INTERVISTA

Conte: «Non sarà un'estate in
quarantena, andremo in vacanza»

Conte: «Non sarà un'estate in quarantena, andremo in vacanza»



 

 

Parla il premier Giuseppe Conte. Dopo la prima settimana della fase 2 ci si prepara al prossimo step, quello del 18 maggio quando ci saranno le prossime aperture. Al Corriere della Sera Conte si focalizza sulla scuola, ma soprattutto sulle riaperture di bar e ristoranti: 

 

«Stiamo raccogliendo i dati dell’ultimo monitoraggio e con gli esperti stiamo definendo regole chiare sulla sicurezza per lavoratori e clienti. Se sul piano epidemiologico la situazione rimarrà sotto controllo, potremo concordare con le Regioni alcune anticipazioni. L’importante è procedere sulla base di monitoraggi puntuali, perché per le imprudenze pagheremmo costi enormi. Riapertura della scuola? Il rientro deve essere gestito in modo unitario su tutto il territorio nazionale. Stiamo lavorando con la ministra Azzolina a un ventaglio di soluzioni così che a tutti i nostri studenti venga assicurato il rientro in classe a settembre in sicurezza».

 

VACANZE

«Quest’estate non staremo al balcone e la bellezza dell’Italia non rimarrà in quarantena. Potremo andare al mare, in montagna, godere delle nostre città. E sarebbe bello che gli italiani trascorressero le ferie in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con regole e cautele».


ALTRI ARTICOLI

 

«CI SARA' UNA SELEZIONE NATURALE DI SQUADRE IN ITALIA»

 

SIBILIA: «NESSUNO DANNEGGI LA SERIE D» (AUDIO)

 

BINDA A FP.IT: «UNICA SOLUZIONE E' RIPRENDERE I CAMPIONATI»

 

FASE 2, LA PREOCCUPAZIONE DI ORLANDO (VIDEO)

 

U' PICCIRIDDU TORNA (QUASI) ALLA NORMALITA'

 

GHIRELLI: «RICORSI? CI DAREBBERO UN CALCIO NEL SEDERE»

 






1 commento

  1. Francesco 70 16 giorni fa

    Si con le 600€,che ancora devono arrivare,lontani andremo quest'anno.Non esistono solo gli statali,i regionali,ed i comunali,esistono tantissime categorie che sono allo stremo,abbandonate dallo Stato!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *