FUTURO ROSANERO

Closing o non closing?
Gli scenari

Closing o non closing? Gli scenari



Oggi dovrebbe essere un giorno importante per il Palermo, il giorno dell'ultimatum e dal quale oltre non si può andare per il passaggio di proprietà, almeno a detta di Zamparini. I tifosi attendono col fiato sospeso la notizia che, ormai, potrebbe arrivare da un momento all'altro. Intanto c'è una squadra da preparare e una stagione difficile da programmare. Sia Baccaglini che Zamparini hanno fatto dei sondaggi in attesa di capire quale sarà il futuro della società. 

 

In caso di closing la proprietà passerebbe a Paul Baccaglini, il quale avrebbe tutto pronto per rilanciare il Palermo con Marcello Carli come direttore sportivo e Massimo Oddo allenatore. Gli incontri avuti la settimana scorsa sono serviti a mettere le basi di un accordo, Baccaglini ha convinto Carli e per la conclusione dell'affare si attende solo il closing. L'ex direttore dell'Empoli avrebbe individuato Oddo come uomo su cui puntare per la risalita in A. Per quanto riguarda la squadra, le cessioni di Bruno Henrique e quella quasi certa di Gonzalez sono scelte condivise con l'attuale proprietà. Baccaglini punta ad una rivoluzione dell'organico con molte cessioni. Solo Rispoli e Nestorovski sarebbero pedine da confermare. I vari giocatori slavi non saranno confermati, come Sunjic e Sallai che non saranno riscattati (il difensore si è già accasato alla Dinamo Mosca). 

 

In caso, invece, di mancato closing la programmazione del Palermo sarà affidata a Maurizio Zamparini con il suo staff di consiglieri, soprattutto Gianni Di Marzio. La prima mossa sarebbe quella di trovare un allenatore, la figura del direttore sportivo non sarebbe un emergenza visto che, con Zamparini, questo ruolo non è stato sempre necessaria. Il nome più in voga è Tedino, allenatore del Pordenone, autore di una grande stagione in Lega Pro e sfiorata la promozione, fermata dal Parma in semifinale. Tedino, però, sarebbe alla sua prima esperienza in Serie B. Le alternative sarebbero Iachini e Reja, ma entrambi non accetterebbero questa destinazione con la stessa proprietà. Dei giocatori molti andrebbero via, soprattutto quelli con più esperienza. Diamanti sarebbe fra i primi e Rispoli potrebbe cercare nuovi stimoli. Inoltre potrebbero essere rilanciati giocatori come Posavec e Balogh, che in B, potrebbero dimostrare meglio il loro valore. 

 

 





7 commenti

  1. ovosodo 125 giorni fa

    adesso mi prendero' gli insulti dagli amici ra cuntittizza e dagli unici "veri tifosi" del nostro Palermo. baccaglini e' un signor nessuno credo anche cascio e zamparini va internato. situazione vergognosa nella quale siamo tutti cilpevoli. giornalisti, politici e tifosi

  2. Anarchico 125 giorni fa

    Ore 15:40 ancora no news

  3. Nutello 125 giorni fa

    Zamparini deve fare soltanto una cosa: SPARIRE

  4. Sempronio 125 giorni fa

    Baccaglini i soldi non li ha trovati. E ora ci tocca tenerci il friulano mannaro.

  5. Pino 125 giorni fa

    È diventato una situazione insostenibile bastaaaaa

  6. Anarchico 125 giorni fa

    Veramente a Baccaglini piace il basket.... Troppo bello il basket!! Intanto è già l'1 e non filtra alcuna notizia. È semplicemente una vergogna

  7. Kam 126 giorni fa

    Il futuro del Palermo nelle mani di due nordici di cui uno ormai senza un minimo di raziocinio, con deliri di onnipotenza e non tifoso del Palermo e l'altro 'sconoscitore' di calcio, squattrinato, ex iena ma con la passione per il Football americano e il baseball....C'è proprio da stare tranquilli!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *