridente pesante" con Trajkovski alle spalle di Nestorovski e La Gumina, anche perché il tecnico non ha intenzione di far indietreggiare il raggio d'azione del numero 7 dopo la tripletta rifilata domenica scorsa ai pugliesi. Per quanto riguarda gli altri infortunati, l'unico ad essere pienamente recuperato è Rispoli, la cui possibile assenza domani non è dettata dalle condizioni fisiche, ma piuttosto dalle voci di mercato che lo vorrebbero sempre più lontano da Palermo. Ad ogni modo, Morganella ha ben figurato nell'ultima uscita e potrebbe nuovamente sostituirlo. 

 

In catenaccio lo sfogo di Andrea Fulignati«Ho saputo la mia sorte dai giornali...». Una stagione tribolata per il giovane portiere passato da poco al Cesena: prima riserva, poi titolare, poi nuovamente riserva e infine la cessione; non nasconde la delusione provata quando a giugno, dopo le discrete prestazioni offerte sul finire della passata stagione ha saputo che sarebbe stato nuovamente la riserva di Posavec: «Dalla società non ho avuto segnali, ho visto il fatto compiuto senza avere alcun tipo di avvisaglie. Non nego la felicità di andare a Cesena, ma con Palermo ho stretto un legame straordinario. Sono arrivato a 17 anni, sono passati cinque anni e in mezzo c'è anche l'esperienza di Trapani. Qui c'è la mia ragazza, è la mia seconda casa e sarei rimasto volentieri».

 

In spalla, infine, si parla della campagna abbonamenti, che da ieri ha iniziato la fase di vendita libera. Nessun particolare entusiasmo, però, in quanto l'affluenza registrata fino ad ora resta simile a quella delle prime settimane. Dopo il record negativo di coloro i quali hanno confermato il proprio abbonamento (superati di gran lunga i 2500 che confermarono la propria tessera alla vigilia della stagione 2014/2015), si rischia di "asfaltare" quello sugli abbonamenti totali. Il peggior risultato dell'era Zamparini è relativo all'ultimo anno di Serie B, stagione 2013/2014, con soli 5239 abbonati. Quest'anno, visto l'andamento, si rischia di abbassare sensibilmente il primato. 

 

Il Corriere dello Sport presenta la sfida di Coppa Italia in programma domani sera, attraverso le parole del direttore sportivo Fabio Lupo, uno che da calciatore fu in grado di lasciare il segno in gare del genere. A tal proposito, i ricordi vanno ad un Venezia-Ancona, quando proprio l'attuale ds rosanero fece uno sgambetto alla squadra che in quel periodo era di proprietà di Maurizio Zamparini. Un'impresa domani sera contro il Cagliari magari cancellerebbe lo "sgarbo" e Lupo potrebbe così sdebitarsi nei confronti del patron: «Il presidente non dimentica, ne parlavamo giorni fa. Ricordava perfettamente che ero stato tra i protagonisti che l'hanno eliminato». 

Ironia a parte, domani sera sarà una sfida da Serie A e si giocherà a Torino, dove Fabio Lupo ha già lavorato lasciando, a suo dire, una situazione incompiuta: «Avevamo posto le basi per qualcosa di importante, Cairo non ci credeva». Poi, tornando a parlare del Palermo: «Su una cosa non ho dubbi, mi piace lo spirito della squadra che interpreta ogni partita con intensità. Il merito va a Tedino, una filosofia se vogliamo operaia in grado di produrre ugualmente grande qualità». 

 

In spalla, infine, si parla dei rebus ancora da risolvere in casa Palermo: due su tutti Rispoli Diamanti, le cui situazioni sono abbastanza chiare. Entrambi sono in procinto di lasciare, ma i rumors attorno ai loro nomi sono più virtuali che reali, in quanto non sono ancora pervenute offerte concrete. Altri due che potrebbero andar via sono Embalo Lo Faso, per cui nei prossimi giorni il ds Lupo dovrà sciogliere i nodi. 





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *