Come funzionerà l'azionariato popolare - Forza Palermo Calcio Giornale
REGOLE

Come funzionerà
l'azionariato popolare

Come funzionerà l'azionariato popolare



 

Durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo Palermo c'è stata l'occasione di approfondire la questione dell'azionariato popolare con l'avvocato Di Maggio che lo ha spiegato:

 

«La previsione che è stata inserita all'interno dello Statuto la possibilità della messa a disposizione del 10% delle quote societarie di almeno 100 tifosi. E tutto indicato nello statuto e sarà tutto proporzionale all'ingresso di capitale che sarà immesso. La particolarità risiede nel fatto che a prescindere dalla quota sarà garantito la possibilità di godere del 10% del numero dei voti. Ove dovessero presentarsi più soggetti verrà preferito chi per primo offrirà di più.
C'è la consulta di indirizzo composta da tre membri. Uno della società uno del sindaco e l'altro dai tifosi, con funzioni consultive e di pareri. Gestione tra comune società e tifosi.
Infine, abbiamo lasciato libertà massima ai tifosi di organizzarsi con qualsiasi formula giuridica
».

 

Su questo è intervenuto anche Mirri: «Questo aspetto dello statuto non sarà modificabile da alcuno. Rimarrà per noi tifosi».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *